ULTIME NOTIZIE / Di oggi, ultim’ora: Renzi chiede Commissione d’inchiesta sulle banche (7 marzo 2017)

- La Redazione

Ultime notizie di oggi, ultim’ora: (7 marzo 2017). Istat al minimo storico per le nascite. Alfredo Romeo si rifiuta di deporre in aula. Trump vara il nuovo decreto contro gli immigrati.

donaldtrump_zoom1R439
Ultime notizie di oggi, Donald Trump - La Presse

Una notizia più delle altre oggi ha fatto scalpore: la Corte di Cassazione ha stabilito che gli sms possono essere considerati una prova del tradimento del coniuge e decretare il conseguente addebito della separazione. Non è più un reato, dunque, spiare la moglie o il marito per verificare la sua fedeltà. Tutto parte da un caso della corte di appello a Milano che ha stabilito la colpevolezza del marito sulla base di prove digitali riscontrate nel telefonino. Secondo punto interessante della giornata invece, viene dalle recenti dati istat confermano quanto sia costoso crescere un figlio oggi, e forse proprio per questa ragione in Italia si fanno sempre meno figli. Tra passeggini, pappe, e soprattutto pannolini si spendono in media tra i 6.500 € e i 15.000 €. Per abbattere i costi si cercano gli oggetti in prestito da familiari e social. Anche le spese mediche e l’asilo nido hanno i suoi costi che incidono sul bilancio totale. I vantaggi fiscali che vengono in aiuto alle famiglie dallo Stato sono il premio alla nascita, il buono nido fino a 2.000 € l’anno, da richiedere all’INPS e si attendono inoltre il voucher baby sitter e il fondo credito per i nuovi nati.

Renzi ha affermato in un’intervista rilasciata al Sole 24 ore che si vede favorevole alla costituzione di una commissione di inchiesta sulle banche per far luce sugli scandali che hanno colpito e appannato la trasparenza di Palazzo Chigi. Ancora una volta si conferma più una guerra fra forze politiche che un’inchiesta vera e propria. Così scrive Renzi al quotidiano economico: «aspettiamo con curiosità che il Parlamento approvi finalmente la commissione di inchiesta sulle banche. Sarà interessante andare a capire in questi dodici mesi le vere responsabilità, a tutti i livelli istituzionali e politici: i dodici mesi che ci separano dalla fine della legislatura consentiranno un lavoro serio e sistematico, ne sono certo. Per me, per noi, la parola trasparenza è un concetto irrinunciabile. Spero lo sia anche per tutti gli altri partiti e soggetti coinvolti».

La triste vicenda di Sergio Zanotti, l’uomo proveniente da Brescia rapito 8 mesi fa in Siria, si fa ancora più misteriosa. Emerge un nuovo video in cui i rapitori fanno richiesta di un riscatto o fra 3 giorni uccideranno l’italiano. Una storia dall’epilogo ancora incerto sullo sfondo di una realtà che vede sconforto e miseria della popolazione, soprattutto dei bambini per i quali c’è molta preoccupazione. Intanto un nuovo video sul banco delle prove che cercano di far luce sull’incendio di Rignano dove sono morti due uomini. Le cause accidentali che inizialmente si pensavano fossero la causa scatenante lasciano il posto all’ipotesi di cause dolose, come dimostrano le risate presenti in un video girato da un telefonino finito in mano alla procura. Tornando in Campania, palazzi antichi e popolari del quartiere di Scampia saranno demoliti per far posto a nuove abitazioni e contrastare spaccio e uso di droghe nelle costruzioni. Una rivoluzione in periferia per far crescere meglio le future generazioni. Chiudiamo invece con Il direttore sanitario del reparto oncologico di Napoli e sua moglie sono stati messi ai domiciliari per corruzione: l’accusa è aver lucrato sul materiale per i malati terminali con trattative private invece dei bandi ufficiali incentivando le loro azioni con l’urgenza dei mezzi. 

Con un rischio di slavine dato a 4 sul valore massimo di 5, un gruppo di sciatori alpinisti stamattina è andato a percorrere la pista Carline della stazione di Tignes, una delle località sciistiche più note delle Alpi francesi. Ed è stato così come secondo previsioni meteo che una valanga è franata addosso agli sciatori. La zona è stata chiusa  e sono in corso soccorsi; lo scorso 13 febbraio nello stesso posto un’altra valanga aveva provocato la morte di quattro sciatori tra cui un maestro di sci. Molto difficili le operazioni perché sul posto imperversa il maltempo, secondo alcuni testimoni sotto la valanga ci sono diverse persone.

E’ l’architetto Luca Montuori il nuovo assessore all’urbanistica del comune di Roma, dopo le dimissioni di Paolo Berdini in seguito allo scandalo delle sue dichiarazioni intercettate e pubblicate contro il sindaco Raggi. A presentarlo lo stesso sindaco dicendo l’architetto ha già lavorato per il comune e che c’è l’intenzione di scorporare la delega ai lavori pubblici che per adesso è ancora legata all’assessorato all’urbanistica. Nell’accettare la carica il neo assessore ha commentato:  “Sullo stadio l’amministrazione ha già preso una decisione che è un punto d’inizio ottimo per rivedere il progetto. Ora si lavora, si migliora, è un’occasione importantissima per questa città e bisogna farlo bene”.

Traffico e spaccio di droga, estorsione, rapina e resistenza a pubblico ufficiale: sono queste le accuse con cui la polizia di stato ha fermato oggi venti persone appartenenti agli ultras della squadra di calcio di Bergamo. Da indagini avviate nel 2015 è emerso tra le altre cose che diversi tifosi prima di entrare allo stadio consumassero cocaina e in seguito davano vita ad aggressioni violente. Tra gli indagati anche un uomo di 73 anni e uno di 63. In particolare sono stati posti sotto esame gli incidenti scatenati nel gennaio 2016 nel centro di Bergamo dopo una partita contro l’Inter in cui risulta il reato di resistenza a pubblico ufficiale.

Secondo i dati della nota agenzia nazionale, l’Italia è un paese che invecchia. La vita media si è allungata ma si sono registrati ben dodicimila nuovi nati in meno rispetto al 2015. A questo dato poco incoraggiante va aggiunto l’esodo dei giovani italiani che si trasferiscono all’estero. Gli immigrati, ormai l’8,3% della popolazione totale, riequilibrano questo calo demografico. Il dato approfondito poi ci dice che in media nel 2016 la fecondità totale è di 1.34 figli per donna rispetto l’1.35 dell’anno passato. Questo è dovuto non a una riduzione della propensione alla fecondità, ma alla diminuzione di donne in età feconda e al processo di invecchiamento per le donne straniere. Quest’ultime infatti in Italia hanno avuto in media 1.95 figli l’anno scorso rispetto agli 1.94 dell’anno prima, riespetto ai fissi 1.27 delle italiane. L’età media del parto è di 31.7 confermando una propensione a fare figli in età adulta.

L’imprenditore indagato nell’inchiesta degli appalti CONSIB oggi si rifiuta di rispondere alle domande dei PM. Si avvale della facoltà di non rispondere. Al di fuori del tribunale i suoi legali ingaggiano una difesa decisa e sicura, sostenendo la totale innocenza di Romeo. Sostengono che l’imprenditore non solo è stato emarginato durante l’assegnazione degli appalti ma è stato anche truffato dalle altre persone coinvolte. Chiedono la scarcerazione immediata. L’uomo infatti ha sottolineato di essere vittima di una vera e propria strumentalizzazione. Intanto si indaga su una possibile fuga di notizia come riporta La Repubblica nella sua versione online. Da mercoledì scorso l’imprenditore napoletano è chiuso a Regina Coeli nel carcere di Roma. Negli scorsi giorni pare che Alfredo Romeo si sia sfogato, piuttosto provato, con i suoi legali sottolineando che quello per cui è accusato non è vero.

Il Presidente Donald Trump, ad oggi ancora fermo al 45% di gradimento globale e al 55% per quanto riguarda le scelte economiche, non si arrende all’arresto federale della sua prima proposta contro gli ingressi negli USA. Ha corretto il linguaggio del precedente documento ed ha presentato oggi quello definitivo: dal 16 marzo stop all’ingresso negli Stati Uniti ai cittadini di Iran, Somalia, Yemen, Libia e Sudan. Sono esclusi i cittadini che presenteranno regolare permesso di soggiorno. Per tutti gli altri ci sarà uno stop di 90 giorni prolungabile a 120 in caso di necessità di ulteriori accertamenti. L’HuffingtonPost sottolinea come dalla lista sia stato escluso l’Iraq perchè il governo sia impegnato a migliorare lo standard di documentazione con cui viaggono i cittadini verso l’America.

Nel mercato dello spaccio clandestino è presente, in questi giorni, una nuova droga proveniente dalla Russia, più potente dell’eroina e dagli effetti ancora più devastanti. Pare che il suo effetto sia quello di distruggere irrimediabilmente gli organi interni e che sia praticamente impossibile riuscirsene a disintossicare. Il Secolo d’Italia nella sua versione online ha voluto sottolineare come l’allarme sia già emerso in Italia e in particolare a Milano dove ci sarebbero già sotto inchiesta alcuni quartieri legati alla movida dove sarebbero a rischio i giovanissimi. La polizia però, sottolinea sempre il quotidiano online, sarebbero a lavoro per intensificare i controlli e cercare di fermare questo mercato a bassissimo costo che potrebbe portare a dei danni davvero molto gravi soprattutto perchè pronta a diffondersi grazie al suo basso costo.

Antonio Conte si avvia a trionfare in una premier, che dopo la vittoria di Claudio Ranieri dello scorso anno, sembra parlare solo in lingua italiana. Ieri I Blues vincendo contro il West Ham, ha risposto alle vittorie dei giorni scorsi di Tottenham e Manchester City, e ha mantenuto inalterato il proprio vantaggio a più dieci. Bella la partita dei londinesi, che grazie alle segnature di Diego Costa e Hazard hanno fatto felici i propri sostenitori. Da sottolineare che l’allenatore alla fine del match ha voluto fare i complimenti ai suoi, e per quanto deluso del goal subito, per la prima volta ha parlato di un eventuale vincita del torneo.

Entra nello specifico delle situazioni del recente passato, il presidente del Napoli, e lo fa nell’imminenza della partita che la sua squadra giocherà contro il Real Madrid. De Laurentis cerca di far capire ai tifosi soprattutto la partenza dell’asso argentino, un giocatore che con le sue richieste stava destabilizzando l’intero spogliatoio. Il presidente punta l’attenzione soprattutto sul rapporto di “re” Gonzalo con Callejòn, con quest’ultimo che era preso di mira dal numero nove argentino. Intanto in preparazione del match di stasera, tutta la città ci si sta organizzando per assistere alla partita, con molti locali che stanno approntando maxi schermi, allo scopo di far seguire l’incontro alla propria clientela. Sarri da parte sua non ha reso noto la formazione, anche se sembra quasi scontata la presenza di un Napoli a trazione anteriore che ha l’obiettivo di andare in vantaggio il prima possibile..

Ancora il campionato deve finire, ma già iniziano le grandi manovre per i prossimi trasferimenti estivi. I primi a muoversi sono stati i dirigenti dell’Inter, che ieri hanno trovato un accordo di massima con De Vrij, giocatore da sempre al centro degli interessi meneghini. Di ieri l’indiscrezione che al forte centrocampista, al momento in forza alla Lazio, è stato offerto un contratto quadriennale da tre milioni di euro a stagione. Adesso la palla passa nel campo biancoceleste, con il presidente laziale che domanda 35 milioni di euro per il cartellino del giocatore. La trattativa però andrà ad oltranza, visto la scadenza del contratto del giocatore che terminerà nel giugno del 2018, termine temporale che inevitabilmente farà diminuire il costo del trasferimento. Nessuna dichiarazione è giunta dalle parti, che si sono limitati a dire che sono avvenuti solamente dei semplici “approcci”.

Non riesce a trovare la giusta collocazione Alessandro Gentile, cestista che traferitosi in Grecia dopo aver litigato con la sua ex squadra, l’Emporio Armani Milano, aveva cercato la legittimazione con il Panathinaikos. A due mesi dal suo arrivo in Grecia, la forte ala della nazionale è però uscito dalle rotazioni, cosa che di fatto lo ha messo fuori squadra. Per Gentile adesso le opzioni per questo finale di stagione sono limitate, tra di queste anche uno stop temporaneo, stante il regolamento che vieta il suo ritorno nel campionato italiano, e finanche di giocare in una squadra che partecipa alle manifestazioni europee.

Sa benissimo che non sarà facile, anzi sarà quasi quasi impossibile, ma Maurizio Sarri crede nell’impresa della rimonta. Ieri in conferenza stampa il tecnico toscano ha spronato i suoi giocatori con parole di fuoco, alcune di esse impronunciabili sulla carta stampata, che tendono al fatto di far innervosire gli avversari, e far salire su di essi una pressione che sarà portata ai massimi livelli anche grazie ai 70.000 tifosi presenti al San Paolo. Ed è sui tifosi che punta un’altra bandiera del Napoli, ad essi infatti si rivolge Hamsik quando chiede un tifo che si deve sentire fino a Torino. Sul fronte della formazione quasi certa la presenza di Rog, in dubbio invece Mertens che nell’ultimo match ha manifestato qualche problema fisico.

L’ufficialità è arrivato con un comunicato ufficiale del Palermo calcio, un ufficialità che indica in un trader americano il nuovo proprietario dei rosanero. Baccaglini ha trovato l’accordo con Zamparini dopo una discussione di meno di due ore, lui un passato nella comunicazione radio (in RTL 102.5) e nella televisione (ha partecipato in qualità di inviato alle Jene) non aspettava altro, ed ha preso la palla al balzo quando è stato contattato dal vulcanico, ormai ex, presidente veneto. Non si conoscono i termini degli accordi economici, accordi che saranno ufficializzati a metà aprile. Le prime dichiarazioni di Zamparini sono state comunque improntate all’ottimismo, egli infatti si è detto estremamente felice di aver lasciato la squadra in ottime mani.

Si inizia ad approntare la formazione per l’ultima partita del sei nazioni, match decisivo per gli azzurri per evitare il famigerato cucchiaio di legno. Il tecnico O’Shea già da ieri sta cercando di caricare i suoi, cercando di puntare sull’orgoglio della vecchia guardia, giocatori del calibro di Parisse, che si dovranno “caricare” l’onere di spingere i suoi. In tale contesto importante l’affermazione del tecnico che punta sulla presenza di Chistolini allo scopo di dare “ampiezza” al gioco d’attacco. Nelle prime interviste in preparazione al match il ct degli azzurri è stato chiaro, l’obiettivo oltre a non perdere resta comunque quello di fare una buona partita, ed evitare possibilmente la debacle subita nella seconda partita contro l’Irlanda.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori