TRAPANI, INTOSSICATI 35 BAMBINI A SCUOLA/ Buseto Palizzolo, “nessun alunno è grave”: ma genitori in rivolta

- Emanuela Longo

Trapani, 35 bambini intossicati a scuola: si sentono male dopo aver consumato il pasto in mensa, sindaco sospende il servizio. Casi di intossicazione tra militari.

ambulanza_pixabay_2017
Immagine di repertorio

Il sindaco di Buseto Palizzolo si è detto assai rincuorato dal fatto che nessun alunno «al di lai delle cause del diffuso malessere, è grave. E questa, adesso, è la cosa più importante in assoluto»: le parole di Luca Gervasi all’Ansa confermano che il peggio sia passato nella scuola del Trapanese che oggi ha vissuto attimi di dramma per i 35 bimbi intossicati di colpo dopo il pranzo in mensa. Da fonti dell’Esercito invece giungono novità sulla caserma Giannettino, dove invece pare che i sintomi di malessere di alcuni soldati non siano  riconducibili a nessuna tossinfezione alimentare. Tuttavia è stato richiesta l’intervento dei carabinieri del Nas di Palermo che ieri hanno provveduto al prelievo di campioni alimentari. Intanto però, come riporta Tg Com24, i genitori dei bimbi coinvolti sono sul piede di guerra come già avevano visto qui sotto con le prime reazioni di una mamma: «Mia figlia vomita da mercoledì. I medici non mi hanno saputo dire se si tratta di un virus intestinale o di una tossinfezione alimentare», dice la mamma di una 13enne ricoverata. È chiaro che se vi saranno conferme sulla volontà di non creare allarmismi da parte della Scuola Manzoni-Pitrè, i genitori sono pronti a scendere nelle aule del tribunale civile di Trapani: «Se a causare il malessere a mia figlia è stata una tossinfezione presenteremo una denuncia». (agg. di Niccolò Magnani)

MALORI DOPO LA MENSA

Sono 35 i piccoli allievi dell’Istituto comprensivo “Pitrè Manzoni” di Buseto Palizzolo, in provincia di Trapani, i quali si sono sentiti male dopo aver mangiato alla mensa, in seguito a quella che sembra avere tutti i contorni di una intossicazione alimentare. A darne notizia è il quotidiano Repubblica.it, che riporta le parole del sindaco Luca Gervasi dopo essere stato a sua volta raggiunto dalla segnalazione. “Abbiamo provveduto a sospendere il servizio mensa, affidato all’esterno”, ha fatto sapere. Le cause dell’intossicazione che ha colpito i bimbi della scuola sarebbero ancora ignote, ma dalle parole del sindaco si apprende che due persone sono state ricoverate, mentre gli altri piccoli allievi si sono rivolti ai relativi pediatri riscontrando in ogni caso dei disturbi gastro-intestinali. Alcuni campioni di cibo rimasto ancora nella scuola saranno sottoposti a prelievo, nel pomeriggio di oggi, quando sul posto si recheranno il sindaco e l’Asp. Tuttavia, come emerge dalla testimonianza del dirigente scolastico, Grazia Maria Sabella, i primi casi di intossicazione alimentare sarebbero già stati segnalati lo scorso martedì, quando alcuni bambini ed una insegnante avevano manifestato problemi di natura gastro-intestinale tali da aver necessitato il ricorso alle cure mediche presso il pronto soccorso. “Mi auguro che per la salute dei bambini e degli insegnanti non si ripetano più casi del genere”, aveva commentato la dirigente.

TRAPANI, INTOSSICATI ANCHE ALCUNI MILITARI

La madre di una ragazzina di 13 anni, anche lei rimasta intossicata dopo aver mangiato alla mensa scolastica, aveva riferito: “Mia figlia vomita da ieri”. I medici al momento non avrebbero ancora del tutto chiarito se dietro i vari malesseri registrati negli ultimi due giorni possa esserci un virus intestinale o una intossicazione alimentare. Ad essere colpiti sono soprattutto i piccoli alunni delle classi della materna e della media della scuola Manzoni-Pitrè di Buseto. L’evento ha ovviamente mandato in subbuglio l’intero paese nel Trapanese. “Ho il sospetto che non vogliono creare allarmismo, ragion per cui ci lasciano in sospeso sulla diagnosi, attribuendo la responsabilità al virus intestinale”, ha commentato una madre, intenta a presentare una denuncia nel caso in cui dovesse emergere che il malessere della figlia sia connesso ad una tossinfezione. Ma tra gli intossicati risultano esserci anche alcuni militari della caserma dell’esercito di Trapani. Anche in questo caso i Nas hanno già provveduto al prelievo dei campioni di cibo utili agli accertamenti di natura tossicologica e anche l’Asp ha avviato le opportune verifiche. Sia la scuola che la caserma sono rifornite dalla medesima ditta esterna.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori