Coppa Italia: si gioca il 12 e 13 giugno/ Spadafora dà l’ufficialità: “17 la finale”

- Michela Colombo

Coppa Italia: è ufficiale, le semifinali verranno disputate il 12 e 13 giugno. E’ stato il ministro Spadafora a darne l’annuncio: Finale il 17.

Inter
Decise le date delle semifinali di Coppa Italia: i giocatori dell'Inter (Foto LaPresse)

Dopo tante voci, indiscrezioni e polemiche, ecco che arriva l’ufficialità da parte del governo: le due semifinali di Coppa Italia, partite con cui si vuole fissare la ripartenza del calcio italiano dopo lo stop per l’emergenza coronavirus, verranno disputate il 12 e 13 giugno. Dunque rispetto alla data di stop per gli eventi sportivi e a quanto inizialmente proposto dalla Lega, le due partite in esame verranno anticipate di una giornata, per lasciare più spazio alla ripresa, in vista della finale della Coppa Italia, che rimane invece in calendario il 17 giugno. A dare questa annuncio ufficiale solo ieri sera è stato lo stesso Ministro dello Sport Vincenzo Spadafora che in diretta social su Facebook ha affermato: “Avevo chiesto che si potesse ripartire con la Coppa Italia. Le due semifinali sono state anticipate per consentire poi un calendario fitto. Si giocherà il 12 e il 13 giugno, poi il 17 la finale”.

DECISE LE DATE DELLA COPPA: NESSUN AIUTO PER L’INTER

Dunque è ufficiale che l’appuntamento con le semifinali della Coppa Italia sarà il 12 giugno con Juventus-Milan e il 13 con Napoli-Inter: nessuna ulteriore modifica del calendario, come pure avevano chiesto i nerazzurri (che ricordiamo saranno in campo già il 21 giugno con il recupero di Serie A con la Sampdoria). Nonostante il polverone sollevato e la provocazione di dover scendere in campo con la formazione Primavera, l’Inter non ha ottenuto la possibilità di giocare per prima, invertendo l’ordine delle sfide: Juventus e Milan, che pure non hanno recupero da disputare il prossimo 20-21 giugno, si sono dette fortemente contrarie e dunque non hanno fatto alcun sconto ai rivali storici, anche se come si legge sul Corriere dello sport oggi forse ci si aspettava maggiore solidarietà post pandemia. Ma oltre alle polemiche ormai una decisone è stata presa e Conte e i suoi dovranno fare attenzione a preparare parecchie sfide in meno di una settimana: il tecnico però è ben abituato a sfide di questo genere. Ricordiamo infine che le partite della Coppa Italia, con cui si ripartirà dopo lo stop per l’emergenza coronavirus, saranno visibili in diretta tv sulla tv di stato: gli orari dovrebbero venir ufficializzati a stretto giro dalla stessa Lega Serie A, ma al momento il fischio d’inizio non dovrebbe occorrere prima delle ore 21.00.

© RIPRODUZIONE RISERVATA