Loredana Bertè:”Sanremo? Un’ingiustizia contro di me”/ “Tornarci? Mai da concorrente”

- Dario D'Angelo

Loredana Bertè torna a parlare dopo il quarto posto a Sanremo: il suo è stato l’ultimo Festival da concorrente. Le sue parole su giuria e altri cantanti.

Loredana Bertè a Sanremo 2019
Loredana Bertè a Sanremo 2019 (Video Rai Youtube)

Loredana Bertè è stata per molti la “vincitrice morale” del Festival di Sanremo 2019, ma dalla serata finale, quella che l’ha relegata al quarto posto della kermesse scatenando l’ira dell’Ariston, è sparita dai radar. Almeno fino a oggi, quando ha concesso una lunga intervista ad Aldo Cazzullo per Il Corriere della Sera:”Non ho molta voglia di parlare. Credo che vedere il pubblico dell’Ariston in piedi sia il sogno di qualsiasi artista; e per me si sono alzati tre volte. È stata un’esperienza nuova per me. Molto emozionante, davvero. Mi hanno regalato anche dei veri cori da stadio! Sinceramente non mi aspettavo che non mi facessero salire sul podio. E, sì, speravo di vincere anche per riscattare mia sorella Mimì. Io sono sempre molto autocritica, ma questa volta so di avere dato il massimo; e il pezzo di Curreri è bellissimo. Posso autocitarmi? “C’è qualcosa che non va””. Sulle modalità di voto che di fatto l’hanno penalizzata, Loredana dice la sua:”Io credo che sarebbe fondamentale che la giuria d’onore fosse composta da addetti ai lavori: musicisti, manager, produttori, dj. E sarebbe bello che i voti fossero palesi”.

LOREDANA BERTE’, “MAI PIU’ A SANREMO COME CONCORRENTE”

Questa esperienza al Festival di Sanremo 2019 però ha inevitabilmente segnato la mitica Loredana, che per questo motivo ha deciso di non tornare più all’Ariston:”Come concorrente, no. Forse come super ospite, non so”. Rispetto a chi l’ha preceduta in classifica in ogni caso il giudizio della Bertè è positivo. Su Ultimo dice:”La questione del televoto e delle giurie è molto spigolosa. Credo che nel suo caso, come nel mio, la delusione arrivi dalla forte discrepanza fra il plauso del pubblico e il mancato risultato finale. A me però sul podio manco mi ci hanno fatto arrivare…”. Il Volo? “Li conosco da quando sono bambini, ci siamo incontrati a “Ti lascio una canzone” molti anni fa. Sono bravi ragazzi e proprio non si meritano un simile trattamento”. Fair play anche nei confronti del vincitore Mahmood:”Mahmood ha una voce molto particolare, il suo pezzo mi è piaciuto subito. Tiferò per lui all’Eurovision”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA