FIRENZE, CAMION IN RETROMARCIA DANNEGGIA CORRIDOIO VASARIANO/ Ultime notizie, assessore “Ripensare la ztl”

Firenze, camion consegne “pirata” urta e danneggia colonna del Corridoio Vasariano: individuato, danno gravissimo. Le parole dell’assessore Giorgetti

27.12.2018, agg. alle 19:55 - Niccolò Magnani
Il Corridoio Vasariano
Corridoio Vasariano a Firenze (Wikipedia, 2018)

I danni causati dal camion in retromarcia contro il Corridoio Vasariano sono stati stimati per decine di migliaia di euro. Dopo l’identificazione e la denuncia a carico dell’autista del mezzo, è intervenuto anche Stefano Giorgetti, assessore alla mobilità, il quale come riferisce il quotidiano La Nazione ha spiegato: “L’area pedonale non avrebbe impedito il verificarsi di un episodio di questo tipo. Il veicolo che ha causato il danno durante una manovra è infatti un mezzo del trasporto merci che, per il servizio che svolge, è autorizzato anche al transito nelle zone pedonalizzate”. Dopo quanto accaduto si sono moltiplicate le proteste da parte di chi non trova opportuno che mezzi pesanti transitino in zone di particolare pregio storico. “Da quando sono assessore non sono mai riscontrati danni al patrimonio storico e culturale in quel tratto”, ha ribadito l’assessore spiegando come quel tratto di strada non è accessibile a tutti gli autorizzati ztl ma ai “soli residenti dell’Oltrarno con permesso O”, ed “i mezzi del trasporto merci possono transitare anche nelle aree pedonali, come avviene già in piazza del Duomo o piazza della Signoria”. Giorgetti ha poi ricordato che da settembre si sta discutendo sulla revisione generale della ztl. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

VICESINDACA, “RESTAURO ENTRO GENNAIO”

Sono state le videocamere di sorveglianza del comune di Firenze, questa mattina, a registrare le immagini del furgone che ha urtato e danneggiato pesantemente una colonna del Corridoio Vasariano all’altezza di Ponte Vecchio. Come riportato da La Stampa, il responsabile è un uomo, un cinquantenne residente nel Napoletano, che dopo l’impatto si è allontanato senza dare l’allarme, ma qualche ora dopo è stato rintracciato e denunciato. Dopo un sopralluogo, la vicesindaca Cristina Giachi, ha auspicato “tempi rapidi per il restauro”. Come riportato da 055firenze.it, l’esponente dell’amministrazione Nardella ha aggiunto:”Siamo in contatto con la Soprintendenza che ci ha assicurato un avvio rapido dei lavori per il restauro della colonna che dovrebbe essere concluso entro il mese di gennaio. Speriamo che si faccia prima possibile”. (agg. di Dario D’Angelo)

CORRIDOIO VASARIANO, DIRETTORE UFFIZI: “RESPONSABILITÀ DOPPIA”

Trovato l’automobilista che questa mattina intorno alle 7, durante una manovra, ha centrato con il suo furgone un pilone del Corridoio Vasariano, opera d’arte del Vasari all’angolo tra Lungarno degli Archibusieri e il Ponte Vecchio, a pochi passi dagli Uffizi di Firenze. Come riportato da Il Corriere della Sera, dopo aver visionato le immagini delle telecamere di videosorveglianza per risalire al responsabile, gli inquirenti hanno accertato che il camion in questione è di proprietà di una ditta di trasporti di Caserta. Da una prima verifica da parte del direttore Eike Schmidt e dell’architetto Antonio Godoli pare che il camion abbia spaccato di netto un cardinaletto di pietra serena alto quasi 2 metri e largo 40 centimetri risalente al tempo in cui il Comune di Firenze, attorno al 1890, fece lavori di restauro ripristinando l’immagine vasariana. L’elemento verrà sostituito subito dopo Capodanno. Il direttore degli Uffizi è stato comunque molto drastico: “Qui la responsabilità è doppia — dice Schmidt — perché oltre ad aver violato il codice della strada l’autista ha commesso anche il reato di vandalismo di un bene storico. Spero che la Procura faccia totale chiarezza”. (agg. di Dario D’Angelo)

CORRIDOIO VASARIANO DANNEGGIATO DA PIRATA DELLA STRADA

È stato individuato poco fa il furgone delle consegne “pirata” che questa mattina ha danneggiato gravemente una colonna del Corridoio Vasariano – il passaggio sospeso che trasporta i turisti di Firenze da Palazzo Pitti e il Museo degli Uffizi – ideato nel XVI secolo dall’architetto Giorgio Vasari. Un passaggio a forte velocità prima di una delle tante consegne e il danno immediato che, probabilmente, neanche si è accorto di provocare lo sbadato autista: stando alla dinamica ricostruita dalla Polizia Municipale di Firenze giunta subito sul posto, il camion ha scaricato merce in via Por Santa Maria, «ha poi proseguito e, arrivato in piazza del Pesce, ha fatto inversione di marcia. Durate questa manovra avrebbe urtato la colonna per poi allontanarsi verso piazza Signoria», riporta LaPresse. Le immagini di sorveglianza sono state visionate e nel giro di qualche ora hanno portato all’identificazione del camion per le consegne “pirata”: ora il tratto di Lungarno vicino a Ponte Vecchio è transennato.

INDIVIDUATO IL FURGONE-PIRATA: DIRETTORE UFFIZI, “DANNO GRAVISSIMO”

I vigili di Firenze hanno individuato la ditta che fa capo al furgone e che ha sede legale a Caserta: non ci sono stati per fortuna danni strutturali al basamento del Corridoio Vasariano ma l’impatto è stato fortissimo e il danno artistico non indifferente: «Si tratta di un danno da decine di migliaia di euro – ha commentato a caldo il direttore degli Uffizi, Eike Schmidt -. Spero che questi pirati della strada vengano presi al più presto. Ciò che è accaduto nella notte forse porta a dover da riconsiderare l’acceso delle auto nella zona di Ponte Vecchio». Secondo il direttore del Museo tra i più visitati al mondo, il sindaco Nardella dovrebbe ripensare la norma specifico: «Forse è il caso che il Comune valuti una restrizione dei passaggi e valuti se non sia il caso di trasformare quell’area così densa di monunenti e di transito di turisti, in un’area pedonale come sono altre del centro storico di Firenze».

© RIPRODUZIONE RISERVATA