Katia Follesa/ La malattia e i primi sintomi: le rivelazioni del professor Rebuzzi (90 Special)

- Dario Ghezzi

Katia Follesa ha raccontato la sua malattia al cuore ma ha anche attaccato su Instagram quei giornalista che l'hanno strumentalizzata per ricevere qualche click in più. 

katia_follesa_90_special_cs_2018 Katia Follesa

Katia Follesa, in un’intervista al Corriere della Sera, ha voluto rendere pubblico un dramma che l’ha colpita nel 2006 e che riguarda la sua salute. La Follesa ha scoperto di avere la cardiomiopatia ipertrofica, scopriamo qualcosa in più sulla patologia. Il professor Rebuzzi, in un’intervista rilasciata al corriere.it, spiega i sintomi: “Il sintomo più diffuso sono le aritmie, si può svenire in particolare durante sforzi. Possono verificarsi fiato corto, palpitazioni, vertigini, ma è anche una malattia che spesso è asintomatica e che quindi non viene subito diagnosticata perché non dà problemi. Purtroppo, soprattutto in chi non sa di avere questa malattia, le aritmie possono provocare morte improvvisa, come è successo ad alcuni atleti. La malattia può essere tenuta sotto controllo con betabloccanti. Ai nostri pazienti al Gemelli ad alto rischio di aritmie ventricolari in genere impiantiamo un defibrillatore nel petto a livello preventivo per affrontare le emergenze. Tutti i pazienti devono esser valutati periodicamente dai medici”.

LA MALATTIA? BASTA STRUMENTALIZZAZIONE!

“Non mi sentivo più il cuore”. Katia Follesa, la conduttrice di 90 Special, si è raccontata in una lunga intervista qualche giorno fa a Il Corriere della sera. La donna ha voluto rendere pubblico un dramma che l’ha colpita nel 2006 e che riguarda la sua salute. Infatti, a quanto pare, un giorno mentre stava in macchina ha avuto problemi alla vista e si è resa conto di non sentire più il cuore. Da quel momento, è iniziato il lungo calvario della presentatrice, che dietro ai sorrisi e alle battute da comica, sembra nascondere un vero e proprio velo nero. Infatti, la Follesa ha scoperto di avere la cardiomiopatia ipertrofica ma la malattia non le ha tolto la voglia di fare. La donna è diventata testimonial del Gruppo Ospedaliero San Donato Foundation, che si occupa proprio di voler migliorare la vita dei pazienti. Katie è venuta a sapere di soffrire della stessa patologia del padre e che dovrà sottoporsi ad una cura a vita. Quello che le è accaduto quel giorno l’ha portata a considerare l’importanza della prevenzione e ora si sottopone ciclicamente a delle visite.

IL DURO ATTACCO SU INSTAGRAM

La scoperta di essere malata, ha modificato tantissimo la vita di Katia Follesa. Infatti, la donna ha riflettuto sulla sua prima gravidanza. Per fortuna, la figlia Agata non ha ereditato il problema della madre ma dopo la scoperta della cardiomiopatia, la comica lanciata da Zelig ha deciso di non avere un secondo figlio. Una scelta sicuramente importante e ponderata anche se la donna, qualche giorno fa, ha pubblicato un post su Instagram chiarendo, una volta per tutte, le sue condizioni. Infatti, la Follesa si è resa conto che molti giornali hanno manomesso la sua dichiarazione a Il Corriere della Sera e hanno ricamato sopra per fare una sorta di scoop e acchiappare link. Ecco quanto si legge: “Chiarisco una volta per tutte: Non sono gravemente malata e non ho un sogno infranto! In questi giorni ho visto e letto che un articolo scritto sul Corriere della Sera è stato manomesso e boicottato da sciacalli e poverini che non sanno ne’ leggere ne’ scrivere. Ditemi, è così tanto importante per voi guadagnare credibilità sulla salute delle persone? Vi servono 2 euro in più? Ve li do io. Però Basta! Invito tutti i “giornalisti” incapaci a lasciare posto a chi questo mestiere lo sa fare veramente!”

KATIA FOLLESA E IL SUO RAPPORTO CON LA MADRE

Katia Follesa, presto in tv con 90 Special, ha rilasciato alcune settimane fa anche una interessante intervista a Vanity Fair in cui ha parlato della sua esperienza come conduttrice di Junior Bake Off Italia, il programma di Real Time che ha ereditato direttamente da Benedetta Parodi. La conduttrice ha rivelato che il padre era uno chef mentre la madre aveva un lavoro come governante. Il rapporto con i genitori è stato particolare dato che col padre andava molto d’accordo mentre con la madre c’era un distacco più marcato. La Follesa si è buttato a capofitto nel lavoro e l’esperienza a Junior Bake Off è stata molto positiva. Inoltre, la comica ha rivelato come per lei sia molto importante l’alimentazione e uno stile di vita sano, sopratutto in relazione alla malattia al cuore che l’ha colpita. La Follesa sta vivendo un periodo veramente d’oro e anche col suo compagno Angelo Pisanu con cui sta ufficialmente insieme dal 2006 ma che conosce dal 1999. Inoltre, la donna sta girando un’altra trasmissione proprio per Realtime dal titolo Cake Star.





© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori

Ultime notizie

Ultime notizie