Marina Di Guardo, mamma di Chiara Ferragni/ Danneggiata dalla fama della figlia? La risposta che spiazza

- Valentina Gambino

Marina Di Guardo parla della visibilità di Chiara Ferragni che, per alcuni versi, potrebbe anche danneggiare la sua immagine di scrittrice.

marina di guardo e chiara ferragni
Chiara Ferragni con la mamma Marina Di Guardo

Marina Di Guardo oltre ad essere la mamma di Chiara Ferragni, la suocera di Fedez e la nonna del piccolo Leone è anche una scrittrice di successo. Molto brava e talentuosa, la donna si è confidata con Vanity Fair all’uscita del suo quinto romanzo edito da Mondadori dal titolo “La memoria dei corpi”. La popolarità della figlia per Marina è stata importante dal punto di vista della visibilità certo, ma si rende anche conto di essere stata “danneggiata” dal punto di vista della credibilità che può avere in tutti quegli ambienti dove si potrebbe pensare: “Ah la mamma della Ferragni pubblica libri, chissà chi glieli scrive?” […] Se avessi voluto sfruttare mia figlia mi sarei indirizzata sulla moda: farei l’influencer anche io, ce ne sono della mia età”. Essere la mamma di una delle fashion blogger più influenti al mondo non è sempre facile proprio perché la Ferragni è quotidianamente esposta: “ogni giorno c’è un articolo scandalistico, una cattiveria. Però vedo che sa gestire la situazione […] Mi ricordo che Chiara in prima elementare uno dei primi giorni tornò a casa molto triste perché aveva scoperto che un suo compagno di classe sapeva leggere e scrivere da quando aveva 4 anni, e lei no. Allora le ho spiegato che non era importante, avrebbe imparato, e avrebbe fatto grandi cose nella vita”.

Marina Di Guardo: “A volte sognavo una figlia con una vita normale”

Marina Di Guardo intervistata da Vanity Fair, ha parlato molto di Chiara Ferragni confidando di avere sognato ogni tanto, una figlia che facesse una vita “normale”. “Per anni ha viaggiato sempre e io l’ho vista poco. Lo dico sempre alle mie amiche: ma non poteva fare una bella carriera qui a Cremona?”. E sull’esposizione mediatica di suo nipote Leo: “è una scelta che io rispetto. Le foto di Leo non comunicano altro che allegria e un bel senso di famiglia. Per Leo non ci sono accordi commerciali, su questo sì non sarei stata d’accordo. Ma essere nonna è saper stare un passo di lato”. Per quanto riguarda il genero Fedez, lo definisce un ragazzo geniale e sensibile: “Quando Chiara ha sentito per la prima volta la canzone in cui Fedez la citava (Vorrei ma non posto, ndr), non mi sarei mai immaginata che si mettessero insieme”. Marina con la figlia ha uno splendido rapporto, a differenza sua che con il padre (il nonno di Chiara) ha vissuto un legame molto travagliato: “All’ultimo anno di liceo sono andata via di casa. Tornavo a salutare mia mamma quando lui non era in casa, perché il giorno in cui ero andata aveva detto: per me è morta”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA