Santi Simone e Giuda Taddeo/ Santo del giorno, Video: il 28 ottobre si celebrano i due uomini adorati a Tovena

- Matteo Fantozzi

Il 28 ottobre si celebrano i Santi Simone e Giuda Taddeo, Santo del giorno: i due uomini sono stati adorati nella cittadina di Tovena una piccola frazione nel comune di Cison di Valmarino.

santi_simone_giuda_taddeo_santo_del_giorno_2018_iconografia
Santi Simone e Giuda Taddeo, Santo del giorno

Si celebrano oggi i Santi Simone e Giuda Taddeo. Simone, detto Zelote o Cananeo fu Vescovo di Gerusalemme succedendo a San Giacomo Il Minore. Sul Vangelo viene riportato poco su questo apostolo che comunque fu ricordato soprattutto a causa della sua forte indignazione contro tutti quelli che disonoravano con il proprio comportamento la parola e la fede di Cristo. Assieme agli altri Apostoli di Gesù ricevette lo Spirito Santo durante la Pentecoste e rimase sempre molto fedele alla sua vocazione. Fu predicatore in Mauritania ed Egitto, mentre in Persia venne aggredito dai sacerdoti idolatri prima di essere torturato e tormentato e, infine, crocifisso. Le sue reliquie si trovano in parte a Roma, presso la Basilica di San Pietro e in parte a Tolosa, nella cattedrale della città. Giuda, detto Taddeo, nacque da Cleofa e Maria, quest’ultima cugina della Vergine. Egli era quindi parente di Gesù Cristo e a lui fu molto caro non soltanto per il legame sanguigno ma anche per quanto riguarda la professione della fede. Dopo aver ricevuto lo Spirito Santo divenne predicatore in zone come la Samaria, la Siria e nelle Indie ma fu conosciuto soprattutto nella zona della Mesopotamia. Tornò a Gerusalemme nel 62 d.C. San Giuda Taddeo va ricordato soprattutto perché è a lui che si deve la conversione della famiglia reale di Persia e di gran parte della corte. Tutti ebbero il sacramento del Battesimo proprio dalle sue mani. In Babilonia fece edificare numerose chiese e fondò una comunità di fedeli. Sempre in Persia, però, fu vittima dei suoi stessi insegnamenti, divenendo martire.

Clicca qui per il video della loro storia

Santi Simone e Giuda Taddeo, Santo del giorno: feste e Sagre dedicate

I Santi Simone e Giuda Taddeo vengono celebrati presso la cittadina di Tovena, una piccola frazione del comune di Cison di Valmarino, in provincia di Treviso. I festeggiamenti iniziano da metà ottobre e proseguono per tutto il mese. Durante questo periodo si svolgono diversi spettacoli, mostre ed eventi come la Secolare Fiera Franca dove sono presenti venditori di ogni genere, oltre ad offrire ai visitatori la possibilità di assaporare alcune specialità tipiche della zona come la famosa trippa alla tovonese oppure la classica “sopa coe trippe de San Simon”. Nel centro sportivo polifunzionale viene allestito un grande stand dove c’è un’enoteca fornitissima meta di tutti gli appassionati della zona che desiderano degustare vini DOC e DOCG provenienti da tutta la regione. Un’altra manifestazione importante che si svolge in occasione della festa dei Santi Simone e Giuda Taddeo è “Giocabimbi”, ormai giunta alla sua terza edizione. Si tratta di un’intera giornata dedicata ai giochi “di una volta”, quelli che si facevano in strada. L’evento è aperto a tutti, grandi e piccini.

La cittadina di Tovena

Tovena, dove sono celebrati i Santi Simone e Giuda Taddeo, è una frazione molto piccola con circa 600 abitanti. La chiesa parrocchiale è dedicata ai Patroni Simone e Giuda e risale al 1423, quando venne autorizzata la cappella e venne costruito il battistero. La chiesa venne consacrata soltanto nel 1693. L’aspetto attuale dell’edificio risale al 1853, quando la struttura fu ampliata con l’aggiunta delle navate laterali. Nella parte meridionale della cittadina sono visibili i resti di una torre di vedetta probabilmente bizantina. In alcune case del paese sono presenti affreschi antichi, soprattutto negli edifici che si trovano nel centro. Tovena è caratterizzata anche dalla presenza di diversi capitelli, a testimonianza della tradizione cristiana della frazione.

Il video della storia di San Giuda Taddeo e San Simone



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori