ALEANDRO BALDI – FRANCESCA ALOTTA/ Video, la vittoria sanremese con “Non amarmi” (Techetechetè)

- Francesca Pasquale

Nella puntata della trasmissione Techetechetè in onda questa sera su Rai 1 potremmo rivedere la performance di Aleandro Baldi e Francesca Alotta con Non amarmi.

aleandro_baldi_fb_2017
Aleandro Baldi a Techetechetè

Aleandro Baldi e Francesca Alotta questa sera saranno tra le coppie di artisti protagoniste nella puntata speciale della trasmissione Techetechetè in onda su Rai 1. In particolare li rivedremo nella straordinaria performance del 1992 al Festival di Sanremo con il brano Non amarmi. Un pezzo che ha permesso al loro duetto di ritagliarsi un posto nella storia tra l’altro aggiudicandosi la vittoria in quella edizione del Festival di Sanremo. Tra l’altro Baldi e la Alotta sono stati protagonisti in una puntata dell’edizione 2016 del fortunato show di Carlo Conti, I migliori anni, esibendosi proprio in Non amarmi per la gioia del pubblico a casa e di quello presente. In attesa di rivederli questa sera su Rai 1, possiamo rivedere Baldi e la Alotta nelle versione offerta nella trasmissione di Conti. Clicca qui per vedere il video.

ALEANDRO BALDI E FRANCESCA ALOTTA, TECHETECHETÈ: UNA NUOVA VITA DA CANTAUTORE 

L’AMICIZIA DEL CANTANTE CON ANDREA BOCELLI

Nel corso di una recente intervista rilasciata al quotidiano La Nazione, Aleandro Baldi ha parlato della sua amicizia con Andrea Bocelli e della sua voglia di imporsi come cantautore. Nello specifico il cantante ha detto: “Ci siamo incrociati in collegio. Quando arrivò, già cantava e io, invece, più che altro suonavo la chitarra e mi accompagnavo. Non ho mai avuto una voce lirica. I miei riferimenti erano il Banco, la Pfm, cioè il progressive pop. Per un periodo non mi è fregato niente delle canzoni. E le prime cose che ho scritto erano condizionate da quel genere lì. A Sanremo, certo non pensavo. Con Bocelli ci siamo ritrovati forse nel ’94 a Sanremo. Ma non abbiamo mai avuto progetti insieme perché avevamo collocazioni diverse.. Il dispiacere è che nella mia vita artistica sia emerso troppo poco il fatto che io sia cantautore, e non solo un cantante. Per questo ho deciso di scrivere testi e focalizzarmi soprattutto su questo. Ho notato che la prospettiva cambia in base alla maturità”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori