Vittorio Sgarbi, sigaretta a Quarta Repubblica/ Video: “Faccio che ca*zo voglio, non sono nel tuo studio”

- Hedda Hopper

Vittorio Sgarbi provoca a Quarta Repubblica mostrandosi con una sigaretta che non accenderà mai in nome della “non integrazione” di cui si fa esempio, ecco il video del momento

quarta repubblica vittorio sgarbi
Vittorio Sgarbi, Quarta Repubblica

Vittorio Sgarbi torna a far discutere e questa lo fa come ospite di Quarta Repubblica e di Nicola Porro per dire la sua sul tema dell’immigrazione e dell’accoglienza. Sicuramente il critico d’arte non viene invitato solo per il suo pensiero ma anche per il suo modo di dire le cose e il sorriso del conduttore quando cerca di tenerlo sotto controllo e calmarlo la dice lunga sul suo intento. Rimane il fatto che il critico ne combina un’altra delle sue lanciando una forte provocazione non tanto come disturbatore della trasmissione quanto per evidenziare il fatto di essere contro l’integrazione al grido di: “Non voglio essere integrato!”. Pomo della discordia è una sigaretta che lo stesso Sgarbi sfoggia ma che, in realtà, non accende per tutto il blocco che lo riguarda e che lo vede ospite. Ma cosa è successo di preciso?

IL SIPARIETTO A QUARTA REPUBBLICA

Proprio mentre si parlava di immigrazione, porti chiusi e integrazione, Vittorio Sgarbi, in collegamento dalla sua casa a Quarta Repubblica, ha pensato bene di prendere in mano una sigaretta e mostrarsi così al pubblico. Inutile dire che Porro ha cercato subito di arginare la cosa pregandolo di posarla perché altrimenti non sarebbe stato mandato in onda ma Sgarbi ha subito rilanciato: “Ma che dici? Sono a casa mia e non nel tuo studio di m***a – dice – farò quel c***o che voglio no? Ho i miei costumi, nei miei costumi c’è il fumo. Non voglio essere integrato!” Il messaggio del critico è arrivato forte e chiaro ma Nicola Porro, con un sorriso ironico, lo richiama ancora: “Ma non hai mai fumato!” e Sgarbi, riportandosi la sigaretta in bocca, conferma: “Ho cambiato idea, ora sì”. Clicca qui per vedere il video del momento che ha subito fatto il giro dei social.



© RIPRODUZIONE RISERVATA