Autostrade a Pasqua 2017/ Traffico e viabilità: bollino rosso A1 e A14 (ultime notizie, oggi 13 aprile 2017)

- La Redazione

Autostrade a Pasqua, bollettino traffico, situazione e info: Ultime notizie in tempo reale, oggi 13 aprile 2017 sulla viabilità. Continue evoluzioni per Pasquetta. Veicolo in avaria sull’A1.

traffico_autostrade_1_lapresse_2017
(LaPresse)

Le partenze per le vacanze di Pasqua hanno già comportato un forte afflusso di famiglie e automobilisti su strade ed autostrade. In molti casi, come a Bologna, l’esodo è iniziato questa mattina, comportando un progressivo aumento dei livelli di traffico. La previsione è quindi che i volumi continuino con la stessa intensità fino alla mattina del prossimo sabato, con particolare focus sui tratti in uscita dalle metropoli e le principali strade nord-sud. In particolare, il bollino rosso è previsto sulla A1 Milano-Napoli, con una maggiore concentrazione fra Roma e Napoli e Milano e Bologna, ma anche sulla A14 Bologna-Taranto, dove si potrebbero verificare rallentamenti in special modo nel tratto che da Bologna porta a Pescara. Il traffico riprenderà intenso anche dalla fascia pomeridiana del prossimo lunedì 17 aprile fino a tutto martedì 18, in direzione opposta. [Aggiornamento di Morgan K. Barraco]

In occasione delle festività pasquali, Anas ha predisposto, a partire dalla giornata di domani e fino al 18 aprile un piano di interventi ad hoc su strade ed autostrade, al fine di ridurre al massimo i possibili disagi, anche alla luce dei maggiori flussi di traffico. A darne notizia è il portale Trasporti-Italia.com che annuncia un potenziamento dei presidi su strada da parte del personale Anas in particolar modo sui tratti maggiormente interessati da importanti flussi veicolari. Da domani sono attese le grandi partenze che lasciano intravedere un intenso traffico da bollino rosso, così come nella giornata di martedì 18 aprile in vista degli ultimi rientri. La giornata di Pasquetta, 17 aprile, invece, è caratterizzata da previsioni che annunciano traffico intenso di breve percorrenza, quando poi, a partire dal primo pomeriggio, prenderanno il via i primi rientri. In merito alla circolazione dei mezzi pesanti, domani ci sarà il blocco della circolazione su strade e autostrade dalle ore 14 alle ore 22; blocco che si rinnoverà anche nella giornata di sabato nella fascia 9-16, che diventerà 9-22 nelle giornate di Pasqua e Pasquetta. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

Nella notte ci sono stati problemi sulle autostrade italiane come sottolineato dal portale istituzionale Autostrade.it. Viene sottolineato infatti come sull’A1 Firenze-Roma si sia verificato traffico rallentato per la presenza di un veicolo in avaria. Il traffico si è verificato al chilometro 300.9 direzione Milano tra Incisa-Reggello e Firenze. La situazione è stata sicuramente controllata con attenzione e sempre con altrettanta rapidità sono entrati in servizio i mezzi di recupero e ordine delle autostrade italiane. Vedremo se la situazione sarà gestita e se nelle prime ore di questa mattina ci saranno dei problemi in merito. L’importante è andare a controllare il portale istituzionale per evitare che ci siano altri problemi in merito. Il sito infatti è aggiornato in tempo reale e ci saranno costanti situazioni da monitorare. Staremo a vedere quello che accadrà nella giornata di oggi giovedì 13 aprile 2017.

Ovviamente si avvicina la Pasqua e aumentano anche le preoccupazioni legate al traffico e alle autostrade italiane. Sarà molto interessante andare a vedere come si comporteranno i flussi migratori che sono previsti per le giornate di venerdì, sabato e anche domenica. In molti lasceranno casa per sfruttare la possibilità di andare anche al mare laddove le previsioni del tempo lo permetteranno. Il problema maggiore è legato soprattutto al ritorno che vedrà moltissimi italiani tornare verso casa il lunedì sera e non scaglionati come nel caso della partenza. Proprio per lunedì è importante monitorare con attenzione quello che accadrà sulle autostrade anche per magari andare a studiare un percorso alternativo che possa portare magari anche, per i tragitti più brevi, ad evitare proprio le autostrade per paura di incorrere nelle code che potrebbero generarsi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori