Nemico pubblico/ Su Rete 4 il film di Michael Mann (oggi, 7 maggio 2018)

- Cinzia Costa

Nemico pubblico, il film in onda su Rete 4 oggi, lunedì 7 maggio 2018. Nel cast: Johnny Depp, Christian Bale e Channing Tatum, alla regia Michael Mann. Il dettaglio della trama.

nemico_pubblico_film_di_michael_mann
Il film in seconda serata su Rete 4

CURIOSITÀ SULLA REALIZZAZIONE DEL FILM

La pellicola Nemico Pubblico è stata prodotta nel 2009 negli Stati Uniti d’America per la regia di Michael Mann, la sceneggiatura è stata curata dallo stesso regista e da Ronan Bennet, tra i produttori si evidenzia anche Robert De Niro. Le case di produzione che hanno fatto parte di questo progetto sono Universal Pictures, Forward Pass e TriBeCa Productions. Il montaggio del film è stato realizzato da Paul Rubell con le musiche di Elliott Goldenthal e la scenografia di Nathan Crowley. Mann è un regista poliedrico da ricordare per diverse pellicole interessanti come ‘Manhunter – Frammenti di un omicidio’, ‘Alì’, ‘L’ultimo dei Mohicani’ ma, soprattutto per ‘Insider – Dietro la verità’, candidato all’Oscar e magistralmente interpretato da una coppia anomala che in quel film ha funzionato sul serio, Al Pacino e Russel Crowe’. Solo la frase finale merita il film, perché in quel rude saluto all’amata, Dillinger innesca una serie di meccanismi che comunque rendono simpatiche quelle canaglie dal mitra e dalla colt facile. Il film è piaciuto subito, osannato dal pubblico anche la critica ha riportato elogi, nonostante qualche delatore marginale. Al botteghino l’incasso è stato cospicuo, ben 214.104.620 di dollari, nessun premio in bacheca ma il rispetto degli amanti del genere e di molti cinefili che hanno apprezzato un cast dorato ma con il merito di essere diretto con grande classe alla regia.

NEL CAST CHRISTIAN BALE

Nemico pubblico, il film in onda su Rete 4 oggi, lunedì 7 maggio 2018 alle ore 23.30. Il tema del film è proprio la storia, romanzata ma autentica, dei rinomati gangster John Dillinger, Baby Face Nelson e Charles Arthur Floyd, particolarmente vivaci nel mondo del crimine durante la Grande depressione del 1929, un anno genuino per i gangster, anche di origini italiane, come il whisky contrabbandato in quegli anni precedenti il New Deal. Regista della pellicola è l’ottimo Michael Mann, di Chicago, come Al Capone e la sua banda di contrabbandieri e mafiosi, città in cui si respirava polvere da sparo e fumi dell’alcol. Nel cast di ‘Nemico Pubblico’, Mann dirige un trio di assi vincenti tra i quali Johnny Depp, Christian Bale (impossibile dimenticare le sue parti nel gotico Batman del ‘Cavaliere oscuro’), Jason Clarke, nel trio forse il più debole ma di grande talento. Interprete femminile di talento Marion Cotillard, anch’essa nel cast con Bale de ‘Il cavaliere oscuro – Il ritorno’. Ma vedimao adesso la trama del film nel dettaglio.

NEMICO PUBBLICO, LA TRAMA DEL FILM D’AZIONE

Siamo agli inizi degli anni ’30 negli Stati Uniti della Grande depressione, il criminale John Dillinger (Johnny Depp) aiuta ad evadere dal carcere l’amico John Hamilton (Jason Clarke nella parte), criminale come lui ma canadese e di origini irlandesi. Sulle loro tracce l’agente pluri-premiato Melvin Purvis, chiamato anche ‘Little Mel’ per la bassa statura (l’attore che interpreta il poliziotto è Christian Bale), avvocato ed agente di polizia, ‘eroe’ federale di quell’America impegnata nella lotta contro il crimine. La banda di Dillinger non ha paura e non teme nessuno, crimini di ogni tipo e in diversi stati della Federazione sono per loro all’ordine del giorno, sbruffoni e arricchiti dalle loro attività criminose, donnaioli incalliti ed amanti della bella vita facile e sfrontata. Ma le cose iniziano a cambiare nel momento in cui Baby Face Nelson uccide uno dei poliziotti fidati di Purvis, in quel momento l’agente federale richiede rinforzi ed uomini d’esperienza per creare un team in grado di contrastare la malavita criminale della band. Purvis farà leva proprio sulle donne della gang, le donne della mala, dei bassifondi, come Billie Frechette, amata da Dillinger, o Anna Sage che in cambio di delazioni sui rifugi della band, ottiene di non essere estradata nel suo paese d’origine, la Romania. Inizia così una caccia alla band, Purvis organizza diverse imboscate ai criminali, ne uccide alcuni, in attesa dello scontro faccia a faccia con Dillinger in persona e sarà proprio la Sage a consegnare il criminale alla polizia dicendo dove si sarebbe trovato, cioè in un cinema, luogo in cui viene colpito a morte ma proprio sul momento di esalare l’ultimo respiro ha una parola da riferire all’amata Billie e chiede ad uno dei poliziotti di riferirle la frase ‘dì a Billie da parte mia, bye bye, Blackbird!’.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori