PISA/ Rom rapiscono 15enne e la danno in sposa ad un coetaneo. Arrestati

- La Redazione

Una ragazzina di 15 anni è stata rapita da una famiglia rom e data in sposa al loro primogenito coetaneo della giovane.

volante_polizia_R400_4ott10
Immagine d'archivio

Una ragazzina di 15 anni è stata rapita da una famiglia rom e data in sposa al loro primogenito coetaneo.

Tre uomini e tre donne rom, tra di loro imparentati, sono stati arrestati dalla polizia presso il campo nomadi di Coltano, in provincia di Pisa. Su di loro gravano pesanti accuse: tratta di persone, riduzione in schiavitù e violenza sessuale, operata nei confronti di una 15enne kosovara. La giovane è stata rapita dal clan famigliare con l’intento di obbligarla a sposare il proprio primogenito, coetaneo della ragazzina.

CLICCA >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO

I genitori della 15enne avevano accettato di dare in sposa la propria figlia in cambio di soldi e della promessa di un futuro migliore. Tuttavia, avevano chieste che il matrimonio venisse celebrato al compimento della maggiore età. La ragazza è stata obbligata ad un viaggio disumano. E’ stata narcotizzata, le sono stati tinti i capelli tinti e fatte indossare delle lenti a contatto in modo che assomigliasse alla foto del passaporto falso. Nella toilette di un’area di servizio le hanno fatto indossare un abito da sposa. Infine, nel campo nomadi pisano è stato celebrato il matrimonio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori