Formazioni Ufficiali Partita del Cuore 2018/ Nazionale cantanti vs Campioni del Sorriso: gli 11 titolari

- Dario D'Angelo

Partita del cuore 2018, probabili formazioni: Nazionale Cantanti contro Campioni del sorriso. Tra interpreti e stelle del calcio di ieri e di oggi. Chi vedremo in campo?

nazionale_cantanti_facebook
La nazionale cantanti (da facenook)

Pronta ad iniziare la Partita del Cuore 2018 dedicata a Fabrizio Frizzi, questi gli undici titolari delle due formazioni. La squadra dei Campioni del Sorriso è schierata dal primo minuto con Vincent Candela (per una volta impegnato nel per lui anomalo ruolo del portiere), Javier Zanetti, Andrea Pucci, Cesare Bocci, Salvatore Ficarra, Gianni Infantino, Jack Savoretti, Ricky, Pio, Amedeo e Luca Bizzarri. Risponde la Nazionale Italiana Cantanti con Benji tra i pali, Neri Marcoré, Ermal Meta, Nicolò Fabi, Antonio Cassano, Paolo Belli, Moreno, Gianluca Ginoble (del gruppo Il Volo), Francesco Totti, Fede ed Enrico Ruggeri. Qualche campione e qualche sorpresa da una parte e dall’altra, pronti a divertirsi nel nome della solidarietà. (agg. di Fabio Belli)

CLICCA QUI PER LA DIRETTA E LO STREAMING VIDEO DELLA PARTITA DEL CUORE RAI 1

CI SARA’ ANCHE MARCO ROSSI

A giocare la Partita del Cuore 2018, ovviamente con i Campioni del Sorriso, sarà anche Marco Rossi: potremmo dire “chi si rivede”, perché il quarantenne lucchese ha appeso le scarpette al chiodo già nel 2013 entrando poi nel settore tecnico del Genoa. Per lui è pronta una grande ovazione da parte di Marassi: Rossi infatti è stato grande protagonista nei rossoblu, di cui è stato anche capitano: ci è arrivato nel 2003, una prima volta per un anno di prestito dal Como (con cui aveva disputato una stagione in Serie A) e già all’epoca, in Serie B, aveva realizzato 8 reti. Nel 2005 è tornato a vestire la maglia del Grifone e ci è rimasto per otto stagioni, sei delle quali da capitano: subito la promozione, poi tante belle soddisfazioni compresa l’avventura in Europa League. Alla fine saranno 300 presenze tonde, con 32 gol; in carriera Rossi si è fatto apprezzare per la sua dedizione che lo ha portato a essere un idolo dei tifosi, ma anche e soprattutto per la versatilità sul campo che gli ha permesso di giocare in tante zone del campo (terzino o esterno di centrocampo su entrambe le fasce, laterale d’attacco o addirittura mezzala). (agg. di Claudio Franceschini)

TRA VECCHI E NUOVI

La Partita del Cuore 2018 vedrà come sempre in campo la Nazionale Cantanti: è una sorta di mix tra esponenti della vecchia guardia e di nuove scelte, inevitabile se si pensa che questa rappresentativa esiste da quasi 40 anni e inevitabilmente anche i suoi interpreti sentono il peso dell’età. Possiamo dunque considerare veterani gente come Paolo Belli, che peraltro è presidente della Nazionale, e poi naturalmente Gianni Morandi, Luca Barbarossa, Enrico Ruggeri e Pupo. A loro però si sono uniti nel corso degli anni altri cantanti: ad esempio Sfera Ebbasta, lo pseudonimo di Gionata Boschetti che è uno degli esponenti della trap, genere musicale molto in voga in questo periodo e che, volendo generalizzare, si può considerare un derivato del rap. Con lui dovrebbe esserci anche Ghali Amdouni, meglio conosciuto con il solo nome di battesimo; e poi anche Clementino e Moreno, i cui nomi però erano già comparsi in qualche versione precedente della Nazionale Cantanti. Da non dimenticare poi Davide Dileo, che tutti conoscono come Boosta: è il tastierista del gruppo torinese dei Subsonica. (agg. di Claudio Franceschini)

CRESCE L’ATTESA

Cresce l’attesa per la Partita del Cuore 2018, intesa non soltanto come occasione di solidarietà, ma anche – perché no? – come scusa per godere di un bello spettacolo calcistico grazie alla presenza di calciatori di ieri e di oggi la cui presenza in campo è garanzia di divertimento. Soffermandoci sulla partita tra Nazionale Cantanti e Campioni del Sorriso, dunque, da chi dobbiamo aspettarci dei lampi di classe. Per quanto riguarda Gianni Morandi e compagni, tra i più attesi forse non delle bandiere come Paolo Belli, Enrico Ruggeri, Neri Marcorè e Niccolò Fabi; curiosità destano invece giocatori dal curriculum in Nazionale più scarno come Boosta dei Subsonica, Massimo Morini dei Buio Pesto, Clementino. Giocate di classe potrebbero nascere dai piedi di Benji e Fede, ma soprattutto di Moreno, il fantasista che in passato si rese protagonista anche di un acceso confronto con Pavel Nedved. Da valutare l’impiego e il ruolo di Briga, Rocco Hunt, Fabrizio Moro, Ermal Meta, mentre nel trio de Il Volo le differenze tecniche sono evidenti; grande curiosità riguarda anche le caratteristiche di Lodo e Albi dello Stato Sociale: i due dimostreranno la stessa elasticità della vecchia che balla? Tra i big Stefano Sorrentino sarà certamente tra i pali. E riuscite ad immagire un Bruno Conti che non agisca sull’ala o un Paolo Maldini che non diriga la difesa? Francesco Totti e Antonio Cassano ovviamente agiranno in attacco.

I CAMPIONI DEL SORRISO

Se non è facile dire come si schiereranno in campo i giocatori della Nazionale Cantanti, è più facile intuire che il ruolo di alcune delle stelle che scenderanno in campo con i Campioni del Sorriso. Mattia Perin, portiere del Genoa (forse ancora per poco) sarà il portiere della selezione. Troverà in posizione di regista un compagno di squadra come Andrea Bertolacci, ma sarà curioso vederli collaborare con un altro idolo di Genova – metà blucerchiata – solitamente loro rivale come Fabio Quagliarella. Tra i dilemmi della serata sarà curioso capire se Pio e Amedeo, dopo mesi a scrocco dei calciatori più forti del mondo, abbiano rubato o meno qualche segreto da loro. Non si potrà chiedere un grande dispendio energetico a due bandiere della solidarietà come Teo Teocoli e Massimo Boldi, mentre da Cesare Bocci e Fabio Conticini ci si può attendere un impegno atletico di più alto livello. Tra gli ex calciatori confermata anche la presenza dell’ex capitano dell’Inter Javier Zanetti.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori