BOBBY SOLO/ Il suo omaggio all’autore di Una lacrima sul viso (Una serata… bella per te, Mogol)

- Susanna Sala

Bobby Solo sarà ospite questa sera su Rete 4 a Una serata… bella per te, Mogol. Il cantante omaggerà l’autore con cui ha composto il suo successo, una lacrima sul viso

bobby_solo_lapresse
Bobby Solo (lapresse)

Ci sarà anche Bobby Solo sul palco del teatro Dal Verme di Milano per la grande serata organizzata da Marcella Bella “Una serata… bella per te, Mogol” che andrà in onda su Rete 4 nella prima serata televisiva di oggi, 23 luglio 2017. Bobby Solo, come tutto il gruppo di grandi artisti della musica italiana che parteciperà alla serata, si cimenterà nella reinterpretazione di alcuni grandi successi scritti da un maestro della musica del nostro paese per quanto riguarda la produzione di testi. Il sodalizio con Lucio Battisti è quello che probabilmente ha segnato maggiormente la carriera del paroliere di Terni, tanto che lo stesso Bobby Solo si esibirà in “Dieci Ragazze”, uno dei pezzi di maggior successo del cantautore di Poggio Bustone scritto da Mogol. A settantadue anni, Bobby Solo rimane uno dei personaggi capaci di fare maggiormente la storia della musica italiana.

Anche lui ha un cavallo di battaglia capace di restare immortale nel tempo, “Una lacrima sul viso’” ma in generale nella sua vita da cantante è sempre andato avanti il dualismo con l’amico Little Tony, ora scomparso (e con il quale ha partecipato in coppia anche in un’edizione del Festival di Sanremo con il brano “Non si cresce mai”). Erano considerati la trasposizione italiana del mito di Elvis: Little Tony ne rappresentava la parte più rock, Bobby Solo quella più melodica. Per Bobby Solo anche gli ultimi anni sono stati contrassegnati dalla musica, con il suo trentasettesimo album tutto compreso, tra 45 giri, raccolte e album di inediti, intitolato “Meravigliosa vita”, un po’ un riassunto di quella che è stata una carriera irripetibile, ricchissima di soddisfazioni.

E la presenza di Bobby Solo a “Una serata… bella per te, Mogol”, è ovviamente obbligatoria, considerando che la firma di Mogol c’è dietro il testo di quello che è stato come detto il più grande successo della lunghissima carriera del cantante romano, “Una lacrima sul viso” Bobby Solo e Mogol hanno avuto altre occasioni nel corso degli anni per collaborare insieme, fino ad arrivare alla produzione di “Serenella” negli anni Settanta. I duetti rappresentano un aspetto della carriera che è sempre piaciuto a Bobby Solo, e sul palco del Dal Verme il gruppo di ospiti e grandi della musica italiana sarà straordinario a partire dalla padrona di casa Marcella Bella, e dunque si potrà ammirare un Bobby Solo, a oltre cinquant’anni dall’esordio nel mercato discografico italiano, sempre in grande forma.

LA CLAMOROSA SCONFITTA A SANREMO 

Classe 1945, Bobby Solo, come da tradizione per tanti dei cantanti degli anni Sessanta, ha recitato anche in alcuni film, il primo Una lacrima sul viso, omonimo della sua canzone più famose. Bobby Solo non solo è stato dominatore negli anni Sessanta di Sanremo, a partire dal caso clamoroso del 1964, quando portò proprio “Una lacrima sul viso” come probabile vincitore, ma si ritrovò nella serata finale senza voce, tanto da dover cantare in playback (all’epoca espressamente vietato dal regolamento) e dunque precludendosi la possibilità di ottenere il successo finale che conquistò comunque nell’anno successivo con quello che sarà un altro grande cavallo di battaglia della sua carriera, “Se piangi se ridi”, Il bis arriverà nel 1969 grazie al sodalizio con Iva Zanicchi e a un’altra hit rimasta nei cuori e nelle menti degli appassionati di musica italiana, “Zingara”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori