ALLERTA ROSSA METEO GENOVA/Maltempo Liguria: allagamenti a La Spezia, il peggio in nottata (oggi, 9 settembre)

- Matteo Fantozzi

Allerta rossa meteo Genova, maltempo Liguria. Previsioni del tempo e maltempo: oggi, 9 settembre 2017. Forti temporali e rischio inondazioni: le ultime notizie e gli aggiornamenti

Allerta rossa meteo Genova, maltempo Liguria. Previsioni del tempo e maltempo: oggi, 9 settembre 2017. Forti temporali e rischio inondazioni: le ultime notizie e gli aggiornamenti

Alta tensione a Genova, ma in tutta la Liguria, per l’allerta meteo rossa che da diverse ore sta interessando la regione. Come riportato da Il Secolo XIX, un fulmine abbattutosi sulla centralina Fs a Sturla ha provocato ritardi di un’ora e oltre in tutte le direzioni nel traffico ferroviario. Tanta, tantissima pioggia sta cadendo in questi minuti anche a Savona,  dove il vero e proprio peggioramento è atteso però nella notte, con le previsioni meteo che parlano di forti temporali e raffiche di vento. I vigili del fuoco sono stati già costretti ad intervenire a La Spezia e dintorni: nel comune capoluogo le precipitazioni si sono intensificate poco prima delle 19, provocando anche alcuni allagamenti, ma la situazione appare ancora sotto controllo. Così come a Savona, anche in questo caso il picco è atteso nella notte, quando si attende una media di 11.8 millimetri l’ora di pioggia. (agg. di Dario D’Angelo)

EVOLUZIONE CRITICA

Il generale peggioramento della situazione meteorologica ha spinto il Comune di Genova, la Liguria e la Protezione civile regionale a condividere l’allerta rossa dell’Arpal per la giornata di oggi. Dovrebbe perdurare fino a domani, domenica 10 settembre, stando agli ultimi aggiornamenti previsionali. Le modalità di allerta sono diverse da zona a zona, ma la situazione resta preoccupante. «Abbiamo un’evoluzione dell’allerta meteo in Liguria piuttosto critica, prevista in particolare dalle 18 e nella serata, con il quadro più critico che interesserà soprattutto le zone centrali della nostra regione, Genova e l’entroterra», ha dichiarato l’assessore regionale alla Protezione civile, Giacomo Giampedrone. Dopo una lunga estate di siccità è in arrivo una perturbazione molto consistente: «Prevediamo che le ultime piogge importanti cessino nelle ultime ore della nottata, quindi l’allerta permarrà sino alle 8 di domenica, quando scatterà un’allerta degradante». (agg. di Silvana Palazzo)

LIGURIA, SITUAZIONE IN PEGGIORAMENTO

Situazione meteo in peggioramento in Liguria, la regione italiana maggiormente a rischio per le forti precipitazioni attese in giornata, tanto che la Protezione Civile regionale ha diffuso un nuovo messaggio di allerta meteo diramato dall’Arpal sulla base degli ultimi aggiornamenti previsionali, modificando l’allerta da arancione a rossa. Come riferito da Il Secolo XIX, da parte del sindaco di Genova, Marco Bucci, c’è la consapevolezza di essersi preparati ad ogni eventualità con la massima accortezza:”La città è pronta, ora incrociamo le dita consci di avere messo in piedi tutte le iniziative e le misure necessarie affinché vada tutto nel verso giusto. Questa è la prima volta che vedo come avviene in pratica l’organizzazione tra Regione, Protezione Civile, Coc e Comune: ho visto persone che lavorano forte, e questo è un grosso segnale alla città, il segnale che lavoriamo tutti insieme. Ho visto come funziona in Usa e in Cina, come si comportano, anche alla luce dei recenti eventi. Dobbiamo imparare come città a lavorare in questo modo”. (agg. di Dario D’Angelo)

RISCHIO INONDAZIONI IN LIGURIA

Allerta maltempo in Liguria, che da qui a poco entrerà in regime di bollino arancione per il rischio idraulico e idrogeologico derivato dalle forti piogge e dai temporali violenti previsti sulla regione a partire dalle ore 14. Data la conformazione di un territorio che non è nuovo ad inondazioni e nubifragi, la preoccupazione riguarda in particolare i rivi minori. Come chiarisce Rai News, infatti, dinanzi alla natura temporalesca delle precipitazioni, torrenti e fiumiciattoli potrebbero rendersi protagonisti di una risposta tanto improvvisa e repentina quanto pericolosa per la popolazione. Ad essere interessati dai rischi portati in dote da questo primo assaggio d’autunno, però, non è soltanto la Liguria. L’allerta arancione, per decisione della Protezione Civile, vige anche in diversi settori del Veneto e su parte della Basilicata e della Calabria. (agg. di Dario D’Angelo)

LE ZONE D’ALLERTA IN LIGURIA

Sarà dunque un weekend assolutamente da tenere d’occhio in Liguria, con la protezione civile che ha diramato l’allerta dividendo in cinque zone la regione, così come avviene in queste situazioni d’emergenza. Come si legge nel comunicato emesso, la Protezione Civile Regionale della Liguria ha diffuso l’allerta meteo diramata da Arpal sulla base degli ultimi aggiornamenti meteo previsionali. Queste le modalità di allertamento sulle diverse areeo:

A: Lungo la costa fino a Noli, l’intera provincia di Imperia, la valle del Centa dalle ore 14.00 ARANCIONE (su tutti i bacini)

B: Lungo la costa da Spotorno a Camogli comprese, Val Polcevera e Alta Val Bisagno dalle ore 14.00 ARANCIONE (su tutti i bacini)

C: Lungo la costa da Portofino fino al confine con la Toscana, tutta la provincia della Spezia, Valfontanabuona e Valle Sturla dalle ore 17.00 ARANCIONE (su bacini piccoli e   medi), GIALLA (su bacini grandi)

D: Valle Stura ed entroterra savonese fino alla Val Bormida dalle ore 14.00 ARANCIONE (su bacini piccoli e   medi), GIALLA (su bacini grandi)

E: Valle Scrivia, Val d’Aveto e Val Trebbia dalle ore 14.00 ARANCIONE (su bacini piccoli e   medi), GIALLA (su bacini grandi)

Nella mattinata di sabato verranno effettuate le valutazioni sulla possibile conclusione dell’allerta, attualmente fissato alle 23.59 di sabato, ma destinato secondo le previsioni a essere prolungato. (agg. di Fabio Belli)

48 ORE DI MASSIMA ALLERTA

Saranno 48 ore di massima allerta, in Liguria, in vista di un’ondata di maltempo violentissima che dovrebbe placarsi solo nel tardo pomeriggio di domenica. A lanciare l’allarme è stata la Protezione Civile della Regione con un bollettino che non annuncia nulla di buono. Le probabilità di temporali molto forti, organizzati e persistenti su tutte le zone della Liguria è elevatissima. Quella che secondo le previsioni meteo si abbatterà sulla Regione sarà la prima vera perturbazione autunnale che vede già l’applicazione del bollino arancione. Stando a quanto reso noto da Corriere.it, il passaggio del fronte di maltempo sembra fortunatamente essere abbastanza rapido. In merito alle zone interessate, al sito allertaliguria.gov.it sarà possibile trovare il dettaglio di tutti i Comuni. In generale, le previsioni per le prossime ore restano tutt’altro che favorevoli in quanto già in serata si registrerà la discesa di una saccatura dal Nord Europa verso il Nord Africa, con un minimo di pressione al suolo sul Mar Ligure. Sarà proprio questa situazione a determinare il maltempo sull’intera Regione. Le precipitazioni maggiori sono attese soprattutto a partire da metà giornata di sabato, dopo qualche pioggia sul Levante. La perturbazione si concretizzerà con piogge diffuse di intensità forte e localmente molto forte che potranno culminare in temporali violenti e mare localmente agitato. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

BOLLINO ARANCIONE IN LIGURIA

In Liguria scatta l’allerta meteo con bollino “arancione” dalle ore 14 di domani sabato 9 settembre fino alle 17 del giorno dopo: temporali, allagamenti e fortissime precipitazioni si abbatteranno sulla Liguria nelle prossime 48 ore, con la speranza che non avvengano le tristi e annuali inondazioni con rischio alluvione in molti torrenti da Levante fino a Ponente. Come scrive la Protezione Civile Ligure nel suo ultimo bollettino emesso, «il fronte della perturbazione, preceduto da qualche pioggia mattutina sul levante, attraverserà tutta la Liguria da ovest a est con precipitazioni più diffuse che inizieranno a partire dalla parte centrale della giornata. Sono previste piogge diffuse di intensità forte e in alcuni casi molto forte con cumulate elevate. Il vento potrà rinforzare fino a 60-80 km/h e potranno verificarsi temporali forti, organizzati e persistenti». Sabato mattina saranno effettuate anche le ultime valutazioni sull’allerta per eventualmente diminuirla o elevarla a seconda delle più prossime previsioni meteo. A Genova è stata già rinviata a data da destinarsi il match di Serie A Sampdoria-Roma e sono stati allertati i servizi di trasporti come la metropolitana: «chiusi i due accessi della stazione di Brignole di via Canevari e gli ascensori all’interno della stazione metro, zona Canevari; la stazione metro di Brignole sarà accessibile da piazza Raggi (Borgo Incrociati) e da piazza Verdi dai normali accessi. Chiusi gli ascensori del sottopasso ferroviario di Sestri Ponente (via Puccini)», riporta Il Secolo XIX. (agg. di Niccolò Magnani)

TEMPORALI SU PUGLIA E CAMPANIA

Dopo un’estate all’insegna di temperature bollenti ma soprattutto dell’allarme siccità, le piogge sono arrivate anche al Sud. Un inizio di autunno piuttosto dinamico, quello avviato da qualche giorno e che porta gli esperti del portale IlMeteo.it a far parlare già da ora di un “inverno coi fiocchi”. In questo venerdì che apre la strada al weekend, il maggior peggioramento atmosferico si registrerà principalmente sulla Sicilia, dove le piogge saranno intense con temporali sparsi che tenderanno ad estendersi gradualmente verso la Calabria, Campania, Lucania e Puglia già entro questa sera. In merito alla situazione al Nord Italia, temporali saranno attesi anche su Cuneese e Torinese. Sempre in serata è previsto un peggioramento generale sulle Alpi settentrionali del Piemonte e Lombardia. In occasione delle precipitazioni potrebbero abbassarsi le temperature ma senza evidenti variazioni. Per il fine settimana in arrivo, dunque, spazio all’arrivo del ciclone atlantico attualmente posizionato tra il regno Unito ed i Paesi Bassi e che scendendo di altitudine porterà un’ondata di perturbazione sull’intera Penisola con temporali sparsi principalmente al Sud e possibili nubifragi su Lombardia e Liguria centro-orientale. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

INTENSA DINAMICITÀ AUMOSFERICA

Sarà un periodo dal punto di vista delle previsioni del meteo piuttosto instabile per quanto riguarda il nostro paese. Da anni non accadeva una situazione di dinamicità atmosferica come quest’anno, lo riporta IlMeteo.it che sottolinea come presto potrebbero esserci diverse situazioni di allerta meteo in diverse zone del nostro paese. La situazione potrebbe precipitare nel weekend quando vedremo i problemi legati al meteo anche aumentare. Nonostante questo le temperature non dovrebbero variare più di tanto se si escludono i momenti in cui vedremmo molte forti precipitazioni. Sicuramente però è un momento in cui le situazioni diventano molto difficili da prevedere e c’è da tenere d’occhio anche all’escursione termica. Staremo a vedere quello che accadrà nelle prossime ore, anche se c’è da dire che in alcune zone del nostro paese ci potremo godere ancora il sole e anche la fine di questa estate che è stata davvero molto calda.

GIORNATA VARIA SU TUTTO IL PAESE

Le previsioni meteo ci parlano per la giornata di oggi, venerdì 8 settembre 2017, come molto varia sotto il punto di vista meteorologico. Si parte dalla mattina quando vedremo pioggia sparsa su tutto il nord, con fenomeni però anche sulla parte alta della Calabria e il sud della Puglia. L’unica circostanza di temporale però si vedrà nelle Marche. Nel pomeriggio questa forte perturbazione si sposterà nel centro della Toscana con pioggia sparsa ancora al nord e ancora su Calabria e Puglia. Le correnti, così come i venti, si tireranno da nord verso sud sul versante tirrenico mentre saliranno da sud verso nord su quello adriatico. Il mare sarà piuttosto mosso un po’ ovunque con le temperature che saranno variabili. Le minime le registreremo attorno ai sedici gradi centigradi su Aosta e Perugia nella mattinata mentre quelle massime si vedranno con trenta su Bari nel pomeriggio. Attenzione al mare mosso un po’ ovunque con una giornata che non consiglia il mare nemmeno laddove ci sarà cielo sereno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori