MILANO YOUTUBE/ Video il Seveso ha messo in ginocchio la parte nord del capoluogo lombardo. Linea gialla e tram sospesi

- La Redazione

L’esondazione del Seveso nella periferia nord di Milano. Linea gialla del metro e tram sospesi forse per un mese

esondazioneseveso_R375
L'esondazione del Seveso

Il violento nubifragio di sabato pomeriggio a Milano ha provocato l’esondazione del Seveso nel tratto sotterraneo che corre lungo Viale Ca’ Granda provocando danni gravissimi. Le acque, che hanno tracimato raggiungendo Viale Zara e Piazzale Lagosta, hanno provocato una voragine dove si trovano alcuni cantieri della linea gialla lungo Viale Zara. Una macchina parcheggiata sul punto della voragine vi è sprofondata dentro.

Le linee tramviarie sono dunque sospese per tutto Viale Zara non so sa fino a quando, mentre le acque hanno invaso i cantieri sotterranei provocando l’allagamento della stazione della linea gialla di Zara. Per questo motivo stamattina sono chiuse tutte le fermate della linea 3 da Maciachini fino a Stazione Centrale compresa. La fermata della Stazione Centrale dovrebbe riaprire verso mezzogiorno di oggi lunedì 20 settembre, mentre per le stazioni di Maciachini, Zara e Gioia si prevedono tempi di ripristino di almeno un mese.

Una situazione estremamente grave che andrà a congestionare una zona già ad alto livello di traffico. Per questo motivo oggi e probabilmente anche nei giorni successivi le autorità hanno chiuso il tratto stradale che da Via Tonale porta fino a Viale Zara in direzione di Maciachini.

L’Atm ha disposto autobus sostitutivi per tutte le linee (quelle del 5, del 7 e del 31) di tram che sono state interrotte a causa della voragine apertasi in Viale Zara. È stato segnalato, infine, anche il pericolo di esondazione del Lambro, tant’è che sono stati chiusi via San Maurizio al Lambro e il ponte che unisce Sesto San Giovanni a Cologno Monzese.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori