AUTO CONTRO STUDENTI IN FRANCIA/ Tolosa, almeno tre feriti: polizia, “non è terrorismo”

- Silvana Palazzo

Francia, auto contro studenti a Tolosa: almeno tre feriti. Il conducente soffriva di “schizofrenia acuta”. Per il momento esclusa la pista del terrorismo. Le ultime notizie

attentato_tolosa_twitter
Auto contro studenti in Francia

Auto contro studenti in Francia, nuovi aggiornamenti sull’attentato di Tolosa. Un uomo ha investito tre persone di fronte all’università di Blagnac: due feriti in maniera grave ma non in pericolo di vista. L’attentatore è stata arrestato dalle forze dell’ordine e sono in corso accertamenti. Secondo quanto riporta la stampa francese, sta prendendo corpo l’ipotesi che si sia trattato di un gesto di uno squilibrato, escludendo dunque così la pista terroristica. Pierre-Yves Coilleau, procuratore di Tolosa, ha sottolineato: L’attentatore era noto alla giustizia: è già stato condannato una decina di volte, gli era stato imposto un percorso con obbligo di cura che sta rispettando”. Nelle prossime ore attesi ulteriori aggiornamenti, con la polizia che sta mettendo sotto torchio l’attentore per risalire alla natura della vicenda. (Agg. Massimo Balsamo)

SOFFRIVA DI SCHIZOFRENIA ACUTA

Torna il terrore in Francia: un nuovo attentato ha seminato il panico, questa volta però a Tolosa. Un uomo si è lanciato con la sua auto contro un gruppo di persone attorno alle 16 di oggi pomeriggio, venerdì 10 novembre, davanti davanti al campus IGS di rue de Grenade a Blagnac, che riunisce alcune scuole di commercio post laurea. Tre persone sono rimaste ferite: un uomo e una donna di 23 e 22 anni, in gravi condizioni un’altra ventitreenne. Tutti e tre di nazionalità cinese sono stati trasportati all’ospedale Purpan a Tolosa, dove sono stati ricoverati per ferite agli arti inferiori, mentre per due di loro è stato accertato anche il trauma cranico. Sono in situazione grave, ma non in pericolo di vita. L’attentatore è un uomo di 28 anni, già noto alle forze dell’ordine per fatti di piccola delinquenza legati alla droga. Nato nel 1989, non era schedato con la lettera “S”, quella che contraddistingue gli individui a rischio radicalizzazione. L’arresto è avvenuto senza difficoltà. Secondo la polizia si è trattato di un atto deliberato. Dopo, stando a quanto riportato da BFM-TV, avrebbe infatti dichiarato di “aver sentito delle voci che gli dicevano di fare del male a qualcuno”. Ha anche raccontato di aver sofferto in passato di schizofrenia acuta.

TOLOSA, SI LANCIA CON L’AUTO CONTRO STUDENTI: TRE FERITI

Tre feriti, una persona sotto choc: questo è il bilancio dell’attentato che ha colpito la Francia poche ore fa. Un attentato che per il momento non ha natura terroristica. Stando a quanto riportato da Le Figaro, il conducente dell’auto potrebbe soffrire di disturbi psicologici, ma è una notizia ancora senza conferma. Del caso si sta occupando la polizia giudiziaria di Tolosa, non l’ufficio antiterrorismo del pubblico ministero. Come riportato dal Corriere della Sera, i tre studenti sono stati travolti mentre erano sulle strisce pedonali per raggiungere la fermata dell’autobus dall’altra parte della strada. Dopo l’attacco è stato messo in atto un importante sistema di sicurezza nei pressi dell’istituto scolastico, dove è arrivato anche il procuratore della Repubblica, che si è unito alle forze dell’ordine sul posto. “Ero in classe e ho ascoltato le sirene”, ha raccontato Paul, uno studente di comunicazione. “Abbiamo pensato che fosse un incidente, il preside non ci diceva cosa stava succedendo. Quando abbiamo lasciato il campus c’erano un sacco di auto della polizia in loco”, ha aggiunto lo studente.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori