ROMA, MAESTRO KARATE ARRESTATO, ABUSAVA DELL’ALLIEVA 14ENNE/ Ultime notizie: agli agenti, “io la amo!”

- Dario D'Angelo

Roma, maestro di karate abusa dell’allieva: la ragazzina di 14 anni gli era stata affidata per motivi scolastici. Ad accorgersi che qualcosa non andava è stata la mamma

trans_abusi_donne_violenza_pixabay_2017
Immagine dal web

Quando gli investigatori del commissariato San Giovanni di Roma, diretto da Mauro Baroni, lo hanno raggiunto all’interno della sua abitazione, il maestro di karate autore degli abusi su una sua allieva 14enne ha avuto il coraggio di dire:”Io la amo, non ne posso fare a meno”. A riferirlo è Il Messaggero, sottolineando come decisivo sia stato l’intervento della mamma della ragazzina, accortasi dello stato d’ansia che stava attanagliando la figlia e per questo pronta a verificare sul suo cellulare la presenza di una serie di messaggi hot indirizzati dal 47enne programmatore informatico. Stando a quanto ricostruito, il rapporto tra i due avrebbe avuto origine l’estate scorsa, durante una vacanza insieme in Trentino Alto Adige. Ad aggravare il quadro accusatorio il forte sospetto che per l’aiuto maestro non si tratti del primo episodio di questo tipo…(agg. di Dario D’Angelo)

MAESTRO KARATE ABUSA ALLIEVA: DECISIVO INTERVENTO DELLA MAMMA

Un maestro di karate è stato arrestato a Roma per aver abusato della sua allieva 14enne. Gli agenti della squadra investigativa del commissariato di San Giovanni hanno eseguito l’ordinanza che disponeva gli arresti domiciliari per il 47enne, di professione analista-programmatore. L’uomo è stato arrestato per «atti sessuali con minorenne aggravato dal fatto che la persona abusata le era stata affidata per ragioni di istruzione». Gli investigatori hanno fatto sapere che «sono stati raccolti gravi e concordanti indizi di colpevolezza in ordine al reato di atti sessuali con minorenne aggravato dal fatto che la persona abusata, una ragazza poco più che quattordicenne, le era stata affidata per ragioni di istruzione». Questo episodio è molto simile ad almeno due accaduti nelle passate settimane: il primo portò in carcere e ora ai domiciliari un professore 53enne, accusato di abusi su una 15enne, l’altro vede coinvolto un carabiniere indagato con l’accusa di abusi su minore per aver avuto una relazione con la figlia di un collega. (agg. di Silvana Palazzo)

MAESTRO KARATE ARRESTATO: ABUSAVA DELL’ALLIEVA 14ENNE

L’ennesima storia di abusi nei confronti di minori viene da Roma, dove un aiuto maestro di 47 anni è stato arrestato con l’accusa di aver approfittato sessualmente di una sua allieva di soli 14 anni. L’uomo, un programmatore informatico, svolgeva l’attività in palestra nel tempo libero e alla ragazzina si relazionava poiché le era stata affidata per motivi scolastici. Fatto sta che nella palestra romana dell’Appio, l’uomo ha indotto la vittima a subire atti sessuali approfittando anche della sua giovanissima età. Ad accorgersi che qualcosa non andava è stata la mamma della 14enne, a conferma che l’osservazione dei genitori è quanto mai importante soprattutto in questa età. La donna, notando uno stato di disagio e agitazioe diffusa nella figlia, si è impossessata del suo cellulare venendo alla scoperta di chat inequivocabili tra la ragazzina e l’aiuto maestro.

L’INTERVENTO DELLA POLIZIA

Una volta appurata la gravità dei fatti, la mamma della 14enne abusata dall’aiuto maestro karate di una palestra dell’Appio, a Roma, si è prontamente rivolta al commissariato San Giovanni, diretto da Mauro Baroni, denunciando il fatto. A quel punto, come riferisce Il Tempo, gli investigatori in esecuzione delle direttive impartite dal Sostituto Procuratore della Repubblica di Roma, hanno prima ascoltato la vittima in audizione protetta, poi hanno acquisito tutta la serie di messaggi intercorse tra la 14enne e il programmatore informatico. Gli agenti subito dpo hanno effettuato una perquisizione all’interno dell’abitazione dell’indagato, sequestrando materiale informatico. Le indagini proseguiranno comunque nei prossimi giorni per valutare tutte le responsabilità del 47enne, finito agli arresti domiciliari su richiesta del Sostituto Procuratore del Pool Reati specializzato nel contrasto alla violenza sessuale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori