La frutta sta sparendo dai ristoranti italiani/ Scarsa qualità e nuove modalità di consumo “fast”

- Davide Giancristofaro Alberti

La frutta sta sparendo sempre di più dai nostri ristoranti. Ormai a fine pasta si può mangiare solo il dolce o eventualmente ananas e fragole

ristorante castagni vigevano web1280 640x300 Interno del Ristorante "I castagni" (foto dal web)

Sta sparendo la frutta dalle tavole dei ristoranti. Questo quanto riportato dai colleghi di Affaritaliani.it, citando un articolo dell’autorevole Gambero Rosso. Forse non tutti di voi ci hanno fatto caso ma se vi fermate a riflettere, ogni qual volta siete andati al ristorante negli ultimi tempi, avrete notato che la classica frutta come mela, banana, pesca e via discorrendo, a seconda del periodo dell’anno, sta letteralmente sparendo dai menù. Se una volta erano molti a concludere un pranzo o una cena con un frutto, non necessariamente sotto forma di macedonia, oggi è praticamente impossibile farlo, salvo qualche rara eccezione.

Si trova infatti spesso e volentieri l’ananas, così come le fragole, ma del resto non c’è praticamente traccia. Ma come mai questa clamorosa metamorfosi nella tradizione culinaria italiana? Secondo un’analisi di Gambero Rosso, la scomparsa della frutta dai ristoranti non è legata alle ultime diete di moda che prevedono zero zuccheri, e ciò lo dimostra il fatto che i dolci sono sempre presenti in ogni menù. Si tratta più che altro di un’abitudine dei clienti, che mangiano sempre più con velocità, che puntano su dei sapori standardizzati sul livello industriale, ed hanno inoltre una minore propensione alla masticazione.

LA FRUTTA STA SPARENDO DAI MENU’ DEI RISTORANTI: “DEPERIBILITA’ E QUALITA’…”

Ma non finisce qui perchè sempre secondo l’autorevole fonte culinaria, negli ultimi tempi la frutta avrebbe subito un appiattimento del gusto, di fatti sarebbe venuta meno la qualità di un tempo: “In molti ristoranti – sono le parole dello chef Igles Corelli – si trova ancora la frutta magari ‘cucinata’ o passata al pacojet”.

Quindi l’esperto aggiunge e conclude: “Ma i problemi sono due: la veloce deperibilità della frutta matura e la scarsa qualità della frutta stessa che non la rende più appetibile, né per gli chef né per i commensali”. Sicuramente una grave mancanza vista l’importanza della frutta nella dieta mediterranea, la più apprezzata da dietologi e nutrizionisti a livello mondiale.

LA FRUTTA STA SPARENDO DAI MENU’ DEI RISTORANTI: LA SUA IMPORTANZA NELLA NOSTRA DIETA

Ovviamente quella della notizia della frutta non è una nuova lieta, anche perchè sono note a tutti le sue qualità, non soltanto nella stagione estiva che si appresta ad arrivare, quanto in quella invernale e autunnale. Una macedonia con frutta varia e di stagione può essere ad esempio un ottimo sostituto di un pranzo o meglio ancora di una cena, giusto per stare leggeri prima di andare a letto.

L’importante però, come ci ricordano spesso e volentieri gli esperti, è di evitare un’abitudine che purtroppo molti anno, quella di guarnire la stessa macedonia con dello zucchero. Un esperto un giorno disse: “E’ un po’ come mettere dello zucchero sul gelato, voi lo fareste mai?”. Proprio così perchè la frutta è di per se già molto zuccherata di conseguenza andare ad aggiungerle altro zucchero (tra l’altro considerato notoriamente dannoso per la salute), non può che essere una mossa errata.







© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultime notizie di Food

Ultime notizie