Concorsi pubblici oggi/ Polizia di Stato, bando 120 posti: scadenze e requisiti

- Niccolò Magnani

Concorso pubblico oggi: Polizia di Stato, bando 120 posti per ispettori. Requisiti, scadenza domanda, prove d’esame e testo base

polizia_concorso_lavoro_scuola_agenti_lapresse_2017
Immagine di repertorio (LaPresse)

È scattato un nuovo bando per concorso pubblico con 120 posti di assunzione diretta nel corpo della Polizia di Stato: atteso da tempo, il nuovo bando di concorso vede la presentazione delle domande entro e non oltre il 2 gennaio 2020. Tutti i cittadini che rientrano nei requisiti stabiliti dal testo di concorso pubblico della Polizia dovranno inviare la propria candidatura per poter partecipare alle prove pre-selettive che verranno calendarizzate dopo il 2 gennaio, ovvero il termine ultimo per le domande. La selezione avverrà tramite esami e valutazione dei titoli e per la partecipazione e sarà richiesta la laurea: è importante specificare, come spiega il bando di concorso, «120 posti saranno riservati al personale della Polizia di Stato relativamente al ruolo degli ispettori, nonché al ruolo direttivo ad esaurimento, ai sensi dell’art. 2, comma 1, lettera ii), n. 5), del decreto legislativo 29 maggio 2017, n. 95 e dodici posti al restante personale della Polizia di Stato».

CONCORSO POLIZIA DI STATO: POSTI, DOMANDA E REQUISITI

Come ovvio per partecipare al bando di concorso pubblico la Polizia di Stato ha indicato alcuni requisiti di base che i partecipanti devono soddisfare: Cittadinanza italiana; Godimento dei diritti civili e politici; Essere in possesso di qualità morali e di condotta dall’articolo 35 del decreto legislativo del 30 marzo 2001; Avere un’età anagrafica compresa tra i 18 e i 30 anni; Lauree in una delle seguenti classi: magistrali in giurisprudenza, magistrali in economia, magistrali in scienze della politica e lauree magistrali in scienze economico-aziendali. La domanda di partecipazione, si ricorda, deve essere trasmessa e compilata entro il termine di 30 giorni dalla pubblicazione in Gazzetta utilizzando la procedura presente nell’indirizzo della Polizia di Stato dedicata ai concorsi. Per poter accedere, ogni aspirante ispettore di Polizia dovrò accedere con la propria identità digitale (tramite lo Spid) oppure tramite la carta di identità elettronica: in questo secondo casa, al candidato sarà richiesta l’installazione di un software messo a disposizione dal Ministero dell’interno. Come spiega ancora il bando di concorso Polizia, l’esame sarà composto da diverse prove: la preselettiva inizia,e poi una valutazione sull’efficienza fisica, per finire con prova attitudinale, prove scritte e l’esame finale.

Qui il bando di concorso ufficiale della Polizia di Stato

© RIPRODUZIONE RISERVATA