Coronavirus, bloccato volo Alitalia alle Mauritius/ Divieto sbarco per italiani

- Carmine Massimo Balsamo

Coronavirus, bloccato volo Alitalia alle Mauritius: “Quarantena o rientro”. 300 persone a bordo, in corso tavolo di crisi alla Farnesina.

coronavirus volo alitalia mauritius
Lapresse

Coronavirus, bloccato volo Alitalia alle Mauritius: divieto di sbarco per gli italiani per «rischio contagio». Pochi minuti fa è arrivata la notizia del quinto morto per coronavirus (chi sono le vittime), mentre è in corso un tavolo di crisi alla Farnesina per quanto sta accadendo all’aeroporto dell’isola africana al largo del Madagascar. Come riporta La Stampa, le Mauritius hanno predisposto lo stop allo sbarco dal mezzo aereo della compagnia di bandiera: ai passeggeri verrebbe richiesto di accettare un periodo di quarantena oppure di rientrare subito in Italia. Dopo il divieto di sbarco per lombardi e veneti ad Ischia, anche il Paese insulare dell’Oceano Indiano ha deciso di ricorrere a contromisure per evitare contagi da coronavirus. Netta la posizione della Lega con Alessandro Morelli: «Un volo proveniente dall’Italia è bloccato a Mauritius in Africa perché le autorità vogliono prevenire contagi. Alcuni passeggeri verranno rimpatriati. Pure gli africani sono razzisti e sciacalli?».

CORONAVIRUS, BLOCCATO VOLO ALITALIA ALLE MAURITIUS: “QUARANTENA O RIENTRO”

Attese nelle prossime ore le dichiarazioni del ministro degli esteri Luigi Di Maio sulla situazione nelle Mauritius, che coinvolge 300 persone e decine di famiglie, mentre arrivano importanti novità dall’Austria. Come spiega Il Giornale, Vienna ha riaperto il confine con l’Italia dopo la sospensione di quattro ore registrata nelle scorse ore: ricordiamo infatti che due persone avevano accusato febbre e tosse a bordo di un treno da Venezia a Monaco di Baviera e il governo austriaco aveva optato per chiusura dei passaggi. Il ministro dell’Interno ha reso noto che gli esami per coronavirus sono risultati negativi, consentendo al convoglio di riprendere il viaggio destinazione. Karl Nehammer ha spiegato: «In questo caso tutte le autorità hanno agito rapidamente e con la massima cautela». Ricordiamo infine che l’Austria ha deciso di registrare l’identità di tutti i passeggeri che scendono in territorio austriaco a scopo precauzionale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA