CORONAVIRUS UK, 60MILA CASI/ 10 autisti bus morti: saranno aperte solo porte centrali

- Alessandro Nidi

Coronavirus Uk, 60mila casi. Fra i morti vi sono anche 10 autisti di bus di Londra, di conseguenza, si è deciso di attuare un nuovo modo per far salire e scendere i passeggeri

granbretagna_londra_bigben_parlamento_lapresse_2017
Lapresse
Pubblicità

L’epidemia da coronavirus ha portato la popolazione a cambiare drasticamente le abitudini di vita, e cose che prima facevano parte del nostro quotidiano, come ad esempio stringere le mani alle persone, non mantenere la distanza fra l’altro di uno/due metri, e via discorrendo, sono oggi proibite. Cambia anche il modo di salire e scendere dagli autobus, o per lo meno, è quanto stanno sperimentando in questi giorni in Uk, nel Regno Unito. Stando a quanto riferito da LondraBlog, 10 autisti della capitale dell’Inghilterra hanno perso la vita negli ultimi giorni a causa dell’infezione da covid-19. Del resto, così come tutti quei lavoratori a contatto con il pubblico, sono fra i più a rischio, soprattutto tenendo conto che lavorano in un ambiente piccolo e chiuso come appunto un bus di linea. Di conseguenza, per le prossime 4 settimane, tutti gli autobus che partono dal Walworth BUs Garage, apriranno solamente le porte centrali sia per far salire i passeggeri, quanto per farli scendere. La speranza è che così facendo gli autisti possano entrare meno in contatto con eventuali infetti. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

Pubblicità

CORONAVIRUS UK: MIGLIORA BORIS JOHNSON, STA SEDUTO A LETTO

Il Coronavirus nel Regno Unito fa registrare un ulteriore aggravamento del bilancio complessivo dall’inizio della pandemia: sono 60.733 i casi confermati sino ad oggi e 7.097 le persone decedute dopo essere risultate positive al Covid-19. Intanto, migliorano le condizioni di Boris Johnson, che riesce a stare “seduto a letto”: l’ha affermato il cancelliere Rishi Sunak, che ha poi confermato la permanenza del primo ministro nel reparto ospedaliero di terapia intensiva, dove le sue condizioni di salute invitano i medici a essere ottimisti. Nel frattempo, Sunak non ha confermato il probabile prolungamento delle misure di confinamento, che secondo alcune fonti locali potrebbero essere mantenute almeno sino a maggio. Il cancelliere ha definito tali previsioni “speculazioni”, annunciano poi un incontro giovedì per “parlare dell’approccio alla revisione”. Al quesito relativo all’allentamento delle restrizioni in alcune aree geografiche meno colpite dal virus, Sunak ha replicato: “Non voglio speculare sul futuro, non credo che sia utile in questo frangente”.

Pubblicità

CORONAVIRUS UK, SI LECCANO LE MANI E LE STROFINANO SULLA CARNE AL SUPERMERCATO: ARRESTATI

Nel frattempo giunge un’ulteriore notizia di cronaca che fa rabbrividire: due uomini sono stati arrestati sabato dopo essere stati ripresi da una telecamera mentre si leccavano le mani in un supermercato e le strofinavano sulla carne, sui prodotti freschi e sulle maniglie del frigorifero. Le immagini delle telecamere a circuito chiuso del negozio Sainsbuy’s, situato a Morecambe, sono state visionate dalla polizia. Inevitabilmente, il punto vendita è stato sottoposto alle operazioni di sanificazione e disinfezione e le scorte alimentari sono state distrutte. “Che qualcuno possa pensare che questo tipo di comportamento sia appropriato o divertente anche in tempi normali non lo capisco, ma in questo momento di crisi in cui molte persone si sono trovate di fronte a scaffali vuoti in alcuni negozi è sbalorditivo”, ha dichiarato l’ispettore James Martin, della polizia del Lancashire. Un altro portavoce della polizia ha nel frattempo confermato che sono in corso nuove indagini sull’accaduto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità