ANTHONY BOURDAIN, IL DOLORE DI ASIA ARGENTO/ Il messaggio social fa il giro del mondo e le critiche continuano

- Hedda Hopper

I risultati dell’esame tossicologico rivelano novità importanti sullo chef Anthony Bourdain proprio mentre Asia Argento lo ricorda sui social a due settimane dalla morte

anthony-bourdain
Anthony Bourdain

A due settimane dalla morte dello chef Anthony Bourdain, la compagna Asia Argento torna a scrivere e a ricordarlo. Asia in questi giorni è impegnata con le registrazioni delle audition di X Factor, shoiw del quale è nuovo giudice. Una scelta, quella di partecipare nonostante la morte del suo compagno, che le ha causato grandi critiche. A difenderla è stata l’amica e collega Rose McGowan, scrivendo: “Anthony Bourdain aveva i suoi demoni: uccidersi è stata una sua scelta personale. Aveva cercato aiuto ma non aveva seguito il consiglio dei medici. Ora non siate sessisti, non accusate Asia Argento: la loro era una relazione aperta e Tony non avrebbe voluto vederla ferita così”. Tuttavia è molto probabile che quando le puntata di x Factor andranno in onda, fioccheranno nuove critiche per la Argento. (Aggiornamento di Anna Montesano)

IL MESSAGGIO CHE DIVIDE

Sono passate due settimane dalla morte di Anthony Bourdain e Asia Argento ha condiviso una foto in cui è felice accanto allo chef sia su Instagram che su Twitter. Il messaggio dell’attrice ha fatto il giro del mondo, ma mentre su Instagram sono stati disattivati, su Twitter, gli utenti stanno commentando il gesto social dell’Argento. Molti followers hanno apprezzato il ricordo dell’attrice, mentre altri non hanno particolarmente apprezzato la foto e le parole dell’Argento. L’attrice, però, non dà peso alle continue critiche che continua a ricevere andando avanti per la sua strada. Per reagire al grande dolore, infatti, l’attrice ha scelto di continuare a lavorare presenziando anche ai provini di X Factor 2018. La morte del famoso chef, dunque, continua a far discutere. Da parte sua, la Argento sta affrontando la scomparsa del compagno a modo suo, circondandosi dell’affetto della sua famiglia (aggiornamento di Stella Dibenedetto).

IL DOLORE DI ASIA ARGENTO

Si torna a parlare della morte di Anthony Bourdain e della sua fidanzata/compagna, Asia Argento. Nei giorni scorsi l’attrice è finita nel mirino per una serie di eventi e gossip che l’hanno messa con le spalle al muro sin da quando la notizia della morte dello chef è stata annunciata. Proprio pochi giorni prima la Argento era stata paparazzata in atteggiamenti complici con il giornatlista francese Hugo Clément e in molti hanno pensato che proprio questa potesse essere la causa del folle gesto di Bourdain. A difendere l’attrice ci ha poi pensato l’amica Rose McGowan che, in una lettera inviata ai giornali, ha rivelato alcuni dettagli sulla loro storia confermando anche che era “aperta” e che i due erano liberi di vedere altre persone. Tanto basta per “scagionare” Asia ma le cose peggiorano quando decide di onorare il suo impegno con X Factor prendendo parte alle registrazioni delle audizioni.

IL MESSAGGIO DI ASIA ARGENTO E I RISULTATI DEGLI ESAMI DEL SANGUE

Altra scelta, altra polemicha ma la Argento ha ringraziato il pubblico che la sostiene ed è andata avanti per la sua strada, per i suoi figli, e oggi? A due settimane di distanza, l’attrice affida il suo pensiero ai social postando una foto al mare insieme ad Anthony Bourdain e scrivendo un significativo e breve messaggio: “Due settimane senza di te“. Come se questo non bastasse, però, quella di oggi è una giornata importante per via dell’arrivo dei primi risultati dell’esame tossicologico effettuato allo chef. Secondo gli inquirenti Bourdain è morto per impiccagione ma nel suo sangue non c’era assolutamente presenza di sostanze stupefacenti e nemmeno di altro tipo di medicinali. Un funzionario giudiziario francese ha dichiarato al New York Times che Bourdain non aveva narcotici nel suo corpo quando è morto, c’era solo una “traccia di una medicina non narcotica in una dose terapeutica” al momento della sua morte.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori