ROMA CAPITALE/ Un gruppo di contestatori attacca Bertone e il Vaticano

- La Redazione

 In occasione del 140 anni di Roma Capitale, un gruppo di persone, tra cui alcuni radicali, si è ritrovato fuori dal museo dei bersaglieri di Roma si è ritrovata per contestare il Vaticano e, in particolare, Bertone e Napolitano

BertoneCardinale_R375

In occasione del 140 anni di Roma Capitale, un gruppo di persone, tra cui alcuni radicali, si è ritrovato fuori dal museo dei bersaglieri di Roma si è ritrovata per contestare il Vaticano e, in particolare, Bertone e Napolitano

E’ stata la visita al Monumento ai caduti ad aprire le celebrazioni per i 140 anni di Roma Capitale. Questa mattina, assieme al sottosegretario alla presidenza del Consiglio Gianni Letta, con Napolitano c’era anche, per la prima volta, il segretario di Stato vaticano Tarcisio Bertone. «Oggi c’è una ritrovata concordia tra la comunità civile ed ecclesiale, che insieme lavorano a vastissimo raggio per il bene del popolo italiano», ha dichiarato. Parole che devono essere risuonate parecchio indigeste al gruppo di persone che al termine della visita del museo dei Bersaglieri da parte di Napolitano, Bertone e Alemanno, si era radunato per manifestare il proprio dissenso

CLICCA >> QUI SOTTO PER LE FRASI DEI CONTESTATORI

 
Una decina di persone, tra cui alcuni radicali, si sono rirotvati urlando slogan come «Vaticano e partitocrazia, serve una nuova Porta Pia». Il cardinale Bertone ha dichiarato, in proposito: «le contestazioni fanno parte della vita»

Leggi anche: TERREMOTO MARCHE/ Scossa di magnitudo 2.6 in provincia di Macerata

 

Leggi anche: MILANO YOUTUBE/ Video il Seveso ha messo in ginocchio la parte nord del capoluogo lombardo. Linea gialla e tram sospesi



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori