Gina Lollobrigida e Javier Rigau, matrimonio annullato/ La Sacra Rota si è pronunciata: “Finalmente signorina”

- Hedda Hopper

Gina Lollobrigida e Javier Rigau non sono più marito e moglie. Il presunto raggiro dell’imprenditore spagnolo si è concluso con l’annullamento del matrimonio da parte della Sacra Rota

Gina Lollobrigida
Gina Lollobrigida a Domenica in
Pubblicità

Un incubo che finisce oppure un raggiro andato male, mettetela come volete ma Gina Lollobrigida, ormai 91enne, festeggia il suo essere tornata signorina. Ebbene sì, sembra proprio che il finto matrimonio tra l’attrice e l’imprenditore spagnolo Javier Rigau sia terminato dopo l’intervento della Sacra Rota che avrebbe annullato tutto rendendo l’attrice nuovamente signorina come lei stessa ha spiegato al Corriere della Sera. La Bersagliera, 91 anni, da tempo accusa ormai l’imprenditore di averla sposata e raggirata usando stratagemmi e tranelli ma senza mai ottenere molto, almeno fino a ieri quando la Sacra Rota avrebbe finalmente annullato il matrimonio di cui si era accorto solo il giovane assistente dell’attrice, Andrea Piazzola. A quanto pare, ormai quasi dieci anni, l’imprenditore spagnolo avrebbe usato una firma per procura, che doveva essere usata per altro, per il loro matrimonio annunciato poi dallo stesso Rigau il 29 novembre 2011.

Pubblicità

ARRIVA L’ANNULLAMENTO PER IL MATRIMONIO DEL “SECOLO”

Secondo quanto riporta il Corriere sembra che proprio ieri pomeriggio, in via informale, Gina Lollobrigida sia stata convocata nella sede della Sacra Rota a Roma proprio per ricevere l’annuncio che ormai aspettava da tempo. La notizia era nell’aria già da un po’ visto che, secondo i bene informati, proprio l’attrice avrebbe spostato la sua importante partenza per Hollywood dove prenderà parte al docufilm sulla sua vita dal titolo The Last Diva. Proprio Il Corriere ha raccolto le sue prime impressioni visto che, senza girarci molto su, ha commentato: “Finalmente! La verità doveva venire fuori. E poi il fatto che sia stato proprio il pontefice a siglare la sentenza di annullamento mi riempie ancor più di gioia. Quell’individuo (Rigau, ndr) non la piantava più di farsi pubblicità sul mio nome. Ma soprattutto metteva in dubbio la mia credibilità e avanzava diritti che non ha sul mio patrimonio!”. Tutto è bene quel che finisce bene e siamo sicuri che presto la Lollo sarà in tv a raccontare questo lieto fine.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità