GIUSY PEPI SCOMPARSA, L’AMICA “MAI DETTO CHE VOLEVA ANDARE VIA”/ Le affidò un borsellino “senza documenti”

- Emanuela Longo

Giusy Pepi, la testimonianza di un’amica alla quale la donna le affidò un borsellino prima della sua scomparsa: il caso a Pomeriggio 5

Giusy Pepi, il caso a Pomeriggio 5
Giusy Pepi, il caso a Pomeriggio 5

A prendere oggi la parola, nell’ambito del giallo sulla scomparsa di Giusy Pepi è stata l’amica Gianna, la donna alla quale la 39enne aveva affidato il suo borsellino prima di far perdere le sue tracce. La donna è intervenuta a Pomeriggio 5 dopo le parole di una precedente amica e la lite con il marito di Giusy. “Il borsellino è stato lasciato questa estate da lei e da un’altra ragazza. E’ vero che mi ha lasciato questo borsellino, aveva con sé anche una busta ma non so cosa ci fosse all’interno. Io mi sono rifiutata di tenerla senza sapere il suo contenuto”, ha spiegato l’amica. In merito al borsellino, al suo contenuto ed al motivo per il quale la 39enne avrebbe deciso di affidarglielo, l’amica ha commentato: “il borsellino non l’ho mai aperto, mi ha solo detto che dovevo tenerglielo senza altra motivazione”. La donna ha smentito che non ci fosse all’interno nessuno biglietto del treno. Due giorni dopo la sparizione di Giusy, quel borsellino lo avrebbe consegnato personalmente al marito Davide Avola che lo avrebbe aperto davanti a lei ed avrebbe appurato che non vi fossero all’interno né i soldi né i documenti personali della scomparsa ma solo le foto dei figli ed alcuni scontrini. Quindi ha aggiunto di non sapere assolutamente nulla in merito alla sparizione dell’amica, vista l’ultima volta lo scorso 1 ottobre. “Mai detto che voleva andare via, io la vedevo tranquilla”, ha ancora aggiunto. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

SOMIGLIANZE CON IL CASO GESSICA LATTUCA

Giusy Pepi e Gessica Lattuca: due casi di scomparsa scuotono la Sicilia. La prima è sparita da Vittoria, l’altra da Favara. Due ragazze scomparse in meno di cento chilometri. E se dietro questi due casi ci sia un serial killer? L’ipotesi è stata lanciata da La Vita in Diretta, che ha analizzato i punti in comune: dalla somiglianza delle vittime, definita «straordinaria e innegabile» dalla criminologa Roberta Bruzzone, alla finestra temporale ravvicinata. Ma per Bruzzone l’ipotesi al momento resta «molto suggestiva». La criminologa sostiene che le «due ragazze hanno criticità importanti nella vita quotidiana», ma prima di considerare questa ipotesi suggerisce di «scandagliare nel dettaglio le vite delle due ragazze». C’è comunque una novità importante sul caso di Gessica Lattuca: esiste un filmato della sera della scomparsa e in quel filmato non c’è. In molti dicono di averla vista camminare a piedi, invece non è stata ripresa dalle telecamere. Passano invece alcune macchine, a quanto pare non ancora identificate. Su una di quelle auto c’era Gessica? Le ultime notizie riguardanti Giusy Pepi parlano di nuovi accertamenti: l’ex fidanzato della donna è stato sentito e probabilmente verrà nuovamente sentito. (agg. di Silvana Palazzo)

L’AMICA “QUALCUNO LA COPRE, NON È COLPA DEL MARITO”

La scomparsa di Giusy Pepi nuovamente al centro della trasmissione Pomeriggio 5. A prendere oggi la parola, in collegamento con la trasmissione di Canale 5 è stata anche un’amica della donna e mamma di Vittoria. “Non so dove potrebbe essere Giusy, ma mi son fatta un’idea. Prima avevo paura che potesse essere stata presa con la forza, ma oggi per me Giusy se ne è andata tranquilla ed è tranquilla”: è questo il commento dell’amica Enza secondo la quale l’amica voleva semplicemente lasciare il marito e la famiglia. La donna ha smentito categoricamente le accuse rivolte un’altra presunta amica della donna scomparsa al marito Davide Avola parlando di “affermazioni gravi”. “Oggi fa queste dichiarazioni in forma anonima, perchè non le faceva alle forze dell’ordine?”, ha domandato Enza, che al contrario ha voluto mettere la sua faccia in diretta tv. “Questa persona sta creando un alibi a Giusy o a se stessa?”, ha aggiunto, sospettando che possa aver aiutato la 39enne ad allontanarsi di casa. “Non credo che Davide la maltrattasse!”, ha proseguito. Sul finale di collegamento, Enza ha voluto mandare ancora un appello alla 39enne: “Se mi stai guardando, non dico di andare da Davide o dagli amici ma almeno in un commissariato di polizia vicino e fai sapere che sei viva e stai bene. Se non vuoi più sapere nulla di tuo marito, anche se è brutto, basta dirlo e mettere fine a questo polverone. Non è giusto che Davide debba prendersi tutte queste brutte parole” Per la donna, qualcuno la sta coprendo dandole un appoggio. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

SCOMPARSA GIUSY PEPI: ALLONTANAMENTO VOLONTARIO?

La scomparsa di Giusy Pepigiusy, mamma 39enne di Vittoria (Ragusa) e della quale si sono perse misteriosamente le tracce da ormai 20 giorni resta avvolta da una serie di domande e dubbi. Il suo è davvero un allontanamento volontario, come ipotizzato dal marito Davide Avola o dietro la sua sparizione si nasconde forse qualcosa di più grave e grande della stessa donna? Ieri, alla trasmissione Pomeriggio 5 è intervenuto nuovamente il fratello di Giusy, Gianni Pepi, il quale ha voluto rivolgere un nuovo appello alla donna affinché possa almeno farsi sentire e tranquillizzare sul fatto che stia bene, indipendentemente dalle motivazioni che l’avrebbero portata ad allontanarsi dalla sua famiglia. Se quest’ultima l’ha sempre descritta come una donna tranquilla, le sue amiche non la penserebbero proprio così, in quanto la descrivono invece come una ragazza fragile e bisognosa di un punto di riferimento, ovvero del marito. Per altre amiche, invece, ultimamente le cose andavano in maniera differente. Una di loro è intervenuta nella puntata di ieri di Chi l’ha visto commentando: “Restava sempre da sola, suo marito non le dava nulla da mangiare, anche i figli restavano senza cibo. Lei diceva sempre che era stanca, che non ce la faceva più”.

GIUSY PEPI, LE ACCUSE DI UN’AMICA AL MARITO

L’amica di Giusy Pepi avrebbe fatto molto di più in quanto alla trasmissione di RaiTre avrebbe riferito delle pesanti accuse choc al marito della donna scomparsa, Davide Avola. “Suo marito era violento con lei la maltrattava, si l’ha picchiata è stata Giusy a dirmelo in più di una occasione”, ha aggiunto l’amica, volendo però restare anonima. E’ possibile che Giusy abbia deciso di lasciare la sua famiglia per fuggire proprio dal coniuge definito dall’amica violento? Giusy pepi inoltre sarebbe scomparsa alla vigilia di una importante certificazione. La donna avrebbe dovuto ricevere un assegno dopo la conferma dei suoi problemi di salute. “Lei non voleva passare per pazza, Giusy stava bene ed è per questo che forse è andata via. Non voleva questo certificato aveva paura che poi potesse perdere i suoi figli. Mi parlava sempre delle suore che tanti anni prima l’avevano aiutata, forse è andata lì”, ha proseguito. E proprio un’amica interverrà oggi a Pomeriggio 5 con nuove importanti testimonianze.

© RIPRODUZIONE RISERVATA