ENRICO MENTANA/ Video, dà del c***ne a un cronista? Ma è tutto costruito. Ecco la verità

Enrico Mentana è stato accusato di aver dato del c****ne a un giovane cronista dell’agenzia Dire. Tutto perchè voleva sapere come, il direttore di La7, avrebbe finanziato ll gionale online

20.07.2018 - Camilla Rosa Alice Catalano
enrico_mentana_facebook
Enrico Mentana

La tanto attesa risposta del direttore del telegiornale di La7 è arrivata contro i titoli di giornali scritti contro lui, nelle ultime ore. Si accusava che Enrico Mentana avesse riservato a un cronista, parole poco garbate per deviare la risposta a una domanda che riguardava il nuovo giornale online. L’accusa, spiega il direttore, è costruita e falsa “come da documentazione filmata, che non viene postata”. Come sarebbe andata la “fastidiosa storiella”? Dal video è possibile capire che Enrico Mentana si sia infuriato con un cronista che avrebbe saltato la fila per porre le domande, invocando una certa urgenza. Ma poco dopo lo stesso giornalista si presenta, nuovamente, e Mentano non resiste: “Sei un c*****ne, te lo dico onestamente. Non è un professionista. Sembrava che stessi per morire, dovevi andartene via e invece sei ancora qui”. (Agg. Camilla Catalano)

UNA FASTIDIOSA STORIELLA

E alla fine la tanto attesa risposta di Enrico Mentana è arrivata al grido di “Fastidiosa storiella”. Il direttore ha deciso di usare il suo profilo Facebook per smentire tutto quello che sarebbe successo per via di una presunta domanda scomoda alla quale non avrebbe voluto rispondere nascondendo qualcosa. Non ci sono mezze misure e se questa volta la carta non può cantare, sono le riprese video a farlo per lui che chiama in causa anche tutti coloro che erano presenti e che potranno così regalare nuovamente “ossigeno ai moralisti in ansia in queste ore”. Enrico Mentana risponde con un lungo post che potete leggere integralmente cliccando qui, e dove ha confermato: “Ho risposto con chiarezza a tutte le sue domande, decine di minuti prima dell’alterco che, non a caso, si è concluso con le scuse del giornalista, e che non aveva a che fare con il contenuto delle sue domande“. Il caso del giorno si è finalmente chiuso o andrà avanti con un nuovo capitolo e una nuova risposta? (Hedda Hopper)

ENRICO MENTANA NASCONDE QUALCOSA?

Che si sia trattato di una sorta di trance collettiva, che non si poteva interrompere, lo si è capito quando il semplice e giovane cronista dell’agenzia Dire ha riportato tutto alla banalità del quotidiano chiedendo: il giornale lo finanzierà il suo direttore Urbano Cairo? Apriti cielo. Una domanda terra terra che ha fatto uscire dai gangheri il mega-super-direttore inventore della nuova frontiera della comunicazione. Alla fine Mentana, infastidito, ha dato del coglione al cronista di Dire”. Così sarebbero andati i fatti tra Enrico Mentana e un cronista dell’agenzia Dire, durante la presentazione del Campus Party di Milano. Così è intervenuto il direttore stesso di Dire che accusa Mentana di aver usato parole non corrette verso un giovane che gli aveva posto una domanda, sebbene scomoda, più che legittima.

MENTANA RISPONDERA’?

L’articolo di Nico Perrone racconta la situazione: “Il giornalista aveva assunto le sembianze di un guru che istruiva i discepoli su come dovrà cambiare l’informazione, il mestiere del cronista”. E le accuse proseguono: “Ha messo alla berlina un cronista colpevole di fare il suo mestiere”. In fin dei conti, da quanto raccontato da il direttore di Dire, Mentana ha deciso di aggredire il giovane soltanto per non rispondere a una domanda che gli risultava essere parecchio scomoda. Del resto anche Dire può vantare di avere una redazione molto giovanile: su 62 giornalisti la media di età si aggira intorno ai 34 anni e tutti sono contrattualizzati. A breve arriverà anche il giornale online di Enrico Mentana che, prima, vedremo se deciderà di rispondere a queste accuse.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori