PROGRAMMI TV/ Festival di Castrocaro, Il Verificatore, La grande storia. Reti Rai 19 luglio 2013

- La Redazione

Questa sera, venerdì 19 luglio, va in onda in prima serata su Rai Uno la finale del Festival di Castrocaro 2013, condotta da Pupo, al secolo Enrico Ghinazzi

infophoto_roberto_giacobbo_voyager_R439
Roberto Giacobbo (Infophoto)

Questa sera, venerdì 19 luglio, Rai Uno, presenta dalle 21.15 la serata finale del Festival di Castrocaro 2013, un gradito ritorno per un pezzo di storia della televisione e della musica italiana. Si tratta di una kermesse inaugurata nel lontano 1957 e letteralmente esplosa negli anni del boom economico, soprattutto negli anni ’60, quando divenne un fucina di talenti e la rampa di lancio per alcune delle star più famose di quegli anni, come Caterina Caselli e Gigliola Cinquetti. Condotta da Pupo la serata sarà caratterizzata dai dodici giovani talenti in gara e dalla partecipazione di alcuni grandi cantanti già affermati, tutti accompagnati da Stefano Palatresi e dall’orchestra da lui diretta. Rai Due, con inizio alle ore 21.10, si affiderà invece a Il Verificatore, il nuovo magazine dedicato all’approfondimento. La trasmissione è stata ideata da Roberto Giacobbo, ormai noto come il padre di Voyager, altro format che si è a lungo dedicato a misteri da sciogliere. In questo caso, Giacobbo si dedicherà all’inchiesta di alcuni temi scottanti, di attualità o meno, tra i quali spiccano il Club Bildenberg e la morte di Michael Jackson. Rai Tre, a partire dalle 21.05, vedrà una nuova interessante puntata di La Grande Storia. Paolo Mieli cercherà di portare la trasmissione di approfondimento storico, incentrata sui grandi eventi che hanno caratterizzato il ‘900, in una opera di ulteriore ricostruzione della notte del 25 luglio 1943, nella quale il Gran Consiglio del Fascismo esautorando Benito Mussolini, pose praticamente fine alla dittatura fascista. La trasmissione andrà anche a scandagliare gli avvenimenti dei mesi successivi e il lento ritorno dell’Italia alla democrazia e alla normalità, dopo un Ventennio catastrofico culminato nella guerra mondiale e nell’alleanza con la Germania hitleriana. Film di combattimento, invece, per Rai 4. A partire dalle 21.13 andrà infatti in onda I tre dell’operazione Drago, considerato il testamento spirituale di Bruce Lee, oltre che suo riconosciuto capolavoro. Il protagonista, è un campione di arti marziali, il quale viene assunto dai servizi segreti americani al fine di sgominare un traffico di stupefacenti sempre più preoccupante, il quale ha come epicentro un’isola, teatro ogni anno di un torneo di arti marziali. La copertura permetterà alla spia di smascherare l’attività criminale con la collaborazione di altri due partecipanti alla sfida. Per quanto concerne Rai 5, continua il viaggio in Brasile con Michael Palin, documentario nel quale l’ex Monty Python ci conduce alla scoperta del paese che ospiterà i mondiali del calcio del 2014 e delle sue stridenti contraddizioni. Un viaggio reso ancora più interessante dalla sollevazione popolare che nelle settimane passate ha visto milioni di brasiliani contestare le politiche adottate dall’attuale amministrazione e gli sprechi di risorse per la costruzione degli stadi e delle strutture adibite alla kermesse del prossimo anno. Rai Movie, dalle 21.15, manderà a sua volta in onda il film The Alphabet Killer, una pellicola del 2008 diretta da Rob Schmidt. Il film è ambientato a Rochester, nello stato di New York, teatro di un sanguinoso omicidio che viene affidato al detective Megan Paige (Eliza Dushku). La vittima è una minorenne, violentata prima di essere uccisa, che a poco a poco comincia ad ossessionare l’investigatrice comparendole in sogno. Quando Megan punta su una pista non considerata dall’FBI, la sua teoria incentrata su un serial killer con la fissazione delle progressioni alfabetiche, provoca molte perplessità, ma poi arriva un secondo omicidio a confermare che la strada da lei intrapresa è quella giusta. Poi, però, a causa delle continue allucinazioni, Megan si affida agli psicofarmaci, rendendo molto complicata la situazione. Il film è basato su una vicenda reale e si giova di un cast di ottimo livello, in cui spiccano anche Timothy Hutton, Cary Elwes, Melissa Leo e Michael Ironside. 

Chiude la programmazione dell’emittente pubblica Rai Premium, che dalle 21.10 proporrà Scusate il disturbo, una fiction ambientata nella comunità italiana in Argentina. La serie propone il racconto delle vicende della comunità vista attraverso tre generazioni di italo-argentini. La prima è quella formata da Peppino (il bravissimo Lino Banfi), un falegname ormai in pensione il quale ha abbandonato la Puglia da ragazzo al fine di trasferirsi a Buenos Aires, la seconda quella di Guido (interpretato da Blas Boca Rey), il figlio, nato e cresciuto in Argentina, dove ha trovato moglie, e l’ultima quella di Fabio (Luciano Nobile), il figlio di Guido, un adolescente che pur parlando italiano in famiglia, è ormai integrato alla perfezione nella realtà argentina.

Rai Uno ore 21.15, Festival di Castrocaro 2013, varietà;

Rai Due ore 21.10, Il Verificatore, approfondimento;

Rai Tre ore 21.05, La Grande Storia, approfondimento;

Rai 4 ore 21.13, I tre dell’operazione Drago, film;

Rai 5 ore 21.17, Brasile con Michael Palin, documentario;

Rai Movie ore 21.15, The Alphabet Killer, film;

Rai Premium ore 21.10, Scusate il disturbo, serie Tv.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori