“Metro Roma pericolosa, stazioni a rischio”/ Dossier choc dei vigili: 145 milioni dal governo per manutenzione

“Metro Roma pericolosa, stazioni a rischio”: l’allarme arriva dalla polizia urbana. Dossier choc dei vigili, ma 145 milioni arrivano dal governo per la manutenzione

23.12.2018 - Silvana Palazzo
Metro Roma
Metro Roma (Foto Wikipedia)

Brutte notizie per i cittadini di Roma, come se non siano già abituati a riceverne. La metropolitana è pericolosa: lo rileva un dossier choc dei vigili. La polizia urbana ha condotto un’indagine la cui conclusioni sono a dir poco impressionanti, soprattutto sul piano della sicurezza, come riporta Repubblica. «Sul piazzale della stazione è stata montata una tenda da campeggio, l’area è cosparsa di rifiuti, le vie di fuga sono ostruite dai banchi degli ambulanti autorizzati». In alcuni casi è stata ravvisata la mancanza di grate di areazione, della segnaletica orizzontale che indica la possibilità di usufruire dell’elevatore per disabili. Invece la rottura delle scale mobili e delle infiltrazioni d’acqua lungo i cunicoli sono cosa ormai nota. Questo, e tanto altro, è emerso dal dossier preparato dal corpo della polizia locale. Il rapporto certifica le condizioni di fatiscenza delle fermate della metropolitana di Roma. Una situazione al limite, dovuta alla mancata manutenzione ordinaria e straordinaria per la quale il governo è intervenuto stanziando 145 milioni di euro.

“METRO ROMA PERICOLOSA”, DOSSIER CHOC DEI VIGILI

Quotidiano è il rischio che corrono gli utenti. Per “ragioni di sicurezza” le autorità potrebbero essere costrette alla chiusura di gran parte delle stazioni delle due linee del trasporto pubblico. Potremmo chiamarli “tunnel della paura” anziché linee della metropolitana. Sta di fatto che il viaggio dei vigili è cominciato venerdì scorso dalla stazione Cipro, sulla linea A. E lo scenario apparso subito è stato desolante. «Sul plateatico della stazione – scrivono le due agenti incaricate dei sopralluoghi – sono presenti due senza dimora e una tenda da campeggio, l’area è cosparsa di bottiglie e rifiuti nonostante la situazione venga segnalata all’organo competente ogni qual volta si presenti». Vie di fuga ostruite, griglie per il raccoglimento dell’acqua piovana ostruite da detriti e fogliame. In alcuni casi viene descritta la normalità come qualcosa di eccezionale: «Sono presenti le piantine dei piani di evacuazione e mezzi antincendio». E così per il Colosseo: «Le condizioni sono buone, è presente un montacarichi per il trasporto di disabili».



© RIPRODUZIONE RISERVATA