Nicoletta Mantovani/ La vedova di Luciano Pavarotti: “È importante che i ragazzi onorino il proprio talento”

- Fabiola Iuliano

Nicoletta Mantovani, moglie di Luciano Pavarotti dal 2002, è stata sua compagna e sua musa per molti anni. A lei è oggi affidato il ruolo di ricordare la memoria del noto tenore nel mondo.

luciano_pavarotti_2017 Luciano Pavarotti

Presenza costante nella vita di Luciano Pavarotti, Nicoletta Mantovani è la seconda moglie dell’indimenticabile tenore. I due si sono sposati nel 2003 dopo il divorzio di Pavarotti dalla sua prima moglie, anche se i rumors su una loro presunta relazione circolavano negli ambienti musicali già da tempo. La coppia, che nel 2002 ha dato alla luce la piccola Alice, è unita da una grande passione per la musica e sarà proprio questo sentimento, che per la prima volta ha visto Pavarotti unire alla lirica il genere pop, che darà vita negli anni a venire all’indimenticabile concerto di Pavarotti & Friends, uno spettacolo che ha unito i principali protagonisti del mondo della musica in una festa ricca di emozione. Manager dell’Evento, Nicoletta Mantovani si è sempre occupata soprattutto dell’organizzazione e dei contatti, diventando punto centrale dell’intera attività del tenore, di cui ancora oggi custodisce con passione la memoria.

“NON È IL SACRIFICIO, MA LA DEVOZIONE…”

Da sempre appassionata di musica, Nicoletta Mantovani porta avanti con costanza il ricordo di Luciano Pavarotti, celebrato attraverso una serie di eventi che nell’estate scorsa hanno dato vita a una serata tutta dedicata alla sua straordinaria carriera. Manager da sempre in prima linea in tutte le attività che si affiancano al ricordo dell’indimenticabile artista, la Mantovani ha recentemente rilasciato una video intervista ai microfoni di All Music Italia, dove ha condiviso, a favore delle nuove generazioni, i suoi preziosi consigli per avere successo nel mondo della musica: “È importante che i ragazzi inizino non con la voglia di diventare famosi, ma con la voglia di onorare il proprio talento, quindi attraverso lo studio – ha dichiarato la vedova di Luciano Pavarotti – non è il sacrificio ma la devozione, così la chiamava Luciano”. Nelle sue parole, anche il ricordo della sua partecipazione a Sanremo come membro della giuria di qualità, dove ha visto diversi grandi nomi della musica, alternarsi nel corso delle varie edizioni: “In questi anni son passati dei grandi talenti che poi sono diventati dei numeri uno della canzone italiana, quindi fa piacere. Lo stesso Gabbani…”.

IL PREMIO “DIETRO LE QUINTE”

Durante le manifestazioni collaterali dell’ultimo Festival di Sanremo, Nicoletta Mantovani è stata premiata con il Premio Dietro Le Quinte, un riconoscimento molto ambito che le ha dato la possibilità di rivivere alcuni momenti della sua vita al fianco di Luciano Pavarotti. “È stato un premio molto bello – ha ricordato infatti la vedova del tenore in un’intervista rilasciata ad All Music Italia – perché mi ha dato la possibilità di rivedere vecchi amici e rivivere le emozioni dell’epoca e del Sanremo fatto con Luciano che furono poi due: uno come giurato e uno come conduttore”. Secondo Nicoletta Mantovani, in particolare, quello ricevuto “è un premio speciale”, dal momento che il ruolo di chi resta “dietro le quinte” è “in genere sottovalutato il più delle volte”. Secondo la Mantovani, infatti a che chi sta dall’altra parte del palcoscenico ha un compito fondamentale e “che ha una sua importanza” e proprio per  questo motivo “è bello che sia raccontato”.





© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori

Ultime notizie

Ultime notizie