Km Kardashian, soffre di psoriasi e lancia un allarme/ Il tweet di lady West: “Ho bisogno di un aiuto”

- Camilla Rosa Alice Catalano

Kim Kardashian chiede aiuto: “La mia psoriasi sta peggiorando, non posso più coprirla”. Il Tweet e i commenti dei dottori

kim_kardashian_instagram_R439
Kim Kardashian

Penso che sia giunto il momento di iniziare una cura per la psoriasi. Non l’ho mai vista così come prima d’ora e non posso più coprirla giunta a questo stadio. Sta prendendo tutto il mio corpo. Qualcuno ha provato qualche cura per la psoriasi, quale funziona meglio? Ho bisogno di un aiuto il prima possibile”. Kim Kardashian West scriveva queste parole il 23 dicembre su Twitter, alla vigilia dell’inizio delle feste di Natale. Un Tweet ripostato più di mille volte e commentato da più di 5 mila persone, fan, ma anche da dottori esperti. “Kim – scrive un medico – la psoriasi è una manifestazione tipica di un’infiammazione di una parete intestinale. Anche io ne ho sofferto e la soluzione è stata rimuovere cibo vegetale dalla mia dieta e mangiare carne, pesce, uova, avocado e trascorrere del tempo al sole”.

LA PSORIASI, UNA MALATTIA CRONICA CHE PEGGIORA IN INVERNO

Non è la prima volta che Kim Kardashian parla della sofferenza causatale dalla psoriasi di cui soffrono anche la madre e una delle sorelle. Tra gli utenti a commentare il grido di aiuto della moglie di Kanye West anche il National Psoriasis Foundation: “Possiamo aiutare te e altre persone che ne soffrono a trovare uno specialista della psoriasi nella tua zona per trovare il trattamento giusto”. La psoriasi, malattia cui soffre Kim Kardashian, si manifesta con chiazze rosse ed eritemi che tendono a trasformare la pelle in squame bianche. La malattia cronica della cute è di carattere ereditario, durante l’inverno tende a peggiorare e i pazienti sono costretti a conviverci per sempre. Molte volte il peggioramento, durante l’inverno, può essere causato dalla mancanza dei raggi solari che portano beneficio a chi ne soffre. Ecco il motivo per il quale Kim Kardashian vede la sua pelle peggiorata.



© RIPRODUZIONE RISERVATA