We Run Rome 2016 / Maratona di Roma a Capodanno: info, percorso e orari. Un percorso per gli arbitri di Serie A e non solo (oggi, 31 dicembre 2016)

- La Redazione

We Run Rome 2016: al via la sesta edizione della Maratona di Roma a Capodanno. Info, percorso e orari: al nastro di partenza della 5 km (non competitiva) oltre 10.000 partecipanti.

maratona.roma1_R439
We Run Rome 2016

La We Run Rome torna per l’appuntamento con l’ultimo dell’anno. Ad impreziosire la tanto attesa manifestazione di questo 31 dicembre, si segnala la partecipazione straordinaria di arbitri. E’ stata infatti rinnovata la collaborazione con Aia e Figc inserendo la corsa nella Run Referee, la corsa a tappe dedicata esclusivamente agli arbitri. In gara ci saranno volti piuttosto noti come l’ex fischietto Stefano Farina, designatore degli arbitri del campionato di calcio cadetto ed osservatore UEFA, e Luca Palanca attuale Presidente e designatore degli arbitri del Comitato Regionale Lazio del campionato Dilettanti, ma anche arbitri di massima serie come Daniele Doveri, sicuramente il più famoso, e anche Maurizio Mariani e Claudio Gavillucci, oltre a tanti altri ospiti speciali che hanno indossato la divisa da arbitro. Come abbiamo scritto in queste ultime ore c’è tanta attesa in città per il grande evento, con ben diecimila iscritti alla We Run Rome 2016: duemila in più rispetto all’ultima edizione. 

Tutto pronto per il We Run Rome del 31 dicembre. Nella capitale, come di consueto nell’ultimo giorno dell’anno, torna la manifestazione podistica che si è affermata con una delle 10 km più importanti in Italia e in Europa. L’evento, organizzato da Atleticom A.S.D., gode dei patrocini del Comune di Roma, del Consiglio Regionale del Lazio, del Coni e si svolge sotto l’egida della Fidal come spiega il portale di adnkronos.com. Il We Run Rome attraverserà tutti i luoghi più importanti della capitale, con l’obiettivo di cogliere tutta la storia e il fascino della città. Si passerà per il Circo Massimo, piazza Venzia, via del Corso, piazza di Spagna e piazza del Popolo, fino al Colosseo e ai fori imperiali. Il traguardo è segnato ancora una volta alle terme di Caracalla. Lo scorso anno parteciparono ottomila persone all’evento, mentre quest’anno si sono iscritti duemila atleti in più. Da segnalare che oltre alla classica 10km, ci sarà una prova non competitiva aperta a tutti di cinque chilometri: non ci sono limitazioni, solo tanta voglia di festeggiare l’ultimo dell’anno. 

-La We Run Rome 2016, la maratona di Capodanno a Roma, scatterà alle ore 14 dallo Stadio Nando Martellini delle Terme di Caracalla. Al via sono attese più di 10.000 persone, le quali, nel tentativo di portare a compimento la 5 km e la 10 km non agonistiche, potranno beneficiare dell’aiuto di 100 Pacer. Queste figure altro non sono che runner professionisti, messi a disposizione dalla Nike, che aiuteranno anche i corridori meno esperti a mantenere il giusto ritmo chilometro dopo chilometro per riuscire a tagliare il traguardo. Il volto famoso dei Pacer della We Run Rome 2016 è Lorenzo Fragola, il cantautore catanese che come riportato da La Repubblica accompagnerà i tanti partecipanti intenzionati a completare i 10 km che compongono il percorso della maratona di Roma di Capodanno in 50 minuti. Riuscirà a rispettare i tempi stabiliti?

-La We Run Rome 2016, la maratona di Roma a Capodanno, per la sua sesta edizione presenta una grande novità. Oltre alle tradizionali 10 km agonistica e non agonistica, sarà possibile anche prendere parte ad una 5 km non competitiva. Tutte le versioni della We Run Rome 2016 prenderanno il via dallo stadio delle Terme di Caracalla, ma ovviamnete il percorso della 10 km differirà in maniera sostanziale rispetto a quello delle 5 km. Se nella versione ridotta gli atleti e gli appassionati correranno accanto al Circo Massimo, a Piazza Venezia, a Via dei Fori Imperiali e infine al Colosseo, prima di fare ritorno alle Terme di Caracalla nella 10 km gli agonisti sfileranno di fianco a Via del Corso, Piazza di Spagna, Piazza del Popolo, Pincio, Villa Borghese, Via Veneto e Quirinale. Insomma, compito arduo, sarà quello di non farsi distrarre dalle bellezze della città eterna. 

-La sesta edizione della We Run Rome 2016, la maratona di Roma a Capodanno rappresenta una ghiotta occasione per arricchire il proprio palmares per diversi atleti di livello. Alla 10 km competitiva parteciperanno infatti diversi corridori (in campo maschile e in campo femminile) aventi all’attivo affermazioni in kermesse importanti. Tra gli uomini va ad esempio sottolineata la partecipazione del kenyano Stanley Biwott, vincitore della maratona di New York nel 2015, e del suo connazionale Victor Kiplimo. Oltre ai due africani bisognerà prestare attenzione al francese Florian Carvalho, voglioso di bissare il successo dello scorso anno nella Capitale. A difendere i colori azzurri sarà Stefano La Rosa, già facente parte della spedizione azzurra alle ultime Olimpiadi. Maggiori speranze di incidere per l’Italia in campo femminile vista la partecipazione di Valeria Straneo, argento europeo e mondiale 2013 nella maratona, di Veronica Inglese, vicecampionessa continentale nella mezza maratona, Anna Incerti, oro nella maratona europea 2010 e Rosaria Console.

Ultimo giorno dell’anno all’insegna dello sport nella Capitale con la sesta edizione della We Run Rome 2016, la maratona di Roma che si svolgerà a Capodanno. Per le vie del centro, oltre ai campioni affermati del mondo dell’atletica che competeranno su un percorso di 10 km, sfileranno anche tutti gli amatori che decideranno di cimentarsi nella versione non competitiva di 5 km. A detta della società organizzatrice della kermesse, Aleticom, è pressoché certo che la soglia di 8.000 partecipanti del 2015 verrà ampiamente superata quest’anno. Non è un caso che l’obiettivo, nemmeno troppo nascosto, sia tagliare il traguardo delle 10.000 presenze. Confermato, dopo il successo riscontrato nella scorsa edizione, il sodalizio tra Atleticom We run Rome e l’Associazione italiana arbitri di calcio che invierà sul percorso in qualità di partecipanti alcuni dei suoi fischietti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori