Congedo parentale per tutti i giorni di Dad/ Bonetti: “Pacchetto di misure”

- Carmine Massimo Balsamo

Congedo parentale con i figli in Dad, il Governo è al lavoro affinchè valga per tutti i giorni con didattica a distanza: le parole di Elena Bonetti

Ministra Elena Bonetti
Elena Bonetti, Ministro Pari opportunità (LaPresse)

Governo al lavoro sul congedo parentale per tutti i giorni in cui una scuola ricorre alla Dad: questo l’annuncio di Elena Bonetti ai microfoni de Il Messaggero. La titolare delle Pari Opportunità ha ricordato che il Governo sta mettendo a punto le misure in vista del prossimo decreto Sostegno ed è in programma il ritorno del congedo parentale al 50% dello stipendio per i lavoratori con figli under 14 in Dad o in quarantena o in alternativa il bonus babysitter.

Previsto anche il ritorno dello smart working per i genitori per tutta la durata della malattia o della didattica a distanza per i figli fino a 16 anni. Ci sarà «un pacchetto rafforzato rispetto alle misure precedenti», ha evidenziato la ministra in quota Italia Viva. L’obiettivo è «congedi retribuiti al 50% per chi è costretto a sospendere la propria attività per rimanere a casa con i figli con meno di 14 anni. Stiamo inoltre predisponendo la possibilità di ricorrere al congedo parentale non retribuito per chi ha figli d’età superiore ai 14 anni. Stiamo lavorando perché il congedo valga per tutti i giorni in cui una scuola ricorrerà alla didattica a distanza».

Bonetti: “Congedo parentale per tutti i giorni di Dad”

Il decreto con il pacchetto di misure dovrebbe arrivare nel corso dei prossimi giorni, al massimo all’inizio della prossima settimana, ha spiegato Elena Bonetti, che ha preannunciato un sostegno economico destinato ai genitori che hanno una partita Iva o un’attività autonoma. Per quanto riguarda le cifre, la titolare delle Pari Opportunità ha precisato: «Ci stiamo confrontando col Tesoro, al momento è in campo una prima ipotesi di 200 milioni». Le misure di sostegno adottate dal governo guidato da Mario Draghi «andranno a tutte le famiglie che dovranno sopportare i figli per la didattica a distanza», non solo a chi si ritrova in zona rossa.



© RIPRODUZIONE RISERVATA