ABBANDONATA SULL’ALTARE/ Sarah trasforma il party per il non-matrimonio in una festa per homeless

- Emanuela Longo

Abbandonata sull’altare a una settimana dalle nozze: la 25enne Sarah Cummins dall’Indiana trasforma il party di non-matrimonio in una festa di solidarietà per gli homeless.

sposa_pixabay
Foto Pixabay.com

ABBANDONATA SULL’ALTARE, SARAH DEDICA IL PARTY AGLI HOMELESS: LA STORIA DI SOLIDARIETÀ

L’incubo ricorrente di ogni donna prossima alle nozze, è quello di essere abbandonata sull’altare dal promesso sposo. Probabilmente anche la bella Sarah Cummins, dell’Indiana, ha tentato più volte di scacciare via la paura di ritrovarsi da sola in abito da sposa senza il suo Logan. Per lei però, le cose sono andate diversamente ed il suo peggior incubo d’amore si è trasformato in realtà. Quella cerimonia dei sogni Sarah se l’era sudata fino alla fine. Negli ultimi due anni la 25enne aveva cercato di conciliare lo studio universitario con il lavoro pur di mettere da parte 30mila dollari, quanto le serviva per mettere a punto le nozze che tanto desiderava e che aveva immaginato sin nei minimi dettagli. Ma ecco che proprio ad una settimana dalle nozze, il cuore di Sarah si spezza per sempre: la storia con Logan, il promesso sposo al quale avrebbe pronunciato il fatidico “sì” proprio lo scorso sabato 15 luglio, si è bruscamente interrotta e così il sogno di poter vivere quella favola tanto desiderata. Oltre ai sentimenti, però, in casi come questo occorre pensare anche a tutto il resto ed è proprio in un contesto di disperazione e lacrime amare che la mancata sposa è riuscita con ingegno a trasformare il suo disastro sentimentale in una bella iniziativa di solidarietà.

LA DISPERAZIONE DELLA MANCATA SPOSA

La fine di una relazione ad una settimana dalle nozze non è stata semplice da gestire per la futura farmacista Sarah Cummins. Dopo il colpo di scena e la disperazione iniziale, però, la bella 25enne si è dovuta rimboccare le maniche e capire cosa fare concretamente con la grandiosa festa di matrimonio che aveva organizzato per lei e l’ormai ex futuro marito. “Mi è caduto il mondo addosso, ero distrutta. Ma ero anche molto arrabbiata per tutto quel cibo che sarebbe stato gettato nella spazzatura”, ha raccontato la giovane, come riporta Agi.it nel riportare la sua straordinaria storia. In casi come questi, infatti, occorre anche badare all’aspetto economico ed alle conseguenze che un matrimonio saltato può comportare, a partire dall’impossibilità di ottenere un rimborso o la cancellazione del servizio di catering senza il pagamento di ulteriori penali. Come fare allora a recuperare in modo intelligente la festa al Ritz Charles organizzata per 170 invitati e la sala affittata per le nozze ormai saltate?

PARTY PER IL NON-MATRIMONIO DEDICATO AGLI HOMELESS

Come ogni brava wedding planner che si rispetti, anche quella ingaggiata da Sarah è riuscita a dare il meglio di sé anche in situazioni limite come questa. Ecco allora che salta fuori l’idea solidale per festeggiare il non-matrimonio della 25enne. Dopo aver contattato i vari centri di accoglienza dell’intera Indianapolis e aver invitato le persone più povere della città, per questa domenica Sarah è riuscita a programmare il suo imperdibile party di nozze dedicato interamente agli homeless della zona. La disperazione della ragazza si è quindi trasformata in grande generosità, al punto da mettere a disposizione dei suoi ospiti ben due autobus. E dopo la festa, la bella Sarah è pronta a partire per il suo viaggio di nozze in solitaria che la porterà nella Repubblica Dominicana, dove sarebbe dovuto esserci con lei anche Logan. E se il matrimonio sfuma, non è detto che la giornata non possa comunque essere speciale, come lo ha dimostrato la mancata sposa americana.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori