GIGI MARZULLO/ Il cameo in 1993 (Techetechetè)

- Fabio Belli

Gigi Marzullo protagonista a Techetechetè su Rai 1, martedì 29 agosto. Conduttore della notte per eccellenza sulla Tv di Stato, è diventato un volto familiare per tutti gli italiani

marzullo_facebook_2017
Gigi Marzullo (Facebook)

DALLA MUSICA ALLA LETTERATURA

Dal 1994 conduce Sottovoce (tutti i giorni feriali) e Così è la mia vita… Sottovoce; si interessa inoltre di musica, con Settenote – Muca e musiche (il giovedì) e di cinema, con il Cinematografo (il venerdì). Al sabato va in onda Milleeunlibro, e il giorno dopo è ancora in tv con Applausi. Degno di nota anche L’appuntamento, in onda anch’esso di domenica in terza serata. Dal 2013 è responsabile della struttura Notte e capostruttura cultura della prima rete. Nel 2017 interpreta se stesso nella serie Sky 1993, seguito della più popolare 1992 incentrata sull’inchiesta Mani pulite. [agg. di Rossella Pastore]

GLI ESORDI

Gigi Marzullo consegue la laurea in Medicina e Chirurgia a Pisa, dando inizio alla sua carriera giornalistica poco dopo l’università. Diventa giornalista professionista nel 1983, e nello stesso anno viene segnalato dal corregionale Ciriaco De Mita che lo fa debuttare in Forte fortissimo. Nell”86 è la volta di Italia mia al fianco di Sammy Barbot, e poi ancora Il mondo è tuo con Giulia Fossà. Dopo svariate esperienze alla conduzione di serate di gala del calibro di Microfono d’Argento, Marzullo si consacra definitivamente a Re della Notte nel 1989. In quell’anno è alle redini di Mezzanotte e dintorni, programma notturno di Rai 1 ricco di interviste vip e non solo. Nel 1994 conduce Mezzogiorno e dintorni, programma spin-off del ben più noto Mezzanotte. A cavallo tra i Novanta e i Duemila compare in Uno più uno e L’asino d’oro, senza dimenticare le ricorrenti apparizioni all’interno del contenitore domenicale Quelli che… il calcio. [agg. di Rossella Pastore]

LA PUNTATA

C’è stato anche Gigi Marzullo a fare la storia della televisione italiana, e nella puntata di Techetechetè di martedì 29 agosto 2017 ci sarà spazio anche per il presentatore che da decenni ormai accompagna le notti degli italiani. Nato nel 1953 ed entrato in Rai a trent’anni, nel 1989 ha avuto la sua collocazione principale iniziando a condurre “Mezzanotte e dintorni”. Il suo modo di condurre interviste e il suo stile pacato ma al tempo stesso fantasioso è divenuto un marchio di fabbrica a partire dalle domande rivolte ai suoi ospiti, che spesso svariavano nel surreale, tanto da diventare veri e propri tormentoni come “La vita è un sogno, o i sogni aiutano a vivere meglio?”. A metà degli anni Novanta ha avuto un breve passaggio giornaliero, ma la Notte è sempre stata l’elemento di Maruzllo, che è rimasto fino al giorno d’oggi a condurre l’appuntamento di “Sottovoce” e i suoi vari rotocalchi, tanto da diventare nel 2013, ed esserlo ancora, il capo della struttura Notte di Rai 1.

LE INTERVISTE “FAMILIARI” 

Non sono mancati i grandi personaggi intervistati da Gigi Marzullo nella sua lunga carriera. La capacità di Marzullo di passare da interviste straordinarie ad altre più leggere, come quelle, divertentissime, con Nino Frassica, fino ai grandi del cinema che nella sua rubrica “Cinematografo” hanno confessato anche particolari inediti delle loro carriere. Spezzoni che saranno ripresi nella puntata di Techetechetè, che ripercorreranno sicuramente come Marzullo sia divenuto un’icona giornalistica proprio grazie alle sue particolarissime caratteristiche da intervistatore. Uno stile che permette all’intervistato di essere completamente a proprio agio, e di affrontare l’appuntamento come se fosse una chiacchierata informale, e non come se si trattasse di una vera e propria intervista. Questo ha spesso portato i protagonisti dei salotti televisivi di Marzullo a raccontare anche particolari importanti della loro carriera, aprendo album dei ricordi che spesso sono rimasti chiusi per molti anni.

DA 35 ANNI IN RAI 

Ad ogni modo, al di là delle sue apparizioni nei suoi programmi notturni, Gigi Marzullo è riuscito a rappresentare uno dei volti più familiari della Rai ormai negli ultimi trentacinque anni. Tanto iconico da essere stato spesso citato in diversi film italiani e Serie TV (l’ultima delle quali in 1993) oppure chiamato a recitare nel ruolo di sé stesso. Questo perché per i rappresentanti della società artistica in Italia, l’intervista da Marzullo, si sia scrittori, attori o artisti di ogni tipo, è stato un passaggio obbligato dagli anni Ottanta per essere popolari, così come un tempo lo era quello nel Maurizio Costanzo Show. Attualmente Gigi Marzullo è sempre al suo posto, tanto che in Irpinia è stato di nuovo incoronato questa estate come personaggio dell’anno. Per sua stessa ammissione, 34 anni fa Marzullo è entrato in Rai sotto segnalazione di Ciriaco De Mita, ma l’esponente DC dimostrò di averci visto decisamente lungo, lanciando quello che sarebbe diventato uno dei volti più familiari della televisione italiana.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori