CLAUDIA MORI, MOGLIE ADRIANO CELENTANO/ “Adrian? Mio marito è stato tradito!”

- Dario D'Angelo

Claudia Mori, moglie Adriano Celentano: insieme nel successo e nelle sconfitte (persino in Adrian). Sono ancora “La coppia più bella del mondo”.

claudia mori adriano celentano
Claudia Mori e Adriano Celentano

L’ultima volta che Claudia Mori ha fatto sentire la sua voce in merito a suo marito Adriano Celentano è stato per le critiche piovute sul progetto Adrian. Oltre a difendere a spada tratta il lavoro di suo marito, Claudia rispose a tono ad alcuni nomi noti. Nell’intervista a Repubblica anzi accusò Milo Manara di aver “tradito” Celentano per aver affermato che i suoi disegni erano stati inseriti in modo arbitrario: “Siamo rimasti stupefatti. – aveva ammesso la Mori – Manara l’ha visionato nella versione andata in onda, approvando senza riserve l’animazione e il montaggio anche dei disegni nelle scene d’amore, nonché confermando davanti a testimoni di volerlo firmare, indicando lui stesso al montatore Emanuele Muscolino, il testo da utilizzare nei titoli di testa, ovvero: Character Design – Milo Manara.” è stata la piccata replica della moglie di Celentano. (Aggiornamento di Anna Montesano)

“NON HO MAI VOLUTO SPARIRE”

Claudia Mori non è solo la moglie di Adriano Celentano, ma è una grande artista esattamente come l’uomo con cui condivide tutto da tantissimi anni. Un’unione lunga e stabile quella di Adriano Celentano e Claudia Mori che, tuttavia, pur condividendo la vita con uno degli artisti più importanti del mondo dello spettacolo, sceglie di non annullarsi come artista, ma di continuare a coltivare il proprio talento. “Io ho amato molto, e amo ancora, Adriano. Ma se non fossimo restati due individui distinti, io adesso non ci sarei più. Non ho mai voluto sparire nella sua ombra e nemmeno rifugiarmici. Sono anche convinta che lui non avrebbe mai voluto che lo facessi“, ha dichiarato in una vecchia intervista. Insieme, la Mori e Celentano sono cresciuti sia come coppia che come artisti: “Quando ho incontrato Adriano Celentano non era nessuno: ho sposato uno sconosciuto. E da lui e con lui ho avuto tutto quello che si può avere in 50 anni, compresi momenti di grande infelicità. Ho avuto amore, rispetto, passione fisica che col tempo è diventata desiderio di stare comunque accanto a lui”, aggiunge (aggiornamento di Stella Dibenedetto).

CLAUDIA MORI: “ADRIAN? TUTTI PREVENUTI”

Claudia Mori è pronta a dimostrare quanto sia importante il progetto Adrian intorno al quale c’è ancora molta diffidenza dopo la sospensione della scorsa stagione televisiva. “Mi sembra che siano tutti molto prevenuti su questo progetto“, aveva dichiarato qualche mese fa in un’intervista rilasciata ai microfoni de La Repubblica. Giovedì 7 novembre, così, Claudia Mori sarà accanto al marito di cui difende il talento artistico e il grandissimo lavoro fatto per portare alla luce Adrian. Dietro il successo del Molleggiato c’è sempre stata Claudia Mori con cui, l’artista, vive una lunghissima e felice storia d’amore. Oltre ad essere al fianco di Celentano nella vita privata, infatti, Claudia Mori è anche artefice del suo successo, avendo molta influenza su quelle che sono le sue scelte professionali (aggiornamento di Stella Dibenedetto).

Claudia Mori e Adriano Celentano “la coppia pù bella del mondo”…

Claudia Mori e Adriano Celentano: era il 14 luglio 1964 quando la coppia sceglieva di unirsi in matrimonio, in gran segreto, nella chiesa di San Francesco a Grosseto. I due, conosciutisi sul set del film “Uno strano tipo”, finirono per innamorarsi subito: lui, che all’epoca era fidanzato con Milena Cantù, non ci pensò due volte a lasciarla per Claudia Mori. Una scelta che si rivelò azzeccata alla luce di un amore durato più di mezzo secolo, dal quale nacquero Rosita nel 1965, Giacomo nel 1966 e Rosalinda nel 1968, come frutto de “La coppia più bella del mondo”, per citare il brano della canzone con cui i due vinsero il Festival di Sanremo. La loro intesa è frutto della somma di due personalità ben distinte. Qualche tempo fa fu la stessa Claudia Mori a spiegare:”Io ho amato molto, e amo ancora, Adriano. Ma se non fossimo restati due individui distinti, io adesso non ci sarei più. Non ho mai voluto sparire nella sua ombra e nemmeno rifugiarmici. Sono anche convinta che lui non avrebbe mai voluto che lo facessi“.

Claudia Mori e le accuse di Michelle Hunziker a Celentano…

Claudia Mori ha parlato anche del progetto ventennale di Adriano Celentano, ospite oggi di Silvia Toffanin a “Verissimo”, ovvero il cartoon “Adrian“, che dopo un debutto “freddino”, per usare un eufemismo, è pronto a tornare su Canale 5 in una veste rinnovata che prevede la presenza sul palco del cantante oltre alla messa in onda degli episodi inediti del film d’animazione. La Mori, che del progetto è stata produttrice e nel cartoon è stata raffigurata sotto le spoglie di Gilda, bella e conturbante metà dell’Orologiaio, all’epoca rispose dalle pagine de “La Repubblica” a tutte le critiche piovute addosso al marito:”L’umore di Adriano è molto alto. Parlare di fallimento quando la serie è appena iniziata mi sembra un po’ imprudente, soprattutto quando si tratta di Adriano perché con lui le sorprese sono inimmaginabili. Il programma è stato spostato solo perché Adriano è stato vittima, come moltissimi italiani, di un pesante malanno di stagione“. In quell’occasione Claudia Mori aveva difeso il suo Celentano anche dalle accuse di Michelle Hunziker, che in un’intervista al Corriere della Sera aveva dichiarato di aver abbandonato il progetto (come Teo Teocoli e Ambra Angiolini) perché il “Molleggiato” li faceva attendere per ore senza fare prove e senza mostrarle Adrian: “Ognuno è libero di agire come vuole, anche male, ma sarebbe auspicabile senza scadere in offese e bugie. Un quotidiano svizzero in un’intervista a Hunziker titola l’articolo a caratteri cubitali ‘Che stronzo!’ rivolto ad Adriano. Le sembra normale? Non solo, la Hunziker nell’intervista accusa Adriano addirittura di sessismo per una battuta innocente detta in modo paternalistico come potrebbe dire un padre a sua figlia: ‘Mi raccomando non bere e non fare tardi’. Si è voluto stigmatizzare Adriano in modo prevenuto, visto che uno dei temi centrali, sia di Adrian che di Adriano, è proprio la lotta alla violenza sulle donne“.

© RIPRODUZIONE RISERVATA