IL FATTO/ All’Aquila il palazzo “sollevato” contro il terremoto

- La Redazione

Da oggi, sabato 5 novembre 2011, e fino a giovedì 10 novembre nella città dell’Aquila ci sarà un importante evento di tecnologia a servizio dei cittadini

Up_AquilaR400 Uno dei martinetti idraulici che permettono il sollevamento dell'edificio

Appuntamento importante oggi, sabato 5 novembre 2011, nella città dell’Aquila. Verrà infatti sollevato di oltre 60 centimetri un intero condominio di sei piani in cemento armato, del peso di circa 2.200 tonnellate. L’edificio, che si trova in Via Rauco 10 (ingresso da via Amiternum), è uno di quelli colpiti dal terribile sisma del 2009 e classificato come inagibile. Grazie a una tecnologia innovativa (Soles) totalmente made in Italy, che utilizza dei martinetti idraulici, il palazzo sarà sollevato da terra per favorire l’inserimento di isolatori sismici. Questo singolare evento, chiamato “Up – Sollevamento in corso”, organizzato dalla Fondazione 6 aprile per la vita Onlus e da Consta Spa, si ripeterà fino a giovedì 10 novembre e comprenderà visite guidate, seminari, laboratori didattici, workshop sulla prevenzione antisismica. Un appuntamento pensato per dare l’opportunità di vedere da vicino e verificare in prima persona tutti i vantaggi di un’applicazione decisamente efficace per la messa in sicurezza delle abitazioni e la prevenzione antisismica.

Il merito di questa possibilità è della tecnologia Soles, sviluppata da un’intuizione dell’ingegnere Vincenzo Collina (scomparso nel 2007), che è già stata utilizzata a Venezia per il “Progetto Rialto”, che prevedeva il sollevamento degli edifici della città lagunare per risolvere il problema dell’acqua alta, ma è stata poi anche sperimentata e collaudata in numerosi altri interventi in Italia e all’estero, ed è stata già applicata oltre che sugli edifici anche a manufatti di varia natura, come ponti e serbatoi pensili. La sua applicazione per l’inserimento di isolatori sismici alla base degli edifici ha l’indubbio vantaggio di non richiedere lo sgombero dello stesso, di mantenerne le strutture portanti e di lasciare pressoché intatta la fruibilità del piano terra. Per la tecnologia Soles, sono ben 23 i brevetti nazionali e internazionali in carico a Consta SpA, impegnata da vari decenni nell’applicazione di tecnologie altamente innovative nel settore delle costruzioni in genere e nelle opere del sottosuolo in particolare. Essi riguardano in particolare: il sollevamento di edifici e opere d’arte, il palo a infissione statica Soles e le macchine di infissione, la realizzazione di serbatoi pensili per acqua, la realizzazione di piani interrati al di sotto di manufatti esistenti e la realizzazione di sottopassi.

Martedì 8 novembre l’intervento sul condominio di via Rauco a L’Aquila è sarà presentato anche alle Istituzioni politiche e tecniche italiane nel corso di una Conferenza cui prenderanno parte tutte le autorità aquilane e abruzzesi (il Presidente e Commissario Chiodi, il Sindaco Cialente, i Vescovi Molinari e D’Ercole), insieme a Giancarlo Galan, Ministro per i Beni Culturali e delle attività Culturali, Pierluigi Bersani, Segretario del Partito Democratico e Giorgio Orsoni, Sindaco di Venezia. Alle ore 12:00, l’attrice Maria Grazia Cucinotta, madrina dell’evento, darà il via al sollevamento in diretta dell’edificio. Subito dopo sarà presentato il Premio “Innovazione e Sicurezza”, un riconoscimento alla migliore idea realizzabile nell’ambito della sicurezza di costruzioni e infrastrutture e alla “buona pratica” più virtuosa ed efficace promossa dalle Amministrazioni locali. Un’iniziativa con cui la Fondazione 6 Aprile per la Vita Onlus intende spronare giovani studenti e ricercatori da un lato ed enti locali dall’altro a immaginare e realizzare spazi, forme e regole sempre nuove per rendere più sicura la convivenza tra uomini. I due Premi, di 5.000 euro ciascuno, saranno assegnati ogni anno il 6 aprile, giorno della memoria del terribile terremoto del 2009.





© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori

Ultime notizie

Ultime notizie