Ultime notizie/ Di oggi, ultim’ora: ballottaggio a Ostia, tensione altissima (11 novembre 2017)

- Matteo Fantozzi

Ultime notizie di oggi, ultim’ora: ballottaggio Ostia, tensione altissima. Sasso colpisce auto, morta una donna. Guerra in mare tra le Ong e le vendette libiche. (11 novembre 2017).

autovelox_incidente_telecamere_strade_velocita_limiti_lapresse_2017
Incidente stradale (Immagine di repertorio, LaPresse)

BALLOTTAGGIO OSTIA, TENSIONE ALTISSIMA

Ci sarà il ballottaggio elettorale a Ostia, e la tensione anche alla luce dell’aggressione all’inviato RAI Daniele Piervincenzi non fa altro che aumentare. Oggi il prefetto ha convocato il comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica, con fonti vicino alle forze di polizia che evidenziano come per le elezioni sarà al massimo il dispositivo di sorveglianza, con almeno un centinaio di militari che saranno trasferiti temporaneamente, con funzioni di supporto. Intanto rimane in carcere Roberto Spada, l’udienza di convalida del fermo è stata fissata per domani mattina, ma allo stato attuale sono pochissime le possibilità che il GIP non trasformi il fermo in arresto. Sotto il punto di vista delle indagini si fa sempre più vicina l’identificazione del secondo aggressore, con gli investigatori che non escludono nuovi fermi nelle prossime ore.

SASSO COLPISCE AUTO, MORTA UNA DONNA

Il lancio di un sasso è stata la causa indiretta della morte di una donna di 62 anni. Tutto è avvenuto 1uando un sasso di circa mezzo chilo ha centrato una macchina che stava percorrendo la Provinciale 121 Pobbiano-Cavenago, nel territorio di Cernusco sul Naviglio. La grossa pietra ha provocato la rottura del parabrezza, e ha portato alla frenata improvvisa della macchina, frenata che ha causato a Nilde Caldarini un malore. Inutili i soccorsi immediatamente giunti, la donna è spirata poco dopo per un letale arresto cardiocircolatorio. Sul luogo i carabinieri hanno avviato le indagini indicando in un terrapieno il luogo da dove il sasso è stato scagliato. Il fenomeno che sembrava sopito è ritornato di attualità, e con quello di ieri sono 63 i casi dall’inizio dell’anno.

GUERRA IN MARE TRA LE ONG E LE VENDETTE LIBICHE

Una vera e propria guerra quella che ieri ha portato alla morte di almeno cinque migranti nel braccio di mare prospiciente la Libia. Tutto è successo quando la sala operativa della guardia costiera di Roma ha ricevuta l’ennesima chiamata di soccorso, i nostri militari hanno immediatamente inviato sul posto una nave di una ONG per trarre in salvo i migranti, ma i soccorritori si sono dovuti letteralmente scontrare con una vedetta libica, che stava cercando di recuperare i naufraghi allo scopo di riportarli nel proprio paese. Alla fine una cinquantina le persone salvate, un salvataggio che però è costato la vita ad almeno cinque migranti, affogati senza nessun aiuto da parte dei militari africani. Nel bilancio da considerare che almeno una cinquantina di profughi sono stati raccolti dalla vedetta libica, sconosciuta la loro sorte.

L’INGHILTERRA USCIRÀ DALL’UE IL 29 MARZO 2019

Resa nota data e l’ora di uscita dell’Inghilterra dall’Unione Europea, uscita che avverrà il 29 marzo 2019 alle 23 ora inglese. La data è riportata in un emendamento alla legge che dovrà essere approvata dal parlamento inglese. In tale contesto da sottolineare la ferma volontà della May di non fermare per nessun motivo, il negoziato che deve dettare le linee guida dell’abbandono ai 28, un negoziato che comunque rimane difficilissimo soprattutto relativamente alla somma che l’Inghilterra dovrà versare a Bruxelles.

SPAREGGI MONDIALI, ITALIA SCONFITTA ORA NON SERVE AVERE PAURA

L’Italia esce dalla gara contro la Svezia, andata degli spareggi per il Mondiale, con una sconfitta per 1-0. Non serve avere paura, ma solo fare risultato lunedì prossimo a San Siro quando andrà in onda il ritorno. Gli azzurri sono caduti a causa del gol di Johansson che era entrato in campo da appena quattro minuti. Il calciatore svedese ha tirato in maniera violenta, ma decisiva è stata una deviazione di un difensore italiano che ha spiazzato Gianluigi Buffon. L’Italia ha provato a giocare per oltre un’ora, senza però riuscire a trovare il gol e ricevendo tanti colpi proibiti dagli scandinavi che di certo non hanno avuto un atteggiamento molto corretto. Rammarico poi per un palo colpito da Matteo Darmian subito dopo la rete della Svezia.

EVRA STAGIONE FINTIA

La stagione di Patrice Evra è finita e il Marsiglia ha deciso di licenziarlo. L’ex terzino della Juventus aveva colpito con un calcio un tifoso dopo un battibecco nell’ultima gara di Europa League giocata con la squadra francese. La squalifica arriva fino al 30 giugno del 2018 per tutte le competizioni europee, inoltre il calciatore dovrà pagare una multa di diecimila euro. Con il Marsiglia è arrivata una rescissione consensuale che consegna il calciatore alla lista gratuita. Difficile che trovi un ingaggio fino al giugno prossimo quando potrà tornare a giocare, possibile anche che decida immediatamente di ritirarsi e di finire qui la sua carriera.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori