ELISA – 20 ANNI IN OGNI ISTANTE/ Pagelle: il meglio dei concerti all’Arena di Verona (replica)

- Rossella Pastore

S’intitola Elisa – 20 anni in Ogni istante il best of dei concerti all’Arena di Verona dedicati a Elisa Toffoli. Tra gli invitati, alcuni dei più grandi artisti della musica italiana.

elisa_20_anni_in_ogni_istante
Elisa - 20 anni in Ogni istante

È andato in onda ieri Elisa – 20 anni in Ogni istante, il meglio dei live celebrativi della cantante triestina. I concerti, tenutisi a settembre all’Arena di Verona, hanno riscosso un enorme successo di audience. Merito dei grandi ospiti che ne hanno preso parte, rendendo gli eventi ancora più acclamati. La prima, secondo la scaletta, è Giorgia, cui è affidato il ruolo di scaldapubblico. Di fatto non è difficile: bastano tre minuti, il tempo di un duetto sulle note di Luce. Quanto ai look, spicca la gonna stile Sex and the City, che le vale il premio “best outfit” della serata. La stessa Bertè è una campionessa di stile, ma stasera non brilla. “Scusate, è l’emozione”, si giustifica. Almeno tu nell’universo era la canzone di Mimì.

Per il duetto, Sangiorgi sceglie Ti vorrei sollevare. Non è affatto una sorpresa: nel 2008, quello di Elisa fu il featuring più riuscito. I due sono molto legati, al punto di affibbiarsi soprannomi a vicenda. “Io lo chiamo Zio Puccio”, fa sapere Elisa. Il trio di amici si completa con Emma, e Sorrido già non è mai stata così grintosa. A metà serata, dopo Sangiorgi & Co., è il momento della guest star. “Lei è l’ospite speciale”. Pausa. “‘Speciale’ perché viene da lontano”, specifica. Si tratta di LP, la talentuosa cantante di Strange. “È bellissimo stare qui!”, dice in un buon italiano. Poco dopo arriva anche la Amoroso. Lei è “solo” salentina, ma non per questo merita un trattamento di sfavore.

Imbracciata la chitarra, Elisa si cimenta in una performance insolitamente rock. A giudicare dai capelli, almeno, in disordine dopo aver scosso un po’ troppo la testa. Dal rock al rap con Fabri Fibra: “Anche se non trovi le parole/cerco gente che sa quello che vuole/anche tu/anche se/non trovi le parole”. Sono rime un po’ campate per aria; il duetto stesso, poi, non è dei più azzeccati. Verso la fine, un corteo di fiaccole sfila in platea. Sono le ragazze del coro, che acccompagnano Elisa nella romantica Rainbow. Una poesia anche per te, verso la fine, è il giusto pretesto per cantare tutti insieme. Al coro si unisce il pubblico: l’effetto davvero poetico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori