Carmen Russo/ “Non ho paura di morire, ma di non vivermi abbastanza mia figlia”

- Annalisa Dorigo

Carmen Russo ripercorre il suo percorso verso la maternità, avvenuta a 53 anni: ecco perché teme di lasciare la figlia Maria quando ancora avrà bisogno della madre.

Carmen_Russo_ed_Enzo_Paolo_Turchi-2018
Carmen Russo

Carmen Russo è diventata mamma a 53 anni e teme il passare del tempo, pensando di non poter veder crescere la figlia Maria, che ora ha soli cinque anni. Le sue paure e il desiderio di lasciare una sorta di testamento morale alla bambina sono diventate un libro intitolato “Completamente io – Desideravo essere chiamata mamma” (Pathos edizioni) nel quale la showgirl ha scritto alcuni passaggi particolarmente emozionanti. Uno di essi è dedicato proprio al timore di morire prima che la bambina sia cresciuta e indipendente: “Sono diventata madre a 53 anni e sono consapevole di dover intensificare i nostri momenti, raddoppiare le esperienze con te. Non mi spaventa la morte, mi dispiace non vedere le tue trasformazioni”. Pensieri forti che Carmen Russo chiarisce in un’intervista rilasciata nel nuovo numero del settimanale DiPiù effettuata a Palermo, dove l’attrice si reca ogni settimana insieme alla figlia per raggiungere il marito Enzo Paolo Turchi.

CARMEN RUSSO: IL TIMORE DI LASCIARE LA FIGLIA

L’età matura spaventa Carmen Russo, preoccupata di dover lasciare la figlia Maria quando ancora avrà bisogno della mamma. Ma, come lei stessa racconta alle pagine di DiPiù, ciò non siginifica abbandonare l’allegria e la positività che l’ha sempre contraddistinta: “Io sono la Carmen di sempre, allegra, sicura di sè, determinata. Ho scritto di voler stare accanto a Maria per almeno 20 anni perché penso che siano gli anni più importanti di una persona. Poi certo… spero di vivere tanti di più”. E proprio per stare il più possibile accanto alla figlia Maria, Carmen ha deciso di stare molto attenta alla sua salute, molto di più di ciò che faceva in passato, evitando gli eccessi a tavola. Lei e la piccola sono chiamate negli ultimi tempi ad una vita frenetica, in seguito alla decisione di Enzo Paolo Turchi di gestire l’accademia di danza a Palermo. Per il bene della piccola, che frequenta la scuola materna a Roma, la figlia si è momentaneamente separata ma appena possibile Carmen e Maria corrono in Sicilia per trascorrere almeno il weekend assieme al ballerino.

IL LIBRO COME TESTAMENTO MORALE?

Carmen Russo ed Enzo Paolo Turchi sono una coppia da 35 anni anche se sono da cinque sono diventati genitori. Un ruolo che hanno preso con grande serietà anche se in quest’ultimo periodo vivono lontani a causa dei diversi impegni lavorativi. E proprio l’immagine che la bambina dovrà ricordare dei genitori, viene più volte evidenziata dalla showgirl nel suo libro dove afferma: “Scrivendo so che rimarrà una traccia di me e di tuo padre in un angolo della tua libreria, oltre che nel cuore”. Parole emozionanti, che confermano il desiderio di lasciare una sorta di testamento morale alla bambina per quanto sarà grande e non potrà più contare sui genitori al suo fianco. Il desiderio è quello di ripercorrere il viaggio che ha portato alla maternità, m anche lasciare consigli come il restare umile, l’inseguire le proprie passioni e l’assaporare ogni attimo. Ecco perché Carmen ammette: “Ora e fino alla fine dei miei giorni il senso della mia vita sarà Maria”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori