Giorgia Rossi/ “Lo stadio era la mia seconda casa” (#CR4)

- Fabiola Iuliano

Giorgia Rossi, volto dell’informazione di Sport Mediaset, questa sera sarà tra gli ospiti del salotto di Piero Chiambretti (La Repubblica delle Donne)

giorgia rossi pressing facebook 2018 640x300
Giorgia Rossi a Pressing (Facebook)

Giorgia Rossi è ospite questa sera nel salotto di Piero Chiambretti per la nuova puntata de La Repubblica delle Donne. Giornalista sportiva e conduttrice di Mediaset, la Rossi è uno dei volti più amati dei principali programmi sportivi: “Ho fatto solo tv dall’inizio – ha raccontato la giornalista in un’intervista concessa a 105 mi Casa – non so se è un privilegio. Devo dire che forse una volta sono andata ospite da una radio per parlare di calcio”. Protagonista su sport Mediaset, ha parlato della tutt’altro che insolita accoppiata donne-calcio e dello spazio che sempre più spesso le sue colleghe conquistano nei principali programmi sportivi: “Noi donne possiamo parlare di calcio, possiamo cucinare un buon piatto la sera quando torniamo a casa dopo una lunga giornata di lavoro, possiamo divertirci e andare a vedere un film – ha dichiarato la giornalista su Radio 105 – possiamo fare quello che fanno gli uomini, è la stessa cosa”.

Giorgia Rossi, “Lo stadio era la mia seconda casa”

Oggi è uno dei volti più amati dell’intrattenimento sportivo di Mediaset e fra poche ore si racconterà nel salotto de La Repubblica delle Donne. Ma da cosa ha origine la passione di Giorgia Rossi per lo sport? “Mi sono innamorata del calcio da piccolina, andavo allo stadio con mio papà, con mio nonno, lo stadio era la mia seconda casa”, ricorda la giornalista in un’intervista concessa a 105 Mi casa. Tra le sue conduzioni più recenti quella di Pressing, storico programma di Mediaset che in passato ha visto al timone l’indimenticabile Raimondo Vianello. “Da piccola lo guardavo ogni tanto, diciamo che ho dei vaghi ricordi – rivela la giornalista a radio 105 – probabilmente il ricordo incredibile che ho nella mia mente, impossibile fare quello che faceva Raimondo Vianello”. Dell’attore e conduttore, la Rossi rivela: “L’ho visto in maniera trasversale: parlare di calcio, divertirsi con sua moglie Sandra. Casa Vianello era un appuntamento fisso, quando ero piccolina pomeriggio ero a casa, lo cercavo ovunque”.

“Se non fossi diventata giornalista avrei fatto l’avvocato”

Alla conduzione del programma sportivo che ha accompagnato i Mondiali in Russia, Giorgia Rossi ha conquistato una grande popolarità. La giornalista, che questa sera si racconterà nel salotto de La Repubblica delle Donne, ha però rivelato al Corriere della Sera che la notorietà non ha cambiato il suo stile di vita. Grazie al suo talento ha inoltre ricevuto i complimenti da parte di un’altra grande giornalista sportiva, la collega Ilaria D’Amico. Di lei la Rossi ha rivelato: “No, ma non credo dovesse. Ci siamo incrociate solo due volte, penso che non si ricordi nemmeno di me”. Inoltre, se oggi potesse esprimere il desiderio di conoscere un giocatore, probabilmente la scelta ricaderebbe su Pelè, mentre per quanto riguarda la sua carriera rivela: “Se non fossi diventata giornalista avrei fatto l’avvocato penalista. Ho lasciato l’università a quattro esami dalla laurea”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA