Angel La vita, il romanzo/ Trama e cast del film su Rai Movie con Michael Fassbender (oggi, 4 febbraio 2018)

- Cinzia Costa

Angel – La vita, il romanzo, il film in onda su Rai Movie oggi, domenica 4 febbraio 2018. Nel cast: Michael Fassbender e Romola Garai, alla regia Francois Ozon. Il dettaglio della trama.

angel_film_2007
il film biografico in seconda serata su Rai Movie

Una pellicola drammatica che è stata prodotta da una collaborazione tra Gran Bretagna, Francia e Belgio nel 2007 ed è stata affidata alla regia di francois Ozon. Il soggetto e la sceneggiatura sono stati scritti da Elizabeth Taylor, lo stesso regista francois Ozon e Martin Crimp mentre la distribuzione della pellicola in Italia è stata gestita dall’azienda Teodora Film. Il montaggio del film è stato realizzato da Muriel Breton con le musiche della colonna sonora che sono state composte da Philippe Rombi e la scenografia è stata curata da Katia Wyszkop. Il film narra la biografia, molto romanzata, di Marie Corelli. La sceneggiatura della pellicola è tratta da un romanzo di Elizabeth Taylor, a sua volta ispirato dalla vita della romanziera. La Taylor è omonima della più nota attrice e ha realizzato numerosi romanzi, principalmente di genere romantico e di grande successo. Marie Corelli, nome d’arte di Mary Mackay (1855-1924), fu una grande autrice di romanzi popolari. Ebbe un grande successo di pubblico nonostante la critica non apprezzasse i suoi intrecci, troppo melodrammatici e melensi per essere realistici. Fra i suoi estimatori vi furono tuttavia anche personaggi molto importanti, come alcuni membri della famiglia reale inglese e Winston Churchill.

NEL CAST MICHAEL FASSBENDER

Angel – La vita, il romanzo, il film in onda su Rai Movie oggi, domenica 4 febbraio 2018 alle ore 22.55. Una pellicola biografica del 2007 che è stata diretta da Francois Ozon (8 donne e un mistero, Frantz, Giovane e bella) ed interpretata da Michael Fassbender (Assassin’s creed, 12 anni schiavo, Bastardi senza gloria), Romola Garai (Espiazione, Dirty dancing 2, Il profumo delle campanule) e Charlotte Rampling (Il portiere di notte, Il verdetto, 45 anni). Il film è stato tratto dall’omonimo romanzo di Elizabeth Taylor del 1957, che narra la biografia romanzata della scrittrice e poetessa inglese Marie Corelli. Ma vediamo nel dettaglio la trama del film.

ANGEL – LA VITA, IL ROMANZO, LA TRAMA DEL FILM BIOGRAFICO

Angel Deverell (Romola Garai) è una giovane donna inglese dei primi del Novecento. Dopo essere rimasta orfana di padre, Angel vive con la madre, che gestisce una drogheria. La ragazza è di origini modeste e conduce una vita molto umile, ma ha grandi ambizioni. Queste sono rappresentate da Paradise House, una ricca tenuta ora disabitata dove aveva servito una sua zia. Angel non ha avuto l’occasione di frequentare la scuola ed è poco colta, inoltre non ha nessun interesse per la lettura e i romanzi. D’altra parte ha una fantasia molto fervida e un vero talento per la scrittura. Questo le permette di entrare in contatto con Theo Gilbright (Sam Neill), un editore londinese che decide di distribuire i suoi romanzi Questi ottengono rapidamente un grandissimo successo, rendendo Angel una popolarissima scrittrice. Una volta ottenute fama e ricchezza, Angel sembra aver coronato tutti i suoi sogni. E’ anche economicamente in grado di acquistare la tanto sognata Paradise House e farla ristrutturare, trasformandola nella sua residenza. Nella vita di Angel manca ora solo l’amore, che la donna ha conosciuto solo attraverso i suoi libri. Quando Angel conosce il fratello della sua segretaria Nora (Lucy Russell), il pittore Esme (Michael Fassbender), sembra che la sua vita sia completa. La storia con Esme però non è idilliaca come nei romanzi, l’uomo si sente imprigionato, anche se in una gabbia dorata, e comincia a tradire la sua fidanzata. Quando scoppia la guerra Esme si arruola volontario pur di fuggire da Paradise House e dal soffocante amore di Angel. Al ritorno dal conflitto l’uomo è cambiato completamente ha perso una gamba durante un combattimento, ma ha riportato anche profondissime ferite psicologiche.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori