Jim Carrey: “La fama non mi interessa più”/ “Depressione? Arriva quando corpo e mente non ce la fanno più”

- Paolo Vites

Torna Jim Carrey, da tempo sparito dal grande schermo, ma in una serie televisiva. Dopo il suicidio della fidanzata si è ritirato per riprendersi, adesso il ritorno

jim_carrey_lapresse
Jim Carrey (LaPresse)

Grande protagonista del cinema degli anni 90 e primi duemila, Jim Carrey sembrava destinato a essere una delle star del cinema più famosi al mondo nei ruoli di Ace Ventura e soprattutto in “The Truman Show”. Attore di classe superiore, capace di interpretare ruoli drammatici (lo ricordiamo nel capolavoro “Se mi lasci ti cancello”) a quelli comici, da qualche tempo, anche per la brutta storia della fidanzata morta suicida, non si sentiva più parlare di lui. Il ritorno, come dice in una intervista pubblicata oggi da La Stampa, lascia interdetti: Jim Carrey torna al suo primo amore, quello che lo vide esordiente, la tv, quando nel 1990 recitava nel programma In Living Color. E’ protagonista infatti della fiction televisiva Kidding, in cui interpreta un conduttore della tv dei ragazzi: “Ho lasciato il business, non penso più alla fama” dice. Ma rassicura che la serie che sta interpretando non è la solita fiction umoristica di cui è piena la televisione americana. E’ invece la storia di un uomo “in caduta libera, che si rende conto di vivere in un mondo in cui gentilezza e tolleranza non pagano”.

JIM CARREY: “LA FAMA NON MI INTERESSA PIÙ”

Dice di sentirsi se stesso in questo ruolo: una persona spiritosa con le battute sempre pronte e che un momento dopo sembra travolto dal dolore. A proposito del periodi di silenzio spiega che si sentiva nella vita proprio come nel Truman Show, un mondo finto dove tutto è incentrato sul successo, accorgendosi improvvisamente dopo cinque anni che aveva già lasciato quel mondo. “Non sono quello che appare nei film, chi siamo è una cosa molto più grande” spiega. Tra le tante passioni che ha scoperto di avere, anche quella della pittura e delle vignette di satira politica: “Per me è tutto la stessa cosa” dice. Nel 2015 la sua fidanzata si tolse la vita, venne addirittura accusato di averla indotta al suicidio: “Sono felice e triste, solo e soddisfatto. Nella società di oggi ogni cosa è accompagnata da vergogna e umiliazione. E’ quanto cerco di dire in questa serie tv: ci sono circostanze nella vita in cui il tuo corpo e la tua psiche non ce la fanno più, è quella che si chiama depressione”. E che colpisce sempre più persone: è quello il momento, suggerisce, in cui devi riposarti e allontanarti da tutto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori