AGRITURISMO ALTURIS/ Ambiente caldo e ospitale in cui si fondono modernità e tradizione (4 Ristoranti)

- Francesca Pasquale

L’Agriturismo Alturis è immerso all’interno di meravigliosi vigneti da cui vengono ricavati vini pregiati. Stasera protagonista a Alessandro Borghese 4 Ristoranti.

alessandro_borghese_4_ristoranti_web
Alessandro Borghese 4 Ristoranti

Situato alle porte della cittadina storica di Cividale del Friuli e immerso in meravigliosi vigneti sorge l’Agriturismo Alturis, protagonista della sesta puntata di Alessandro Borghese 4 Ristoranti. Si tratta si un ambiente caldo ed ospitale dove lasciare per un attimo il caos e la vita frenetica di tutti i giorni, immergendosi in uno spazio in cui modernità e tradizione si fondono in un’esperienza unica, rilassante e senza tempo. Presso l’Agriturismo Alturis è possibile concedersi un semplice aperitivo, gustare vini e birre artigianali di produzione propria ma anche assaporare le meravigliose proposte dello chef, preparate in una splendida cucina a vista. Qui infatti i sapori della tradizione si coniugano con il gusto moderno per i prodotti di qualità. Viene quindi in parte rivisitato il concetto classico dell’agriturismo, non solo svago e relax ma anche lavoro con la possibilità di usufruire quindi di una saletta riunioni riservata e ideale per tutti i professionisti. Si tratta di un luogo accogliente e curato, dove incontrarsi con i propri clienti o fra colleghi, per discutere in tutta tranquillità delle proprie attività.

AGRITURISMO ALTURIS: STILE RIVISITATO E ALTERNATIVO

Il primo colpo d’occhio dell’Agriturismo Alturis mostra un qualcosa di diverso da ciò che offre la concorrenza. Marco è il titolare e ne enfatizza lo stile rivisitato e allo stesso tempo alternativo sia nell’idea con il quale è stato concepito ma anche nella struttura e più di tutto nella cucina. La cantina si trova nello stesso complesso e allo stesso modo la produzione di vino e la rivendita dove è possibile degustare ottime proprie produzioni. Il menù dell’Agriturismo Alturis è in costante rinnovamento offrendo sempre ai propri clienti la stagionalità e le materie prime di qualità, ma anche tradizione e creatività. Nonostante Marco non si occupi della cucina e quindi dei fornelli ha cercato in ogni modo di mettere del suo nel menù per creare piatti unici come ad esempio il Birramisù oppure la Cacio e Pepe Friulana.

Proprio perché Marco ha una passione innata anche per le moto, la sfida fa parte del suo dna, caratteristica che ha messo anche nei piatti da lui creati come il frico rivisitato, la zuppa di castagne. Il tutto accompagnato da piatti più classici come la tartara di manzo, il cestino di frico, gnocchi di ricotta fresca, strozzapreti cacio e pepe, polletto, la grigliata mista, le verdure alla griglia e per finire il semifreddo alle fragole.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori