Fabio Fulco/ Chi è? L’ex fidanzato di Cristina Chiabotto: “Sono molto riservato” (Verissimo)

- Francesca Pasquale

L’attore Fabio Fulco, dopo la fine della storia d’amore con la Chiabotto, ritorna in televisione per raccontarsi nel salotto di Silvia Toffanin a Verissimo.

fabio_fulco_web
Fabio Fulco

Attore affascinante ma allo stesso anche molto riservato, Fabio Fulco è ospite a Verissimo dove parlerà a cuore aperto raccontando la fine dolorosa della storia decennale con l’ex Miss Italia Cristina Chiabotto. La decisione di interrompere la loro relazione è stata proprio della Chiabotto che dopo aver visto in se una trasformazione e un’evoluzione ha deciso di troncare la relazione anche perché incapace di pensare ad un concreto futuro con l’attore. Fabio Fulco ha vissuto e sta vivendo tutt’ora un periodo poco positivo visto che sta tentando in tutti i modo di ricostruire il suo mondo interiore, non senza difficoltà, dopo aver subito il famoso “graffio dell’anima”. Intervistato dal settimanale Oggi, Fabio Fulco fa il punto su se stesso relegando Cristina Chiabotto come un lontano ricordo: “Cominciamo dal primo stereotipo di cui sono vittima da tempi infiniti: il ruolo del belloccio un po’ donnaiolo, un po’ malandrino che mi viene affibbiato da sempre. Io non lo sono. Anzi, è vero il contrario. Sono molto riservato, un pantofolaio, mi imbarazzo facilmente e se esco con una donna sono capace di farmi 50 chilometri in macchina per potermi godere la compagnia senza che qualcuno ci disturbi”.

FABIO FULCO: “L’OGGETTO DELLA MIA SOFFERENZA È ESISITITO SOLO NELLA MIA IMMAGINAZIONE”

Nell’esclusivo salotto televisivo di Verissimo farà il proprio ingresso tra poche ore l’attore italiano Fabio Fulco. Si tratta, in pratica, della prima apparizione televisiva per l’artista dopo la fine della storia d’amore con Cristina Chiabotto (12 anni insieme). Una storia che lo ha lacerato e della quale non aveva mai voluto parlare fino alla lunga intervista rilasciata in questi giorni alla rivista Oggi. In particolare Fulco ha sottolineato: “Era importante per me capire per cosa soffrivo. L’oggetto della mia sofferenza è esistito soprattutto nella mia immaginazione, era la proiezione di qualcuno che oggi so che non esiste. Succede che uno conosce una donna, se ne innamora e cristallizza quel momento. Ma quando ti stacchi, rivedi tutto, riavvolgi il nastro e realizzi. Quella donna che avevo idealizzato, non è mai esistita! Non facevo parte del progetto di Cristina, però con me c’è stata 12 anni. Bastava non starci con me, no?”.

FABIO FULCO, ‘UNA FACCIA DA CINEMA’

Nella stessa intervista rilasciata ad Oggi, l’attore Fabio Fulco ha avuto modo di parlare anche dei propri inizi nel mondo dello spettacolo ed in particolare di come per mantenersi abbia fatto il modello. Tuttavia ad ogni casting a cui si presentava, tutti gli facevano presente di avere un volto perfetto per il cinema: “Ero giovane, giravo il mondo, mi divertivo. Era cominciato tutto grazie alla bellezza, ma di Roma. La mia ragazza viveva qui e io rimasi folgorato dalla città, dalla sua magnificenza. Mi piaceva da morire vivere nella Capitale, studiavo Medicina a Napoli e per mantenermi ho iniziato a lavorare nella moda. Mi continuavano a dire tutti quanti che avevo ‘una faccia da cinema’, ma a me la cosa proprio non interessava. Mio padre era un medico e fin da ragazzino mi portava in sala operatoria a seguire i suoi interventi: non ho mai messo in dubbio che avrei seguito la sua strada. Fino a che ho accettato di provare a fare cinema, giusto per non stare più a sentire chi mi spingeva a farlo, e mi sono trovato sul set: c’era quel fantastico rumore della pellicola che mi fece venire dei veri e propri brividi. Fu un colpo di fulmine. Capii immediatamente che volevo fare quello, quello e basta”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori