ULTIME NOTIZIE / Di oggi, ultim’ora: Governo Gentiloni, l’ultima stretta sui voucher (8 marzo 2017)

- La Redazione

Ultime notizie di oggi, ultim’ora: (8 marzo 2017). Nuove rivelazioni sui monitoraggi della Cia. Ritirata la mozione di sfiducia del Movimento 5 Stelle. L’Ocse e la mini crescita italiana.

beppegrillo_comizioR439
Beppe Grillo (Foto: LaPresse)

Allo studio una stretta sostanziale sugli strumenti di pagamento alternativi, i cosiddetti voucher. Di ieri infatti la notizia che lo staff del ministro del lavoro Poletti sta approntando un decreto, da portare in tempi rapidi in aula, decreto che avrebbe lo scopo prioritario di evitare un referendum che potrebbe finanche mettere in pericolo l’intero esecutivo Gentiloni. L’idea è quella di far ritornare i voucher ad essere uno strumento con cui solamente pagare i lavoretti occasionali, e non certo lo strumento su cui basare la retribuzione in maniera permanente e regolare. Lo scontro probabilmente verterà sulla platea che potrà utilizzare nel futuro i voucher, con alcuni partiti che vogliono consentire l’uso dei voucher anche alle cosiddette micro imprese, con un numero di dipendenti molto basso.

Spettacolare e tragico .incidente ferroviario in America, dove un treno ha travolto un autobus. L’incidente nella sua spettacolarità ha provocato tre morti e almeno una cinquantina di feriti, esso è avvenuto in Mississippi ed esattamente a Biloxi, una piccola cittadina che si affaccia sul golfo del Messico. Qui un convoglio ad alta velocità, ha centrato in pieno un bus che stava attraversando i binari, nello scontro ad avere la peggio sono stati i passeggeri del torpedone, che sono stati trascinati dal convoglio ferroviario per almeno un centinaio di metri. Gli investigatori immediatamente giunti sul posto hanno evidenziato che il bus era fermo sui binari, non si conoscono i motivi dello stop, anche se non si può escludere il cosiddetto guasto tecnico.

Decolla lo scandalo dei rimborsi presso il parlamento europeo di Strasburgo, con gli ispettori della commissione che hanno chiesto spiegazioni ad alcuni parlamentari nostrani. A finire sotto la lente d’ingrandimento la parlamentare di forza Italia, Laura Como ed alcuni parlamentari in forza al gruppo del movimento cinque stelle. Ed è soprattutto all’interno di questo gruppo parlamentare che ci sono i problemi maggiori, con la base del movimento che mugugna fortemente per avere a che fare con persone che almeno ultimamente predicano bene ma razzolano molto male. Da parte loro tutti i politici tirati in ballo negando ogni addebito, e si dicono pronti a produrre le previste pezze giustificativi. Una prima stima quantifica in oltre mezzo milione di euro i contributi illecitamente conseguiti.

Cortei, proteste e manifestazioni in tutta Italia per festeggiare l’otto marzo, data universalmente dedicata alla festa della donna. I cortei si sono espletati in tutto il paese, in alcuni casi portando molto nocumento alla libera circolazione dei cittadini. La manifestazione è stata commentata anche dal presidente della repubblica Sergio Mattarella, il quale ha voluto sottolineare che le donne nella società hanno permesso una maggiore equità. All’interno delle varie manifestazioni da segnalare lo stop delle attrici della serie televisiva Gomorra, che anche simbolicamente hanno voluto partecipare la loro vicinanza alle donne di tutto il mondo. Folcloristica anche quanto deciso dalla Roma calcio, che ha colorato di rosa il proprio stemma sul proprio sito internet

Ragazza di 18 anni si sente male a scuola, arriva l’ambulanza e si scopre che sta abortendo. Lo riporta il Giornale di Vicenza. Dalle analisi una volta ricoverata si scopre che aveva cercato di autoprocurarsi l’aborto assumendo molti medicinali, tra cui pasticche contro gli spasmi addominali che prese in gran quantità provocano l’aborto. Una interruzione di gravidanza fai da te. Ma non solo: si viene anche a sapere che si tratta del quarto aborto autoprocurato, i tre precedenti durante la relazione con un fidanzato che poi lei aveva lasciato. Era già stata denunciata per procuraTO aborto, adesso, dopo la quarta volta, è stata condannata a quindici giorni di reclusione.

Violenze sugli alunni di una scuola elementare di Oppido Mamertina, provincia di Reggio Calabria. Due maestre, entrambe di 49 anni, sono state sospese dal lavoro con l’accusa di aver preso a schiaffi e minacciato alcuni bambini di una quinta elementare. Le indagini sono partite lo scorso novembre quando alcuni genitori avevano denunciato alle autorità di aver trovato segni di violenza sui figli, soprattutto al volto. Sono state installate telecamere nell’edificio e si è così potuto vedere come le due insegnanti minacciassero i bambini, ordinando loro di assumere posizioni composte e quindi prendendoli a schiaffi sul viso.

Pesanti rivelazioni fatte oggi da Wikileaks, che ha pubblicato oltre 8000 file che analizzano come gli apparati di intelligence americano, hanno negli anni tenuto sotto sorveglianza la società civile dei paesi democratici. Dai documenti pubblicati oggi si evince come le spie americane siano in possesso di un software, capace di penetrare praticamente su ogni pc casalingo tramite la rete elettrica, il software sarebbe capace altresi di utilizzare gli apparecchi domestici per operare una sorveglianza a 360°. Le rivelazioni non sono state commentate dagli americani, ma sono molti gli analisti politici pronti a giurare che questa potrebbe essere l’ennesima crisi mediatica, degli appartati di sicurezza a stelle e strisce.

Allo scopo di discutere in tempi brevi la situazione del ministro dello sport Lotti, il movimento cinque stelle ha reso noto di aver ritirato la mozione di sfiducia verso lo stesso ministro. La questione è nata, come ha fatto notare direttamente il capo gruppo dei grillini per evitare qualsiasi enpasse procedurale. Lotti implicato nell’affare Consip deve così presentarsi in aula, e chiarire la sua posizione in tempi brevi. Il ministro è indagato per il reato di rivelazione del segreto d’ufficio, avendo per gli inquirenti reso noti i termini dell’indagine ad alcuni indagati. Lotti che ha sempre respinto gli addebiti era stato indicato da Matteo Renzi in seno all’esecutivo Gentiloni, e da quest’ultimo sempre difeso in maniera piena e convinta.

Confermata la crescita italiana, una crescita che nonostante le previsioni del governo non si schioda dal punto percentuale. I dati resi noti oggi sono stati leggermente migliorati relativamente a quelli resi noti nei mesi scorsi, ma essi non riescono a far superare alla crescita, quella soglia, anche psicologica del 1%. Da sottolineare che nell’aria euro la crescita è quella minore in termini percentuale tra i ventotto. Delusione alla lettura dei dati è stata espressa dal ministro dell’economia, che tramite il suo portavoce ha evidenziato che farà tutto il possibile per riuscire a varare provvedimenti, che possano invertire il trend negativo.

Sarà Luca Montuori il nuovo collaboratore del sindaco di Roma Virginia Raggi. L’assessore prenderà il posto di Paolo Berdini, dimessosi a metà febbraio dopo le polemiche seguite ad una sua intervista, rilasciata ad un quotidiano nazionale, intervista nella quale criticava fortemente l’operato della giunta comunale di cui faceva parte. Il nuovo assessore all’urbanistica non appartiene al movimento di Grillo, egli è un architetto che a detta della Raggi condivide in tutto e per tutto, le visioni dell’espansione urbanistica della città eterna. Nel passato Montuori ha collaborato con i partiti di centro sinistra, esperienza che comunque ha sottolineato di non aver intenzione di rinnegare. Il nuovo assessore si è già insediato in Campidoglio, analizzando tra i primi dossier quello sulla costruzione del nuovo stadio, dossier che ancora necessità di approfondimento prima dell’approvazione finale.

È durato meno di sessanta minuti il sogno del Napoli di Maurizio Sarri e di tutta la città partenopea, che alla fine si sono dovuti arrendere anche in casa propria al Real Madrid. Gli azzurri hanno iniziato benissimo, e spinti dagli oltre 70.000 del San Paolo hanno trovato il goal del vantaggio con Mertens, un vantaggio che aveva illuso tutta la città. Nella seconda frazione di gioco dopo un legni colpito dallo stesso Mertens, è venuta fuori la classe degli spagnoli, che grazie a Sergio Ramos prima e Morata dopo hanno conquistato l’agognato passaggio di turno. Alla fine comunque onori a Hamsik e compagni, che comunque pur perdendo in maniera netta, non hanno demeritato al cospetto dei campioni d’Europa. Nelle altre partite da evidenziare l’ennesima goleada del Bayern di Monaco, che di fatto ha estromesso dalla Coppa l’Arsenal. 

È costata carissima a Zlatan Ibrahimovic la gomitata inflitta a un difensore reo di avergli dato un pestone. La federazione inglese gli ha infatti inflitto una pesante squalifica di tre giornate, cosa che gli farà saltare la sfida di alta classifica contro il Chelsea. Il provvedimento disciplinare ha di fatto innescato molte polemiche, con lo stesso Mourinho che ha difeso il proprio giocatore, sottolineando che mai vi è stata una squalifica di tale portata, cosa questa che l’allenatore portoghese riconduce alla forza politica del team di Antonio Conte. La situazione non farà altro a contribuire ad esasperare una sfida che potrebbe decidere, in caso di vittoria dei Blue’s, in maniera anticipato il campionato inglese.

Ha deciso Alessandro Gentile di fermarsi fino alla fine della stagione, decisione presa dopo essere stato scaricato dal Panathinaikos, a causa del proprio carattere definito dal tecnico greco abbastanza “difficile”. Gentile ha emesso un comunicato stampa pubblicato sul suo sito, esprimendo gratitudine verso il team greco che lo ha arricchito professionalmente. La forte ala esterna della nazionale italiana in tale contesto ha deciso di chiudere la stagione anzitempo, rifiutando le sirene di molte squadre, alcune anche estere. Gentile continuerà ad allenarsi in maniera autonoma, presumibilmente nella palestra che lo ha lanciato da giovane.

Stanno quasi per essere accreditati gli altri 100 milioni di euro, provenienti dal fondo cinese intenzionato ad acquistare la società del Milan. A quanto si apprende dalla società i soldi sono già partiti dal paese orientale in direzione Lussemburgo, li saranno accreditati in un fondo creato ad hoc, e inviati in Fininvest nel momento in cui sarà firmato il nuovo contratto di acquisto. In tale contesto il previsto closing dovrebbe essere stabilito così non al più tardi della prossima pasqua, con lo stesso Berlusconi che ha voluto posticipare la vendita finale. Con questo salgono a 300 i milioni inviati come caparra, milioni che potrebbero essere persi in caso di mancata ottemperanza dei termini contrattuali.

Pesante indiscrezioni giornalistiche, che oggi sono deflagrate all’interno dei palazzi sportivi italiani. La notizia resa nota dalla stampa, mette in relazione la Juventus della famiglia Agnelli strettamente legata con una cosca calabrese, quella dei Pesce di Rosarno. Gli atti che oggi sono arrivati alla commissione antimafia, così come dichiarato dal procuratore generale della federazione, lascerebbe ipotizzare una strettissima correlazione tra la famiglia Agnelli e alcuni degli affiliati al clan, con quest’ultimi che venivano ospitati in maniera regolare presso lo “Stadium”. Durante l’audizione il procuratore ha voluto sottolineare che nessun dirigente della società è stato messo sotto indagine.

Interessante l’intervista di Sergio Marchionne, che in preparazione dell’inizio del campionato mondiale oggi ha fatto il punto della situazione. Per l’amministratore delegato della rossa di Maranello, la macchina presentata pochi giorni fa ha la possibilità di invertire il trend negativo degli ultimi anni. Marchionne sottolinea che lo sviluppo della monoposto è stato ai massimi livelli, sia sotto il profilo della motorizzazione che sotto quello dell’aerodinamica, cosa questa confermata dagli ottimi risultati conseguiti durante i primi test sul circuito spagnolo di Montmalo’, dove il primo tempo è stato ad appannaggio di Raikkonen. Per l’alto dirigente di Maranello è terminato il tempo delle sconfitte, con i tempi che ormai sono maturi per permettere di fare un pensiero alla conquista di quel mondiale, che rappresenta ormai un vecchio ricordo per i tifosi della Rossa.

Una difesa a tutto campo per il suo allenatore, questo è quello che oggi ha fatto Marotta con Allegri, allenatore dei campioni d’Italia che con la sua squadra si avvia a vincere il sesto scudetto consecutivo. Per l’alto dirigente juventino il rinnovo del contratto è solamente una mera formalità, formalità che sarà espletata il più presto possibile. Per un rinnovo che ormai appare scontato, ad un arrivo che invece si allontana sempre più, di oggi infatti la notizia che Verratti non vuole lasciare il campionato francese, il fantasista ex Pescara ha infatti detto di voler rinnovare con il Psg, squadra che al momento lo soddisfa appieno sotto il punto di vista professionale.

Il Napoli ha lottato, ma non ce l’ha fatta. Nonostante il gol di Dres Mertens nel primo tempo nella ripresa è venuto fuori il Real Madrid che ha vinto 3-1 grazie alla doppietta dell’uomo sempre decisivo in questi casi Sergio Ramos e alla rete allo scadere di Alvaro Morata. Era già decisa Arsenal-Bayern Monaco dopo il 5-1 dell’andata, i Gunners dopo essere passati in vantaggio nel primo tempo con Walcott devono subire un altro cinque a uno con i gol nella ripresa di Lewandowski, Robben, Douglas Costa e la doppietta di Arturo Vidal. Stasera si torna in campo con altre due partite. Barcellona-Paris Saint German sarà una gara ancora una volta incredibile dopo il 4-0 della gara d’andata che mette i francesi con un piede e mezzo nei quarti di finale. Più combattuta sarà Borussia Dortmund-Benfica dopo l’1-0 dei portoghesi all’andata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori