AVENGERS: INFINITY WAR/ Benedict Cumberbatch: “Per essere Doctor Strange, devi crederci!”

- Matteo Fantozzi

Avengers: Infinity War, grandissimo successo del film sui supereroi c’è però un personaggio che il pubblico ha iniziato ad odiare. Ecco chi è e qual è il motivo di questo.

avengers-infinity-war-2017
Avengers: Infinity War

Benedict Cumberbatch, il Doctor Strange in Avengers: Infinity War: tra i personaggi più amati del film diretto da Anthony Russo e Joe Russo. Intervistato da Movieplayer.it, il noto attore americano ha parlato del suo personaggio: “Successo di non far emergere il personaggio? Sì, sicuramente: ci sono dei momenti in cui i baffi cadono, non funziona nulla, ti senti incredibilmente stupido e ti rendi conto che è tutto un trucco. Vale sia per un dramma da camera, che per un cinecomic epico e fantastico, ambientato in un diverso spaziotempo. Devi impegnarti e quando non ci credi si vede ed è terribile, imbarazzante e vorresti solo andare a casa. Il trucco è sempre scuotere la testa, perdere il tuo orgoglio, allontanarti da te stesso e dedicartici”. Un commento sulla convinvenza con Iron Man: “Qui Strange è maturato, non ha più l’ego da adolescente narcisista del primo film.” ci ha detto, proseguendo: “È divertente punzecchiarsi con Stark, ma a un certo punto uno deve cedere: quando questo succede credo che Strange sia l’adulto, perché il suo lavoro è controllare il multiverso, vede più cose contemporaneamente, ha una visione d’insieme e sa che il momento è cruciale. Ma sì, è stato divertente litigare con gli altri”. (Agg. Massimo Balsamo)

AVENGERS: INFINITY WAR

C’è una curiosità da raccontare su Avengers: Infinity War. Improvvisamente un personaggio è diventato davvero molto odiato dal pubblico che sui social network si è scatenato contro di lui come racconta BadTaste.it. Si tratta di Star-Lord interpretato da Chris Pratt. Verrebbe da chiedersi come mai uno dei personaggi più amati improvvisamente è finito tra quelli che il pubblico non sopporta proprio, la risposta è semplice e riguarda lo scatto d’ira avuto da questi quando scopre che Thanos ha ucciso sua figlia Gamora e fidanzata proprio di Peter Quill. Il tutto sarebbe anche normale, se non fosse che questo accade nel momento in cui Iron Man sta per sfilare il Guanto dell’Infinito a Thanos, cercando di renderlo così più mansueto. Una storia che probabilmente non troverà compromessi col pubblico che ora ha tutto per provare astio nei confronti di Star-Lord.

IL SUCCESSO DELLA PELLICOLA

Avengers: Infinity War sta raggiungendo dei risultati veramente straordinari sia per quanto riguarda i numeri al botteghino sia per le parole da parte della critica. Basti pensare che si parla di un record assoluto di 630 milioni di dollari incassati nel mondo e di 9 in Italia nei primi cinque giorni di proiezione. Un film in grado di sbaragliare la concorrenza, lasciando indietro al secondo posto e col bottino comunque importante di 1.7 milioni Loro 1 di Paolo Sorrentino. Avengers: Infinity War è stato distribuito nel nostro paese in 976 copie, raggiungendo la media spaventosa di 6240 euro a sala. Si tratta di un film che riunisce tantissimi personaggi, un vero e proprio kolossal sui supereroi che ha portato nelle sale sia grandi che piccini riunendoli di fronte a un cartone di pop corn con la voglia di passare un pomeriggio o una serata tranquilla. Il film è ancora nelle sale e si propone di raggiungere altri grandi risultati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori