The Sinner/ Anticipazioni del 27 febbraio 2018: Cora ha già ucciso in passato?

- Morgan K. Barraco

The Sinner, anticipazioni del 27 febbraio 2018, in prima Tv su Premium Stories. Ambrose scopre alcuni particolari su JD; Cora ricorda altri particolari preoccupanti.

the_sinner_jessica_biel_facebook_2018
The Sinner, in prima Tv assoluta su Premium Stories

THE SINNER, ECCO DOVE SIAMO RIMASTI

Nella prima serata di Premium Stories di oggi, martedì 27 febbraio 2018, andrà in onda un nuovo episodio di The Sinner, in prima Tv assoluta. Sarà il quarto, dal titolo “Part IV“. Prima di scoprire le anticipazioni, ecco dove siamo arrivati la settimana scorsa: Cora (Jessica Biel) viene sottoposta alla visita psichiatrica, da cui non emerge alcuna patologia. Ambrose (Bill Pullman) tuttavia informa la specialista dell’aggressione precedente subita dalla donna e scopre che potrebbe essere affetta da disturbo post traumatico. Il detective raggiunge poi i genitori di Cora e scopre che non la vedono dal 4 luglio del 2012, giorno del compleanno della sorella. La coppia la considera morta fin da quel momento, perché ha dimostrato di essere egoista. Phoebe (Rileigh McDonald) tra l’altro è morta un mese dopo la sua fuga. Intanto, Cora si sveglia urlante dopo aver rivissuto un ricordo in cui vede qualcuno spezzare lo sterno di una ragazza.

I medici cercano di sedarla e scoprono così che ha diverse cicatrici alle braccia dovute alle iniezioni. La donna rivela in seguito ad Ambrose di aver vissuto un passato da tossicodipendente e di aver venduto il proprio corpo per acquistare delle dosi. Parlando con la zia Margaret (Rebecca Wisocky), l’unica ad aver accolto Cora dopo il ripudio dei genitori, Ambrose scopre che c’è molto di più nel suo passato. I genitori infatti non hanno riaccettato la figlia in casa dopo aver scoperto i suoi problemi con la droga e che durante la loro convivenza ha trovato una cicatrice sulla testa di Cora, di cui la nipote non le sapeva dare spiegazioni. Nel passato, il padre di Cora va di nuovo su tutte le furie perché la moglie non vuole dividersi da Phoebe e decide di imporre il proprio volere. Nel presente, Mason (Christopher Abbott) svela a Cora di conoscere JD (Jacob Pitts) e l’accusa di essersi dichiarata colpevole senza considerare il trauma che avrebbe creato nella vita del figlio. Nel passato, Phoebe svela alla sorella di aver sottratto una rivista con articoli hard alle infermiere. La madre delle ragazze tuttavie le scopre e Cora copre la sorella attribuendosi la colpa. La donna le impone quindi a pregare inginocchiata sul riso. Alla nuova udienza, il giudice accoglie la relazione della psichiatrica e chiede di nuovo a Cora come vuole dichiararsi di fronte alle accuse. Ancora una volta, Cora sottolinea di essere colpevole. Dopo aver tradito ancora la moglie, Ambrose inizia a cercare informazioni su quanto avvenuto quel 4 luglio. Mason invece affronta JD in un locale ed inizia a prenderlo a pugni quando insinua che Cora sia una poco di buono. In seguito, Ambrose ritorna a parlare con Cora perché non crede che sia mai stata una tossicodipendente e scopre così che ha creduto alle parole della madre. In realtà non ricorda nulla di quanto accaduto in quei due mesi. Diverse ore dopo, Cora ha una nuova visione della trama della tappezzeria di una stanza e di un uomo con il passamontagna che la fissa. 

ANTICIPAZIONI DEL 27 FEBBRAIO 2018, EPISODIO 4 “PART IV”

Mentre JD viene prelevato dall’avvocato durante l’interrogatorio della Polizia, Ambrose convince la psichiatra che ha già incontrato Cora a sottoporla ad ipnosi regressiva. Grazie ai suoi ricordi, la donna rivela di aver avuto una relazione con JD, che al tempo stesso aveva una relazione con un’altra ragazza, Maddie. Quella sera del 4 luglio, JD avrebbe quindi drogato le due ragazze grazie a delle pastiglie ed infine Maddie sarebbe morta in prossimità di un lago. Ambrose sfrutta quindi alcune descrizioni di Cora per rintracciare il locale in cui i tre ragazzi sarebbero stati quella sera, riuscendo a scoprire anche che Maddie e JD sarebbero stati protagonisti di un furto ai danni di una terza donna. Grazie ad un inganno, il detective raggiunge poi casa di JD per trovare le prove ed incriminarlo per spaccio, ma le sue intenzioni vengono scoperte dall’attuale fidanzata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori