Ultime notizie/ Di oggi, ultim’ora: malattie incurabili, genitori scienziati scoprono la cura (16 marzo 2017)

- La Redazione

Ultime notizie di oggi, ultim’ora: (16 marzo 2017). Addio ai voucher? Arresti in tutta Italia per casi di corruzione e tangenti. Senato vota no alla sfiducia per il Ministro Lotti.

lotti_zoomR439
Luca Lotti (LaPresse)

Per la scienza, le due gemelline figlie di una coppia americana, Chris Hempel e Hugh, erano condannate a morte al settimo anno di età, colpite da una malattia rarissima, la sindrome di Nieman Pick di tipo C, detta l’Alzheimer dell’infanzia Un alterato metabolismo del colesterolo che fa accumulare la sostanza nella milza, nel fegato, nei polmoni e poi nel cervello. I bambini così si trovano vittime di sintomi come la demenza, attacchi epilettici, perdita di coordinamento fino al sopraggiungere alla morte. I due coraggiosi genitori non si sono dati per vin e hanno trovato la cura che ha permesso adesso alle due bambine di festeggiare il tredicesimo compleanno. Sono circa 500 i bambini colpiti dalla malattia in tutto il mondo, si spera adesso possa essere applicata a tutti. Una c urrà a base di ciclodestrina, uno zucchero che si trova in molti prodotti. Il problema adesso è mettere d’accordo come al solito enti governativi e aziende produttrici di farmaci.

E’ un piano al massacro quello proposto dai dirigenti di Alitalia nell’ennesimo tentativo di salvare la compagnia aerea sopra sull’orlo del fallimento. Ma dopo anni e anni di sangue e licenziamenti qualcuno ancora crede sia possibile? Forse meglio staccare le macchine di questo malato irrecuperabile. La nuova proposta prevede il taglio della busta paga del 30% per tutti i piloti, circa 3mila euro al mese. Duemila invece gli esuberi previsti, il 70% fattori personale di terra e degli uffici. L’obbiettivo è risparmiare un miliardo di euro da adesso al 2019. IL consiglio di amministrazione dice che si spera di tornare a fare profitti nel 2019: qualcuno ci crede? Nel progetto di rilancio l’aumento di nuove rotte a lungo raggio che oggi, dicono, sono poche.

In aula il voto per la mozione del M5s contro il Ministro Lotti non ha raccolto la quota necessaria per ottenere la sfiducia al ministro. Banchi del Governo al completo per sostenere la vicinanza al Ministro finito sotto attacco dopo la sua iscrizione nel registro degli indagati del caso Consip. Si difende Lotti e allontana da sè le accuse di favoreggiamento e violazione del segreto d’ufficio sostenendo di non aver mai avvisato l’imprenditore napoletano Romeo e accusa i suoi avversari di strumentalizzazione. Duro l’attacco dei grillini che a gran voce hanno chiesto l’allontanamento di Luca Lotti dal Governo Gentiloni. Schermaglie anche fra gli scissionisti del Pd e gli ex compagni di partito di un tempo visto la richiesta di dimissioni giunta per voce del senatore ex Pd Gotor. Nuove accuse intanto per Romeo per un appalto al Palazzo di Giustizia di Roma.

Il premier uscente Mark Rutte ha perso consensi, ma il suo Partito liberale VVD di centrodestra ha vinto le elezioni politiche olandesi, confermandosi la prima forza politica del Paese. Gli exit poll diffusi dopo la chiusura delle urne hanno segnalato la sconfitta di Geert Wilders e del suo Partito per la Libertà (PVV): i liberali ottengono 31 seggi, perdendone dieci ma aggiudicandosi comunque 12 deputati in più della destra estrema, che guadagna quattro seggi, arrivando a quota 19. Gli stessi dei cristiano-democratici del Cda e dei progressisti di sinistra del D66. Non esulta solo Rutte, ma anche i Verdi, che otterrebbero 16 seggi: ne avevano appena quattro. D’altra parte crollano i laburisti, scesi da 38 a 9 seggi. Sono stati quasi 13 milioni gli elettori olandesi chiamati alle urne per rinnovare i 150 seggi del Parlamento in un voto che è stato vissuto nel resto d’Europa come un “termometro della febbre populista e xenofoba”, in vista delle elezioni presidenziali francesi e di quelle politiche tedesche. I primi risultati definitivi delle grandi città sono attesi comunque a notte fonda.

Ondata di arresti in Campania nell’ambito di una maxi inchiesta per appalti truccati. 69 gli arresti operati dalla Guardia di Finanza a danno di imprenditori e uomini considerati vicini ai casalesi. Affari per decine di milioni di euro gestiti per anni all’ombra degli interessi della criminalità organizzata. Coinvolto anche l’ex Assessore al Turismo della Regione Campania Sommese. Gli appalti tra gli altri avrebbero ruotato attorno a diversi comuni del casertano. Indagati e arresti anche a Roma per appalti nella sanità e in Sicilia per appalti invece bella gestione dei rifiuti.

A rischio il referendum sui voucher. Il Governo è pronto a promulgare un provvedimento per l’eliminazione dei voucher lasciando un utilizzo residuale solo per le famiglie. Per Brunetta si rischia di cancellare uno strumento utilizzato in maniera utile finora. Allarme anche da Coldiretti che teme un ritorno al lavoro nero. Voci critiche anche dal Pd. Secondo Ichino non c’è al momento alcun utilizzo sovradimensionato dei voucher che restano sotto l’1% dei contratti totali.

La vittima, 17 anni, si fidava del suo aguzzino che ha approfittato per abusare di minorenni. Mago ed ex professore, era a capo di una rete che ha portato ad altri tre arresti. Un anziano ex professore a riposo ed il suo vice colpevoli di abusi e violenze nonché il fidanzato di una delle vittime. Rituali satanici di presunta ‘purificazione’ che si sono trasformati presto in un incubo.

Radiomediaset è il gruppo di radio – Radio 105, Radio Virgin e Radio 101 – a cui fanno riferimento le attività radiofoniche del Gruppo Mediaset e oggi ha celebrato con il Presidente del Gruppo, Piersilvio Berlusconi i 10 anni di radio Virgin e ha tracciato la strada per il futuro. “Si è parlato di scintilla imprenditoriale ed effettivamente tutti noi di Mediaset – ha dichiarato Berlusconi – l’abbiamo vissuta come una bella avventura perché è un mezzo moderno e fresco, ovviamente abbiamo la consapevolezza che radio e tv hanno delle peculiarità diverse. Speriamo di portare movimento nel mercato e stravolgimenti positivi”. Secondo Radio monitor Radiomediaset è il primo Gruppo radio nazionale con il 16% di ascoltatori nel quarto d’ora medio dalle ore 6 alle ore 24 . Considerando la partnership con Radio Monte Carlo, la share sale al 17%.

Importante affermazione per il secondo anno di fila nella coppa del mondo di discesa libera, coppa che quest’anno è stata nuovamente vinta da Peter Fill. Il 34 enne portacolori azzurro si è laureato campione del mondo di specialità, dopo la discesa libera odierna, disputata sulla magnifica pista di Aspen in Colorado. Il carabiniere di Castelrotto oggi è infatti riuscito a tagliare per secondo il traguardo, a soli 8 centesimi dal compagno di squadra Dominik Paris. Il doppio podio odierno, oltre a far tornare il sorriso alla dirigenza federale, ha permesso la conquista dell’ambito trofeo, stante la mancanza in pista dei suoi avversari diretti. Nella storia dello sci azzurro, non era mai avvenuto che un’atleta avesse vinto la coppa di specialità per due anni di seguito.

Una partita che potrebbe essere il crocevia di un intera stagione, e ridisegnare l’assetto organizzativo dell’intera Roma calcio. Questa sera si gioca Roma – Lione, con i giallorossi chiamati a ribaltare il risultato dell’andata, quando in terra francese la squadra di Spalletti si arrese per 4 a 2. Nella conferenza stampa di quest’oggi il tecnico Luciano Spalletti non ha voluto dipanare i dubbi sulla formazione, egli però ha assicurato che la sua squadra non vagherà per il campo, stante una qualificazione che per il tecnico toscano è possibile al sessanta per cento. Confermata la presenza del presidente Pallotta, il quale non fa mistero di voler attendere l’esito della sfida di domani, prima di parlare di rinnovo contrattuale per il coach.

Neppure il tempo di passare il turno, che già il pensiero dei giocatori della Juventus è proiettato al sorteggio di Champions. Ieri in tale contesto Leonardo Bonucci ha fornito una visione interessante delle speranze dello spogliatoio bianconero, con molti giocatori che sperano di pescare nel sorteggio il Barcellona, allo scopo di vendicare la finale di Berlino, persa proprio contro Messi e compagni. Il forte difensore della Juve e della nazionale, non fa mistero che aver superato il turno, ed essere cosi entrati nelle otto squadre più forti d’Europa è un traguardo importante, ma la qualificazione deve essere un punto di partenza e non certo di arrivo, per una squadra che vuole entrare nella storia del calcio italiano ed europeo.

Saranno quattro le novità decise dal tecnico della nazionale azzurra di rugby Conor O’Shea, in vista dell’ultima partita dell’importante sei nazioni, rassegna europea che l’Italia si avvia a chiudere mestamente in ultima posizione. Il tecnico irlandese contro la Scozia dovrà fare a meno infatti dell’infortunato Campagnaro. che sarà sostituito da Benvenuti, a posto di Favaro è stato invece scelto Mbandà in terza linea, Biagi entrerà in campo a posto di Van Schalkwyk e Gega rimpiazzerà Ghiraldini. La speranza è che il nostro XV possa conquistare la prima vittoria nella competizione, speranza che però viste le ultime partite sembra quasi un sogno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori